Un anno scolastico monco. - Comune di Pontelongo (PD)

archivio notizie - Comune di Pontelongo (PD)

Un anno scolastico monco.

 
Un anno scolastico monco.

Un anno scolastico monco. Sì, così lo definirei, perché è come se questa pandemia avesse tagliato braccia e gambe a idee, progetti, opportunità e momenti di crescita. Tutti elementi che sono linfa vitale per la scuola, tasselli che abbiamo immaginato, ideato, costruito “su misura” per alunni e famiglie. Perché è a loro che ci si ispira quando si progetta, quando si fanno le scelte educativo-didattiche, quando si investono risorse, tempo ed energie.

Il Progetto che prevede la collaborazione con lo Street artist Tony Gallo, il prof. Simone Del Pizzol e i ragazzi della scuola media Leopardi sarà recuperato ad ottobre nella settimana fra il 12 e il 18.

A seguito delle problematiche emerse da un questionario sulla DAD, elaborato dalla dirigenza dell'Istituto comprensivo, ci siamo attivati per implementare la linea internet: è emerso che spesso le difficoltà dipendevano dalla scarsa qualità dell'ADSL, la cablatura del territorio di Pontelongo è stata completata, stiamo operando per potenziare l’internet all'interno delle scuole. In lavoro congiunto con la Dirigente Elisabetta Tiengo, potenzieremo il laboratorio tecnologico.

Abbiamo provveduto a spostare la terza classe a della scuola elementare pubblica all'interno degli spazi della scuola media, creando così ambiti sicuri per consentire a tutti gli studenti il rientro in classe in presenza a settembre.

Ad agosto sarà ultimata la messa in sicurezza della Scuola media Leopardi. Abbiamo aderito ad un bando che ha consentito i lavori per la contro soffittatura antisismica , la sostituzione delle lampade al fine di un risparmio energetico e l'adeguamento di un bagno. Abbiamo inoltre concorso ad un bando ministeriale di seimila euro che consentirà l'acquisto di nuovi arredi per entrambe le scuole.

Provvederemo alla pittura delle scuola elementare Montessori e all'acquisto di arredi richiesti dalle insegnanti, in attesa di lavori più consistenti che riguardano l'ampliamento dei bagni e della sala mensa, stiamo infatti attendendo l’esito di un bando a cui abbiamo aderito.

Abbiamo dato vita ad una felice iniziativa : i centri estivi. A causa delle stringenti regole post covid la parrocchia si è trovata in difficoltà a gestire il consueto Grest estivo. E' stata questa la molla che ci ha spinto, come Aministrazione comunale , in collaborazione con Gioele Peccenini dell'associazione Teatro Fuori Rotta e la Pro loco, a creare un progetto speciale di rientro per i bambini. La risposta ad un'epoca drammatica, pensata soprattutto come ri-costruzione di fiducia, ottimismo, voglia di futuro. E’ stato un successo. Abbiamo accettato come numero massimo 70 bambini, anche non residenti, avvantaggiandosi di un bando della Fondazione Cariparo e degli stanziamenti del Governo a favore delle famiglie, in veste di Bonus baby sitter, abbiamo cercato di venire incontro alle famiglie con costi contenuti, sicuramente competitivi. La risposta è stata un successo. Un grazie alla sensibilità di Silvia Salvagnin per la sapiente e continua disponibilità e a Sofia Borile per aver capito che Gioele Peccenini era la persona giusta. Sicuramente l'esperienza positiva sarà rinnovata l'anno prossimo. Un grazie alla Parrocchia che si è occupata con successo dei piccoli fra i 3 e i 5 anni, che ha visto la partecipazione di 25 bambini: è doveroso l'incoraggiamento ad una futura collaborazione sempre più rafforzata, perché i nostri figli meritano una nuova normalità. Abbiamo dimostrato che con l'attenzione giusta, la cura e l’osservanza delle regole, tornare a stare insieme si può.

Sono certa che per imboccare una nuova strada di profondi cambiamenti, non solo nel nostro Paese ma in tutto il Pianeta, un ruolo essenziale lo dovranno giocare la scuola e la cultura. Solo con l'Istruzione e solo con la Cultura, che devono diffondersi sempre più e sempre in modo più inclusivo, è possibile formare nuove generazioni in possesso di valori autentici quali: la libertà, la solidarietà, l'apertura alle diversità, alla convivenza tra gli esseri umani e tra gli esseri umani e la natura, valori in grado di fare da baluardo contro i falsi valori e i falsi miti del denaro facile, dello sballo, del divertimento a tutti i costi, per un effettivo cambiamento del nostro modello di sviluppo.

Sara Berto consigliere con delega alla scuola.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il