Riflessioni sulla Giornata della Memoria - Comune di Pontelongo (PD)

archivio notizie - Comune di Pontelongo (PD)

Riflessioni sulla Giornata della Memoria

 
Riflessioni sulla Giornata della Memoria

Giornata della Memoria:

incontro con alcune classi lunedì 27 gennaio in Comune, ore 10.30.


Pontelongo 30 gennaio 2020

E’ stata una Giornata della Memoria davvero partecipata e particolare, quest’anno, per i giovani delle nostre tre scuole: G. Leopardi, M. Montessori e A. Galvan.

La sala principale del Comune di Pontelongo era gremita di ragazzi attenti e desiderosi di porgere domande al prof. Umberto Marinello, che, dopo aver introdotto il libro da lui scritto su Luigi Bozzato “Il lager dentro”, ha cercato di rispondere ai tanti quesiti che i ragazzi, di varie età, gli sottoponevano.

Mentre le immagini di Toni Baruffaldi su Auschwitz, crude e sincere, carpivano la loro attenzione, il prof. Marinello descriveva il contesto storico della Shoah e la vita di Luigi Bozzato, sopravvissuto a ben quattro lager e che, una volta tornato a casa, grazie alla collaborazione con il professore che fu profondamente colpito dalla sua vicenda, ha dedicato la sua esistenza per raccontare ai ragazzi cosa fosse stato il delirio nazifascista e cosa succedesse nei campi di sterminio.
'Non odiare, ma non dimenticare ", questo il suo messaggio.

Due ore non sono bastate,  i ragazzi avrebbero continuato a porre domande ancora a lungo.

E’ giusto dare motivi di riflessione in questi tempi non troppo illuminati, in cui muri e fili spinati vorrebbero dividere l’Europa. Tenere viva la memoria affinché ciò che è accaduto non si ripeta.
Questo è anche il lascito di Primo Levi secondo cui ciò che è successo può ancora succedere perché è stato partorito da uomini, non da mostri.
Pertanto la memoria deve essere rinvigorita quotidianamente.
“il Giorno della Memoria” dovrebbe diventare giorno “delle Memorie” e che si parli di tutto questo con lo scopo di edificare un mondo di pace, di eguaglianza, di giustizia sociale.
Una condizione universale dell’esistere dove ogni persona sia libera di circolare nel mondo senza restrizioni di diritti e di dignità. Altrimenti è pura retorica.

Un sincero grazie agli insegnanti che hanno saputo guidare cosi sapientemente nelle loro riflessioni, i ragazzi. Questo ci dimostra che quando sono incuriositi e coinvolti sanno dimostrare maturità e capacità di ragionamento inaspettate, anche per la loro giovane età.

L’Amministrazione comunale e il Sindaco intendono incoraggiare la presenza dei giovani nelle ricorrenze significative, al fine di creare un sincero interesse per la storia e un'attiva partecipazione delle nostre scuole nella vita di Pontelongo, anche ripristinando il Consiglio comunale dei ragazzi.

 

La Consigliera Sara Berto


Pubblicato il 
Aggiornato il