Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2015 | Maggio 2015

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   27/06/2015

Maggio 2015

Il Mattino di Padova - Mercoledì 6 maggio
PREMI ALLA QUARTA DELLA “DE AMICIS”

Due premi per la classe quarta della scuola primaria “De Amicis” di Arre. I ragazzi hanno raggiunto il terzo posto nel concorso storico- grafico-pittorico “Per un futuro di pace e solidarietà” indetto dall’Ufficio scolastico di Padova in collaborazione con l’Associazione nazionale vittime civili di guerra, sezione di Padova. Il premio è stato ritirato la scorsa settimana mentre domenica prossima la stessa classe parteciperà alla cerimonia di premiazione, come seconda classificata, del concorso di Poesia: “Antico Ottorino ed Elisa Benvegnù Ortu” organizzato dal Gruppo Culturale K.F. e dalla Pro Loco di Pontelongo. (n.s.)

 

Il Mattino di Padova - Venerdì 8 maggio
I CIMITERI DI GUERRA SULL’ALTOPIANO FOTO DI IERI E DI OGGI

PONTELONGO Questa sera 21 inaugurazione dell’evento principale della rassegna storico culturale “Suggestioni. 1915-2015 Centenario Grande Guerra” organizzata nel nuovo museo GeSTA di largo Cavalieri di Vittorio Veneto. L’appuntamento è con l’inaugurazione della mostra fotografica di Claudio Rigon “Passato presente. Claudio Rigon sulle orme di C.D. Bonomo, fotografo: i cimiteri di guerra dell’Altopiano”. Nel 1924 un fotografo di Asiago, Cristiano Domenico Bonomo, pubblicò un libro con le foto di 41 cimiteri di guerra. A Ottant’anni di distanza Claudio Rigon ha occasione di vedere questo libro e inizia a ricercare uno per uno quei cimiteri . Li trova e li rifotografa dallo stesso punto di ripresa e con la stessa inquadratura. Domani alle 16 appuntamento dedicato ai ragazzi con le letture di “Storia di un soldato” a cura di Silvia Zava. (al.ce.)

 

Il Mattino di Padova - Domenica 10 maggio
PIVA PARLA DI FUSIONE SINDACI ASSENTI

BRUGINE Hanno parlato di fusione fra Comuni nel Piovese Giancarlo Piva, sindaco di Este, e Silvia Salvagnin, ex primo cittadino di Brugine. Lo hanno fatto giovedì sera, durante una partecipata assemblea pubblica organizzata dal gruppo “Amiamo Brugine e Campagnola”, disertata però dalle autorità locali. Erano sette le sedie vuote in prima fila. Quelle che avrebbero dovuto occupare i sindaci della Saccisica. Nessuno dei primi cittadini invitati, ad eccezione del padrone di casa, Michele Giraldo, ha partecipato alla riunione. C’è chi si è giustificato con un’altra assemblea in programma a Piove di Sacco alla stessa ora, ma quasi nessuno ha mandato un delegato. Evidentemente quello della fusione è un tema che può aspettare. Sì, perché per ora non c’è alcun obbligo di legge che imponga alla maggioranza dei Comuni piovesi di andare oltre alla gestione associata dei servizi. Presto o tardi comunque la questione non potrà più essere rimandata. Salvagnin ha messo sul piatto tre proposte. Prima l’istituzione di un tavolo permanente di concertazione, poi la ripartizione del territorio in tre aree omogenee da 20 mila abitanti l’uno: Piove di Sacco da solo; Legnaro, Polverara e Sant’Angelo da una parte; Brugine, Codevigo, Pontelongo e Arzergrande dall’altra (volutamente è stato escluso Correzzola «per la sua vocazione verso Cona e Cavarzere»). Infine la costituzione di un unico Comune della Saccisica. Tra i benefici della fusione elencati da Piva, che con il collega di Ospedaletto ha avviato l’iter per l’accorpamento dei due comuni, ci sono notevoli vantaggi economici per gli enti: un contributo pari al 20% dei trasferimenti erariali del 2010 e l’esenzione per 5 anni dal patto di stabilità. «Risorse importanti» ha detto Piva «che possono essere impiegate anche per ridurre la pressione fiscale». A scegliere saranno i cittadini attraverso un referendum (che non tiene conto del quorum). La linea del traguardo è ancora lontana. Lo fa intendere Giraldo che suggerisce di «usare le funzioni associate come banco di prova», dicendosi poi poco convinto sulla conferenza dei sindaci «usata da qualcuno come strumento di propaganda». Martina Maniero

 

Il Mattino di Padova - Mercoledì 13 giugno
L’AMMINISTRAZIONE DAL CARDINALE LORIS CAPOVILLA, ALLA SOGLIA DEI 100 ANNI

PONTELONGO L’amministrazione comunale fa visita al cardinale Loris Francesco Capovilla. L’incontro è avvenuto ieri nella residenza del prelato a Ca’ Maitino a Sotto il Monte (Bergamo). Nato a Pontelongo nell’ottobre del 1915, Capovilla è stato segretario personale di Papa Giovanni XXIII. L’incontro è avvenuto proprio nel mese di maggio, importante per i pontelongani perché dedicato alla “Madonna del Voto”, solennità che lo stesso Capovilla ha presieduto a fine anni ‘60 e nei primi anni ’70. Questo incontro è stato fortemente voluto in quanto gli abitanti di Pontelongo sono ancora molto legati alla persona e ai ricordi che don Loris ha lasciato in paese. L’amministrazione ha, da parte sua, sentito il desiderio di omaggiare l’illustre concittadino emerito, alla soglia dei cento anni. Insieme al sindaco e agli assessori era presente anche una delegazione della parrocchia di Sant’Andrea Apostolo insieme al parroco don Aldo Manfrin che nel luglio 2010 aveva già accompagnato a incontrare don Loris un numeroso gruppo di parrocchiani in occasione delle attività estive. «Questo incontro» ha commentato emozionata il sindaco Fiorella Canova «ha rinforzato il ponte tra generazioni. La sua testimonianza di vita impreziosisce la nostra comunità e il mondo. La sua fede e la sua testimonianza sono un dono per tutti e per la comunità di Pontelongo in particolare. La conoscenza della sua vita e dei tanti esempi di equilibrio e di saggezza che ci ha offerto, sono di orientamento per le nostre famiglie e di stimolo per noi amministratori». Loris Francesco Capovilla è nominato cardinale da papa Francesco il 22 febbraio 2014 a 98 anni, divenendo in tal modo il membro più anziano del collegio cardinalizio. Alessandro Cesarato

 

EROINA NELL’AUTO DEL TUNISINO NASCOSTA NEL VANO MOTORE
PONTELONGO Già finito nei guai con la droga, ci ricasca. I carabinieri di Codevigo hanno arrestato lunedì pomeriggio Hassen Hbiri, tunisino di 33 anni che vive in via Schilla a Pontelongo. Da qualche tempo i militari cercavano riscontri su alcune segnalazioni circa alcuni movimenti sospetti dell’uomo e lunedì pomeriggio lo hanno atteso vicino a casa. Hbiri era a bordo di una Volkswagen Golf quando i carabinieri gli hanno intimato l’alt. In tasca aveva mezzo grammo di hashish, una dose praticamente. Ma abbastanza per gli uomini in divisa per far scattare la perquisizione nella vicina abitazione del tunisino. I militari hanno cercato in tutte le stanze ma è stato poi in un’altra auto, chiusa nel garage, che hanno trovato conferma i loro sospetti. Nel vano motore, infatti, era nascosto quasi un etto e mezzo di eroina: la sostanza era divisa in sette involucri. In casa sono stati trovati dei bilancini di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi. Il tutto è stato posto sotto sequestro. Per Hbiri sono scattate le manette: il trentatreenne è stato accompagnato dai carabinieri al carcere Due Palazzi di Padova dove rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria. (e.l.)

 

Il Mattino di Padova - Sabato 16 giugno
GAL A RISCHIO CHIUSURA

CAMPAGNA LUPIA Un territorio rurale ai margini della realtà veneta che rischia l’ennesima batosta in termini di sviluppo, sostegno e promozione turistica e culturale. Sono questi gli scenari che si aprirebbero con la chiusura del Gruppo di azione locale “Antico Dogado”, che la Regione al momento escluderebbe dal nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020. Associazione senza fini di lucro, l’Antico Dogado, unico Gal veneto interprovinciale, dal 2002 si occupa dello sviluppo rurale del territorio della Laguna Sud veneta e del suo entroterra attraverso il recepimento a livello locale di iniziative comunitarie, nazionali e regionali in materia di sviluppo rurale. Con i suoi trenta soci (pubblici e privati) rappresenta un area di 800,55 chilometri quadrati (e 148 mila abitanti) distribuita su tredici comuni, sette padovani (Arzergrande, Bovolenta, Candiana, Codevigo, Correzzola, Pontelongo e Terrassa Padovana) e sei veneziani. Con il PSR 2007-2013 ha programmato e finanziato decine di misure a favore dei Comuni, delle aziende agricole, dell’ambiente, del turismo rurale e del recupero del patrimonio edilizio rurale. Nodo della questione è ora proprio il riconoscimento dell’interprovincialità che la proposta di nuovo Psr del Veneto, già inviato a Bruxelles, invece non prevede più. «Chiediamo alla Regione» afferma il presidente Iacopo Giraldo all’indomani dell’assemblea dei soci «di modificare le caratteristiche della Misura 19 del Psr del Veneto, prevedendo l’interprovincialità, e dare così al Gal la possibilità di partecipare al bando di selezione per la nuova programmazione 2014- 2020». «Riproporre confini amministrativi» aggiunge «significherebbe inficiare le iniziative di promozione interterritoriale come quelle del nostro Gal che in questi anni ha promosso, con ottimi risultati alla mano, lo sviluppo di un’area rurale fortemente penalizzata».

 

VIE DI TERRA E ACQUA DA SCOPRIRE IN BICI
In bicicletta alla scoperta delle “Vie di terra e di acqua” della Saccisica. È’ in programma per domani il terzo appuntamento con le escursioni gratuite promosse dal Comitato provinciale delle Pro loco padovane con il sostegno dell’assessorato regionale alla Cultura. La partenza è prevista alle 9.30 da Pontelongo e il percorso prevede la visita alla Corte Benedettina di Correzzola, alla chiesa di Terranova, all’oasi di Ca’ di Mezzo, all’idrovora di Santa Margherita di Codevigo e alla chiesetta di Castelcaro. Il giro escursionistico si concluderà nel pomeriggio, ancora a Pontelongo, con la visita a villa Foscarini Erizzo, dopo avere percorso circa 25 chilometri nel territorio della Saccisica. I partecipanti potranno pranzare a Civè, nei locali della Pro loco, ad un prezzo agevolato di 7 euro. L’iniziativa rientra nell’ambito di “Gioielli padovani. Tesori culturali da scoprire”, che si prefigge l’obiettivo di mettere in luce e valorozzare alcuni luoghi simbolici del patrimonio locale e sottolineare il ruolo delle pro loco padovane impegnate nella loro valorizzazione. Per informazioni ed adesioni rivolgersi alla Pro loco di Pontelongo: presidenza@ prolocopontelongo.it e 345.1802303. Alessandro Cesarato

 

Il Mattino di Padova - Lunedì 18 maggio
DOPO SEI ANNI SI FARÀ LA NUOVA SCUOLA DI VOLPARO

LEGNARO Quel progetto è fermo da sei anni. Condizionato dalla ricerca di finanziamenti e dai limiti imposti dal patto di stabilità. Ma ora si farà. E in tempi relativamente brevi. Verranno appaltati entro settembre infatti i lavori per la realizzazione della nuova scuola elementare di Volparo. È la Regione, anche stavolta, a mettere i denari: agli 831 mila euro stanziati nel 2009, ora ne va ad aggiungere altri 536 mila. I restanti li metterà il Comune, probabilmente accendendo un mutuo, fino ad arrivare ai 2 milioni e 310 mila euro necessari per portare a termine l’intervento. L’edificio andrà costruito al posto dell’attuale primaria Livio Tempesta. Altre soluzioni, come l’aggiunta di un secondo piano o l’ampliamento della struttura, non sono state ritenute convenienti né dal punto di vista economico né da quello edilizio. I lavori prevedono la realizzazione di cinque nuove classi (una sezione) che vanno ad aggiungersi alle dieci esistenti. Non solo. Verrà realizzato un nuovo parcheggio per il bus ma anche per gli utenti, risolvendo il problema di quanti erano costretti ad attraversare la provinciale per raggiungere la scuola. La mensa prefabbricata invece verrà mantenuta ma ampliata. Nella graduatoria dell’ultimo bando regionale per l’edilizia scolastica Legnaro occupa il quarto posto. Nell’ordine si trovano Piove di Sacco: 2 milioni di euro per la scuola media Regina Margherita; Sant’Angelo: 145 mila euro per la materna Falcone di Celeseo e 225 mila per le elementari Collodi a Vigorovea; Codevigo: 800 mila euro per la media Pascoli; Brugine: 798 mila euro per la scuola media Caron; Polverara: 345 mila per le elementari Giovanni XXIII e Pontelongo con 216 mila euro per la primaria Montessori. Martina Maniero

 

Il Mattino di Padova - Domenica 24 maggio

PONTELONGO Memoria della Guerra Giornata in memoria del centenario della Grande Guerra. Si inizia alle 8.30 con la messa nella chiesa di Terranova con il coro alpino di Brugine. Alle 17 funzione davanti al monumento ai caduti e alle 17.30, nel Parco della rimembranza, saranno letti i nomi dei caduti. Museo Gesta aperto tutto il giorno.

SPACCIATORE NIGERIANO AGLI ARRESTI DOMICILIARI PER DUE ANNI

Per uno spacciatore nigeriano O. M., di 34 anni, è arrivata l’ordinanza che lo costringe a scontare un residuo di pena che gli rimaneva da precedenti condanne. Il provvedimento gli è stato notificato l’altro giorno dai carabinieri di Cadoneghe, dove l’uomo attualmente abita con moglie e figli. Il nigeriano dovrà scontare ai domiciliari altri due anni e cinque mesi in seguito a una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti. Fermato a Padova nel 2010, nel 2013 venne arrestato perché ritenuto responsabile della gestione di un giro di spaccio di cocaina sia a Pontelongo (dove all’epoca abitava) che nei paesi limitrofi. (cri.s.)

 

Il Mattino di Padova - Lunedì 25 maggio
ZILIO: «PRONTI A FINANZIARE UN’AREA SMART FINO ALLA ZIP»

Bonelli al Pedrocchi. Domani mattina alle 11.30 al Caffé Pedrocchi conferenza stampa con Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi. Sarà presente Francesco Miazzi, candidato del Pd alle Regionali. Sinigaglia a Cittadella. Stasera alle 210 nella sede del Pd di Cittadella (via Borgo Bassano 7) incontro pubblico a cui parrteciperà Claudio Sinigaglia capolista del Pd alle prossime regionali. Si parlerà di salute, il sociale, gestione delle disabilità e nuova Legge sullo Sport. Piva e i freelance. «Non abbiamo bisogno di supereroi, ma di politici in gamba che si occupino dei problemi di tutti noi». È questo il messaggio dei tre video che Giancarlo Piva ha commissionato a un gruppo di giovani freelance padovani della Elephant Road produzioni video, per presentare in maniera semplice, ma originale e brillante, la sua candidatura al Consiglio Regionale nelle liste del Pd. Ruzzante e Bersani. Ecco gli appunti elettorali odierni di Piero Ruzzante, candidato per il Pd alle prossime elezioni regionali del 31 maggio. Domani mattina, alle 9.30, incontrerà cittadini ed elettori al mercato di Pontelongo, successivamente alle 11 sarà al Mercato di Cittadella. Nel pomeriggio, dopo aver partecipato alle 18 a un incontro pubblico con Pierluigi Bersani in Piazza della Frutta andrà - sempre in compagnia dell’ex Segretario del Pd - prima, alle 20, a Pernumia a un incontro pubblico a sostegno del candidato sindaco Giuliano Pegoraro che si terrà al Bar Centrale (di fronte alla chiesa) in piazza Don Lucio Ferrazzi e successivamente, alle 21, a Stanghella, parteciperanno a una Cena che si terrà nell’area della Festa dell’Unità. De Poli e Galletti. Oggi il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti sarà in visita a Monselice ed Este dove si recherà, insieme al vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli e al consigliere regionale uscente e candidato di Area Popolare Stefano Peraro.

 

AI CENTRI ESTIVI DI PONTELONGO DA QUEST’ANNO C’È TANTO SPORT
PONTELONGO Centro estivi per ragazzi grazie alla collaborazione tra parrocchia e Comune. Anche quest’anno l’amministrazione sosterrà l’iniziativa dei centri estivi organizzati dalla parrocchia Sant’Andrea che lo scorso anno hanno visto coinvolti una trentina di animatori, circa 120 ragazzi e una ventina di adulti in affiancamento. L’attività inizierà lunedì 22 giugno e terminerà venerdì 24 luglio per un totale di cinque settimane. La novità di quest’anno sarà l’inserimento delle discipline sportive, seguite da professionisti del settore. «È importante che le istituzioni principali di un paese», spiega il consigliere incaricato alle Politiche per la famiglia Alessandro Barbierato, «lavorino in sinergia, soprattutto quando si tratta di giovani e bambini. Siamo due realtà educative con specificità diverse ma con l’obiettivo comune di appoggiare le famiglie nell’arduo ma allo stesso tempo coinvolgente mondo educativo. È fondamentale camminare insieme perché il futuro parte dal presente». Stasera alle 21 al centro parrocchiale si terrà un incontro informativo aperto a tutti i genitori. Per info: grestpontelongo@gmail.com. (al.ce.)

 

Il Mattino di Padova - Giovedì 28 maggio 2015
Sono ormai 35 anni che la Remada a Seconda, annuale "regata" certo più folkloristica e simpatica che competitiva, anima sul finire di maggio le acque che dal Bassanello scorrono fino a Pontelongo, passando lungo il Canale Battaglia, e anche quest'anno, fra sabato 30 e domenica 31, canotti, imbarcazioni improvvisate, battelli e zattere, navigheranno verso sud in una colorita voga attenta sì al divertimento, ma anche alla cura dei canali e dei fiumi del territorio e dell'ambiente che li circonda. Proprio in vista dell'edizione 2015 della Remada a Seconda, il Mattino di Padova propone in vendita già da oggi il dvd “Puro remo” (7,80 euro più il prezzo del giornale), opera di Alessandro Scillitani, regista che tante volte ha saputo raccontare il mondo a cavallo fra Emilia e Veneto con occhio attento alla bellezza dei luoghi e all'importanza della memoria, come testimoniano le opere da lui realizzate assieme a Paolo Rumiz, concentrate sia sulla storia, come il suo ciclo dedicato alla Prima Guerra Mondiale, che sul paesaggio, specialmente riguardo ai fiumi. Proprio del rapporto del Veneto con l'acqua racconta Puro Remo, partendo da un viaggio tra le calli e i canali di Venezia alla scoperta della vocazione alla voga che caratterizza la Perla della Laguna. La città viene svelata da Giacomo De Stefano, che da anni ha scelto di vivere sulle barche, nella sua essenza d'acqua, attraverso la scoperta di persone come il maestro d'ascia Niccolò, che recupera e costruisce barche, o Alice, che proprio all'acqua deve il suo lavoro, Saverio, fabbricante di forcole e remi, Gloria, campionessa di voga veneta, e Riccardo Cappellozza, l'ultimo dei barcaioli fluviali. Assieme a lui si passa all'entroterra e al suo sistema fluviale, dato che proprio Riccardo fu il fondatore del Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme, elemento centrale del film, che raccoglie immagini e oggetti legati al tempo in cui i fiumi erano vie di comunicazione essenziali, un mondo perduto la cui riscoperta apporterebbe miglioramenti sostanziali alla vita contemporanea, sia in termini economici e logistici che di benessere e di tutela dell'ambiente. Un film, quello di Scillitani, che permette allo spettatore di riscoprire un legame con l'acqua che cova sopito nel più recondito del cuore di ogni veneto, non per genetica ma per cultura, un mondo d'acqua impossibile da superare del tutto che ha forgiato il volto e lo spirito di un territorio tanto splendido da essere, nelle anse delle sue venature acquatiche e nel fitto d'alberi dei suoi argini, quasi magico. Riccardo Cecconi

 

SOS DI UNA MADRE SFRATTATA
PONTELONGO A fine mese dovrà abbandonare l’abitazione dove risiede in via Gozzi perché lo sfratto è incombente. «Vorrei solo una stanza provvisoria dove stare con i miei bambini in attesa di trasferirmi all’estero con la mia famiglia». È questo l’appello lanciato da Fatima, mamma disperata per una situazione che la sta schiacciando. Di origine marocchina, è diventa italiana nel 2000 e dal 2010 risiede in paese. La fortuna di certo non è stata benevola con lei. Fatima ha sempre lavorato con contratto a tempo indeterminato nelle cucine di un noto ristorante di Piove di Sacco. Nel 2013, con le prospettive di un avanzamento professionale, è passata in una nuovo locale di Arzergrande. In mano aveva la promessa sottoscritta di un’assunzione a tempo indeterminato. Promessa che tuttavia non è stata rispettata (è in corso una causa con il titolare) e che ha innestato tutta una serie di conseguenze nefaste. Dopo qualche mese ha perso il lavoro e senza stipendio la vita di si è fatta dura. I soldi per pagare l’affitto sono bastati sino a luglio 2014 anche se il proprietario, che generalmente consegnava le ricevute solo a fine anno, pretende anche altre rate. «Ho solo le ricevute dei pagamenti fatte alla Posta» racconta. Il Comune ha sostenuto per qualche mese i costi abitativi ma ora non può più garantirli. Il marito di Fatima, che a breve avrà la cittadinanza, è a suo carico e si arrangia con lavoretti occasionali. È stato all'estero in cerca di lavoro e, pur avendolo trovato, non può essere assunto perché senza cittadinanza. Ha bisogno che la moglie lo segua per espletare le pratiche burocratiche. Cosa impossibile al momento perché, oltre alla mancanza di risorse, lei deve curare due figli di pochi mesi. «In tutti questi anni non ho mai chiesto nulla al Comune» dice disperata, «ora ho bisogno di essere aiutata per non finire sulla strada con i miei figli». Alessandro Cesarato

 

CINQUE TONNELLATE DI RAME SEQUESTRATE DALLA FORESTALE
di Enrico Ferro PONTELONGO Cinque tonnellate di rame macinato sotto sequestro insieme ad un macchinario che serviva per sfilare la guaina dai fili. Blitz del Corpo Forestale dello Stato in un’azienda di Pontelongo che si occupa dello smaltimento di rifiuti. Gli agenti si sono presentati ieri mattina nell’ambito di un’attività predisposta dal Ministero e mirata a reprimere il fenomeno dei furti di rame. L’azienda in questione si occupa di raccolta, commercio e lavorazione di rottami ferrosi e metallici di varia natura. Dopo aver esaminato tutta la documentazione inerente le lavorazioni, gli uomini della Forestale hanno scoperto che mancava un’autorizzazione per la lavorazione dei fili in rame. O meglio: la ditta in questione la richiesta l’aveva fatta ma l’ente preposto (la Provincia) non si è ancora espresso. La violazione contestata riguarda quindi la gestione dei rifiuti. I fili in rame venivano conferiti nell’azienda di Pontelongo che, grazie a questo macchinario ora finito sotto sequestro, toglieva la guaina in gomma e macerava l’anima metallica. In appositi fusti veniva stoccata la polvere di rame pronta per la fusione, in altri recipienti invece finivano i residui di gomma. Tutta questa lavorazione, però, è soggetta ad una apposita autorizzazione che mancava. Il controllo ha comunque dimostrato che tutte le altre lavorazioni all’interno dell’azienda sono a norma. C’è però un profilo investigativo che deve essere ancora chiarito e riguarda la provenienza di tutti quei fili in rame. Gli agenti del Corpo Forestale stanno battendo anche il filone della ricettazione. Come è noto quello dei furti di rame è un fenomeno presente in tutto il territorio nazionale e quindi anche in provincia di Padova. Generalmente sono romeni e moldavi i più dediti a questo tipo di razzie: colpi che spesso creano molti disagi, specie quando vengono commessi lungo la linea ferroviaria. e.ferro@mattinopadova.it

 

LE FOTO DELLA SACCISICA IN MOSTRA

ARZERGRANDE L’ambientazione è l’intera Saccisica, le foto immortalano edifici dismessi e abbandonati. È aperta “Ex Civico. Prospetti di storie alterate #1”, l’originale mostra fotografica allestita nello spazio Progetto Morosin di via dell’Industria 1. Il progetto fotografico di Officina della Barbabietola, presentato in anteprima a Padova in occasione del Festival SugarCon 2014, è un’ampia raccolta fotografica di elementi architettonici inattivi, dismessi, in disuso, abbandonati o disabitati presenti nel territorio. Questa enorme varietà di edifici è stata immortalata dagli scatti di fotografi professionisti e da quanti negli ultimi mesi hanno aderito all’Open call “Cerca, scatta, invia” lanciata dagli organizzatori. Il primo capitolo del progetto “Ex Civico” annovera la presenza, in particolare, dei lavori del fotografo veneziano Daniele Fiori, vincitore del concorso National Geographic Italia 2010 per la categoria Luoghi. La mostra, che ha il patrocinio dei comuni di Arzergrande, Brugine, Piove di Sacco e Pontelongo proseguirà sino al 31 maggio con apertura giornaliera dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 con ingresso gratuito. Per informazioni: www.officinabarbabietola.it. (al.ce.)

 

Il Mattino di Padova - Venerdì 29 maggio
FIABA RECITATA DAGLI STUDENTI

PONTELONGO “E questa ... è un’altra storia!” è il titolo dello spettacolo degli alunni della scuola primaria “Montessori” di Pontelongo, dell’Istituto comprensivo 2 di Piove di Sacco, che si tiene oggi alle 18 al palazzetto dello sport in via Villa del Bosco. Si tratta della fiaba di Biancaneve interpretata e adattata con canzoni create dal direttore Josè Angel Ramirez Ragoitia, che segue le classi con l’Accademia internazionale della cultura e delle arti. Lo spettacolo rientra nell’International music meeting in collaborazione con l’Orchestra giovanile del Veneto. (e.l.)

 

Il Mattino di Padova - Sabato 30 maggio
I CARABINIERI PARLANO DI LEGALITÀ NELLE SCUOLE DI PONTELONGO

PONTELONGO L’Arma dei carabinieri entra nelle scuole a parlare di legalità. E’ accaduto nei giorni scorsi nelle aule della scuola media Leopardi e in quelle della paritaria Galvan con gli interventi del capitano Enrico Zampolli, comandante della compagnia dei carabinieri di Piove di Sacco, e del maresciallo Giovanbattista Ferrante, al comando di quella di Codevigo. Con gli alunni i militari hanno parlato di legalità, ma anche del ruolo del carabiniere e della lotta ai fenomeni devianti come il bullismo e l’uso incontrollato di internet. Questi momenti sono stati fortemente voluti dall’amministrazione comunale, in particolar modo dal consigliere con incarico alle Politiche per la famiglia Alessandro Barbierato, dopo gli incontri dedicati alle famiglie tenutisi nei mesi scorsi. «Abbiamo trovato pieno sostegno e interesse da parte delle scuole», dichiara lo stesso Barbierato, «nel programmare queste lezioni. Alle medie sono stati affrontati e approfonditi temi come il cyber bullismo, mentre con gli alunni più piccoli si è parlato del ruolo del carabiniere visionando anche l’auto di servizio». «I carabinieri», aggiunge, «svolgono un egregio servizio nelle nostre comunità e a loro vanno la stima e il pieno appoggio, in quanto sono un punto di riferimento per il cittadino e una garanzia per il territorio». Alessandro Cesarato

 

Il Mattino di Padova - Domenica 31 maggio

PONTELONGO Giornata dedicata alla Remada a Seconda con il fiume Bacchiglione e i suoi argini che, come ormai da tradizione, si animeranno di colori, musiche e divertimento. La manifestazione, giunta alla sua trentacinquesima edizione, celebrerà l’atto finale di una due giorni molto intensa con l’arrivo, previsto alle 16, sotto il traguardo fissato sul ponte di Villa Foscarini Erizzo. Seguiranno le premiazioni delle imbarcazioni più caratteristiche e l’estrazione dei premi per tutte quelle arrivate rigorosamente a remi fino alla fine. Mentre la giornata di ieri ha privilegiato l’aspetto culturale, storico e artistico, nel tragitto tra Padova e Battaglia Terme, oggi protagonisti diventano gli attori sulle barche e gli spettatori lungo le rive, in una goliardica passerella di varie e spesso strane imbarcazioni che, sempre “a seconda della corrente”, da Battaglia Terme raggiungeranno il traguardo di Pontelongo passando per Due Carrare, Pernumia, Cartura e Bovolenta. Nata nel 1981 con l’obiettivo di tutelare i fiumi e di fare riscoprire le bellezze del territorio, la “Remada a Seconda”, perfetto connubio tra sport e natura, ha saputo crescere e consolidarsi coinvolgendo oggi decine di imbarcazioni e centinaia di partecipanti pronti a sfilare in quello che è diventato un vero e proprio carnevale sull’acqua. Sin dal suo debutto il pubblico l’ha accolta con entusiasmo, dandone testimonianza con le migliaia di presenze lungo il percorso per sostenere e incoraggiare la lunga sfilata di barche più o meno improbabili, tutte rigorosamente senza motore. L’atmosfera di festa proseguirà con la conclusione del Maggio Pontelogano. In serata, negli spazi della Pro loco, balli e canti Country e alle 23 lo spettacolo piromusicale sul Bacchiglione e l’estrazione della lotteria. (al.ce)

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 99    utente sei il visitatore n°2616416 dal 1° gennaio 2010