Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2014 | Dicembre 2014

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   19/01/2015

Dicembre 2014

 

 

Il Mattino di Padova - Martedì 2 dicembre 2014
SCOPRIRE IL PAESE CON CENGHIARO
.
Una passeggiata culturale di due chilometri alla scoperta dei luoghi simbolo del paese in compagnia dello scrittore Emanuele Cenghiaro, autore della recente guida “Dal Portello a valle Millecampi”. L’evento è in programma per domenica ed è proposto dal Comune e dal Fai Giovani, in collaborazione con la pro loco. Si parte dal museo della Grande Guerra e si arriva all’ex casa del fascio progettata da Quirino De Giorgio. Partenze alle 11 e alle 14 con un massimo di 25 partecipanti alla volta. Quota di 3 euro. Informazioni e preiscrizioni: 049/9776568 e via mail a biblioteca@comue.pontelongo.pd.it.
(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Mercoledì 3 dicembre 2014
LA BOLLETTA NON ARRIVA ENEL GLI STACCA LA CORRENTE
.
PONTELONGO È dura la vita del consumatore quando, oltre a fronteggiare una quotidianità già complicata, si trova a dovere fare i conti anche con i gravami di un sistema che sembra fare acqua da tutte le parti. Chiedetelo per esempio a Ermanno Casotto, residente in via Candiana, che da settimane viene rimbalzato, di persona e al telefono, da un ufficio all’altro senza riuscire a venirne a capo. Tutti i suoi problemi sono nati da una bolletta della luce di Enel Energia che non gli è stata mai recapitata. Non una bolletta qualunque, ma un conguaglio relativo a un periodo di ventotto mesi, per un importo di quasi 2.500 euro. Niente bolletta, ma neppure solleciti e avvisi. Alla fine si sono presentati i tecnici dell’Enel a chiudere il contatore e ridurre la potenza erogata. Da qui è partita una vera odissea per sistemare la questione.Non discuto dei consumi, dice Casotto, comunque tutti da verificare, ma della beffa che ho subito. Poiché sono scaduti i termini, non ho la possibilità neppure di rateizzare gli arretrati. Se non bastasse, anche le bollette successive non sono arrivate e la storia è tornata punto a capo. Enel Energia, racconta, attribuisce i disguidi alle Poste e queste a loro volta al Comune che ha cambiato la numerazione civica. Un cane che si morde la coda, con il povero cittadino che alla fine deve fare interminabili file agli sportelli e perdere giorni di lavoro per correre da un ufficio all’altro in cerca di una soluzione. Il mancato recapito delle bollette in via Candiana non è una caso limitato e anzi sta creando problemi diffusi. Anche a mia madre, aggiunge Casotto, dopo mesi che non le erano recapitate le bollette, le è stata tagliata improvvisamente la fornitura della corrente senza nessun preavviso. Lo stesso è capitato per la linea telefonica. Per riattivare il tutto ha poi dovuto pagare i soliti prevedibili costi aggiuntivi. È sconfortante vedere come tutto gravi sull’utente, che è indifeso specie se anzian.
Alessandro Cesarato
-
Il Mattino di Padova - Venerdì 5 dicembre 2014
CONGUAGLIO SMARRITO ENEL SI GIUSTIFICA MA LUI RESTA AL BUIO
.
PONTELONGO È ancora in alto mare la posizione di Ermanno Casotto, alle prese da tempo con le conseguenze del mancato pagamento di una bolletta della luce di Enel Energia che non gli è mai stata recapitata. Casotto, che abita in via Candiana, nei giorni scorsi ha denunciato la sua paradossale situazione che lo sta ormai esasperando. È risultato moroso, senza mai esserne informato, di un conguaglio di quasi 2.500 euro per la fornitura di un periodo di ventotto mesi. Mai un avviso o un sollecito è stato recapitato nella sua cassetta delle lettere. Lo ha scoperto solo quando i tecnici si sono presentati a casa sua per ridurre la potenza dell’impianto. Operazione poi sospesa. Ora Enel Energia precisa che le fatture e le numerose diffide ad adempiere per morosità sono state inviate all’indirizzo indicato dallo stesso cliente per il recapito e che sono anche stati effettuati due tentativi di chiamata telefonica per avvertire dell’emissione della fattura. Ma inutilmente, complice anche il cambio della numerazione civica che sta creando problemi anche ad altri utenti. La società declina ogni responsabilità per l’accaduto, informando che il 19 novembre è stata anche inviata al cliente una proposta di rateizzo dell’insoluto, che a tutt’oggi risulta rifiutata dal cliente. Mi è stata proposta intanto una prima rata esagerata, sostiene l’interessato, quasi 1.500 euro che non posso affrontare. Del caso si sta occupando la Federconsumatori.
(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Sabato 6 dicembre 2014
FESTA DELLA DOLCEZZA CON MERCATINI MOSTRE E TRENINO
.
PONTELONGO Domani l’intera giornata sarà dedicata alla decima edizione del Festival della Dolcezza. Si parte alle 8.30 con la gara podistica non competitiva “Quattro passi tra sucaro e farina”. Dal mattino sarà possibile visitare il mercato ambulante per le vie del centro, il mercatino degli hobbisti e delle associazioni sotto il tendone con tante idee per i regali natalizi e la mostra mercato con degustazioni di prodotti dolciari. In Villa Foscarini Erizzo e nelle sue pertinenze continuano gli allestimenti di mostre varie, tra cui quella storico fotografica, di modellismo e del tempo libero. Ci sarà la possibilità di visitare lo zuccherificio a bordo del trenino e il nuovo museo permanente sulla Grande Guerra. Per grandi e piccoli laboratori di pasticceria con Molino Rossetto. Alle 16, nella palestra delle scuole di largo Cavalieri di Vittorio Veneto, spettacolo per famiglie con Fabio&Pier; e il mimo Charlie; alle 18 premiazione dei dolci della rassegna “Il dolce fatto in casa, un dolce solidale”. Servizio di tavola calda, lunapark, pesca di beneficienza e tanto zucchero filato gratis per tutti.
Alessandro Cesarato
-
Il Mattino di Padova - Mercoledì 10 dicembre 2014
MANIACO SULL'ARGINE SPAVENTA UNA DONNA: DENUNCIATO
.
PONTELONGO Va a camminare lungo l’argine e si imbatte in un maniaco che le si para davanti con i calzoni abbassati masturbandosi. Brutta avventura lunedì pomeriggio per una cinquantottenne che vive in paese. La donna ha subito telefonato ai carabinieri che poco dopo hanno rintracciato l’uomo, un sessantatreenne di Stra, denunciato per atti osceni. Erano circa le 15.30 quando B.S., 58 anni, stava passeggiando in via Argine Destro, lungo la sponda del Bacchiglione, in direzione di Correzzola. A un certo punto la donna si è trovata davanti un uomo che si è abbassato i pantaloni iniziando a toccarsi a nelle parti intime. La donna si allontanata urlando e non ha perso tempo. Il tempo di prendere le distanze dal maniaco e ha subito avvisato i carabinieri che in pochi minuti hanno raggiunto la zona. V.V. è stato rintracciato nel giro di mezz’ora e portato in caserma per l’identificazione. Ha rimediato una denuncia a piede libero per atti osceni in luogo pubblico. L’episodio ha procurato un certo allarme in paese, dato che sono numerose le donne che vanno a camminare o correre lungo il Bacchiglione.
(e.l.)
-
Il Mattino di Padova - Giovedì 11 dicembre 2014
IN 800 ALLA "QUATTRO PASSI TRA SUCARO E FARINA"
.
L’hanno chiamata marcia podistica della dolcezza e alla fine hanno premiato tutti i partecipanti con mezzo chilo di zucchero e mezzo di farina, prodotti di cui il paese di Pontelongo va fiero. Prodotti, tra l’altro che hanno una lunga tradizione e legato a filo doppio con il territorio. Teatro della sgambata sono stati, quasi inutile ricordarlo, il centro di Pontelongo e gli argini del Bacchiglione fino alla frazione di Brenta D’Abbà, percorso non troppo impegnativo e in un contesto privo di auto e pericolo per chi si è cimentato in questa prova.. Al ritorno dai tre percorsi di km 7, 12 e 21 oltre al tè caldo, bevanda più che mai richiesta in questo periodo di stagione, gli organizzatori (Botteghe di Pontelongo, Pro loco e Comune) hanno fatto trovare ai podisti anche polenta e salame. A primeggiare tra le 16 società in classifica è stato il Nordic Walking Pontelongo capitanato da Barbara Ferrara. Un successo festeggiato dagli organizzatori come si deve.
-
Il Mattino di Padova - Venerdì 12 dicembre 2014
SEDICI BIBLIOTECHE COMUNALI ADERISCONO ALL'"OPEN DAY"
.
PIOVE DI SACCO Partecipano tutte e sedici le biblioteche del Bacino bibliografico della Saccisica e del Conselvano allo speciale “Biblio open day” previsto per domani. Per tutto il giorno ci saranno incontri con gli autori, concerti, letture animate, laboratori e spettacoli. Si tratta di una giornata “a porte aperte” pensata per divulgare la cultura attraverso le tante attività proposte e adatte a bambini, ragazzi e adulti. Durante la giornata sarà presentato anche Mlol, il progetto Media library on line, l’equivalente digitale delle procedure di prestito librario e consultazione. Le biblioteche coinvolte nell’open day sono quelle di Agna, Anguillara, Arre, Arzergrande, Bagnoli, Bovolenta, Brugine, Codevigo, Candiana, Conselve, Correzzola, Piove di Sacco, Polverara, Pontelongo, Sant’Angelo e Terrassa Padovana. I programmi degli eventi di ciascuna biblioteca sono consultabili sui siti internet dei Comuni. L’evento è promosso grazie alla collaborazione di tutti gli assessori alla Cultura dei sedici Comuni del bacino bibliografico.
(e.l.)
-
Il Mattino di Padova - Sabato 13 dicembre 2014
PORTE APERTE NELLE BIBLIOTECHE DELLA SACCISICA
.
Tanti appuntamenti oggi nelle biblioteche della Saccisica per l’iniziativa “Biblio open day”. La biblioteca di Piove di Sacco propone alle 10 il laboratorio “A piccoli passi nell’architettura”, alle 11.30 il concerto ensamble con l’Orchestra giovanile della Saccisica, alle 16.30 l’esibizione dei musicisti della scuola Salti di tono e alle 18.30 i canti natalizi del Coro polifonico cittadino. Pontelongo propone una mostra mercato del libro e alle 16 la presentazione della guida “Dal Portello a Valle Millecampi – Guida breve da Padova alla laguna”. La biblioteca santangiolese offre nel pomeriggio la proiezione del film di animazione “Principessa Mononoke”. Alle 13.30 la biblioteca di Arzergrande presenta il progetto Mlol, Media library on line, con postazioni computer a disposizione per provare il nuovo sistema di prestito e consultazione in rete. A Brugine alle 11 c’è una lettura per i bimbi dell’asilo nido e alle 15.30 la lettura animata “I musicanti di Brema” con Barabao Teatro. Anche la biblioteca di Codevigo, alle 9, farà conoscere il progetto Mlol alle scuole. Ricco programma a Correzzola: alle 9.30 letture animate per le scuole, alle 11 “Divertiamoci leggendo”, alle 16.30 aperitivo con l’autore Mario Berto che presenta “Gorgo della Novizza tra storia e leggenda”. Per finire alle 20.30 “L’arte di vedere l’arte”: comunicazione e immagini nella storia dell’arte”.
(e.l.)
.
PONTELONGO Assemblea pubblica con i democratici Assemblea pubblica convocata per oggi dal gruppo consiliare di minoranza “Pontelongo democratico, unito, solidale” per discutere con la cittadinanza di diverse questioni che riguardano il paese. Sul piatto la questione della Tasi, il servizio di raccolta dei rifiuti, la manutenzione stradale, il parcheggio nell’area ex Enel, il futuro dello zuccherificio e altre tematiche. Un’occasione anche per portare le proprie osservazioni e proposte. Inizio alle 14.30 nella casa delle associazioni di via Martiri d’Ungheria.
(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Domenica 14 dicembre 2014
VAGONI PIENI E ORARI SBALLATI L'ADRIA-MESTRE COSì NON VA
.
 PIOVE DI SACCO A un anno dall’entrata in vigore dell’orario cadenzato anche per i treni della linea Adria-Mestre gestiti da Sistemi Territoriali, è l’ora dei bilanci. Nei giorni scorsi si è tenuto un tavolo tecnico in Regione, ente rappresentato dagli ingegneri Luigi Fortunato, Mariano Carraro e Mauro Menegazzo, i sindaci di Piove, Pontelongo, Polverara, Arzergrande, Adria, Cavarzere, Mira, Campolongo Maggiore, Camponogara e la provincia di Rovigo e i vertici di Sistemi Territoriali, con il presidente Gianmichele Gambato e il direttore Bruno Caleo. ?L’incontro?, hanno sottolineato i rappresentanti della Regione, è la tappa di un percorso volto alla trasparenza e alla condivisione tenendo conto che l’entrata in vigore dell’orario cadenzato ha avuto un impatto notevole sull’utenza. Lo scopo è discutere con il territorio i problemi e condividere le soluzioni. Il vicesindaco di Piove di Sacco Lucia Pizzo, che da due anni segue il tema del trasporto pubblico, ha messo subito sul piatto i punti critici: La soppressione di un treno nell’ora di punta alla mattina continua a provocare problemi di sovraffollamento. Inoltre manca una cabina di regia fra Sistemi Territoriali e Actv in modo da integrare in modo ottimale il trasporto su gomma con quello su rotaia. Actv, ha ricordato Pizzo, ha cancellato alcuni collegamenti creando tante difficoltà. L’orario in vigore dei treni non è compatibile, poi, con un territorio che voglia sviluppare la sua vocazione turistica, basti pensare che l’ultimo treno da Venezia per Adria è alle 19.19. Infine il vicesindaco ha esortato l’aggiunta di un treno al mattino per i pendolari. Richiesta ribadita con forza dal rappresentante degli utenti di Sistemi Territoriali Emanuele Sarto che ha portato in Regione anche una petizione con quasi duecento firme: Un servizio pubblico deve rispondere ed essere tarato sulle esigenze dell’utenza. Ribadiamo la necessità di ripristinare il treno delle 7.02 per Mestre. Ultimamente il disagio e la rabbia dei pendolari si sono fatti sentire in maniera evidente: una mattina un gruppo di utenti ha persino tentato di bloccare i binari. Comune a tutti i rappresentanti del territorio è il problema delle lunghe attese ai passaggi a livello: le sbarre rimangono chiuse anche per più di dieci minuti, creando code e problemi per il traffico e la sicurezza. Gianmichele Gambato ha assicurato che sarà migliorato il sistema di informazioni all’utenza sui pannelli e anche tramite sms. L’ingegnere Caleo ha precisato che i tempi dei passaggi a livello sono quelli fissati dalle norme nazionali per la sicurezza ma che si cercherà di intervenire in situazioni particolarmente disagevoli. Per quanto riguarda gli orari dei treni al momento non sono previste variazioni.
di Elena Livieri
-
Il Mattino di Padova - Martedì 16 dicembre 2014
STANGATA TASI, MONTA LA RABBIA "IL COMUNE NON CI ASCOLTA"
.
PONTELONGO Tasi troppo pesante: sale il malcontento popolare. Non sono stati digeriti da un gruppo di agguerriti cittadini gli importi richiesti dal Comune per la nuova tassa sui servizi indivisi. Soprattutto perché più di qualcuno si è trovato importi con incrementi quantomeno anomali rispetto al carico fiscale degli anni passati. A indispettirli, oltre ovviamente agli importi, è stata poi l’amministrazione che, secondo gli interessati, nulla ha fatto per prendere in considerazione i loro problemi. Lo scorso marzo, spiega il portavoce Romeo Fontolan, tutto il consiglio comunale si era impegnato a non incidere ulteriormente sulle tasche dei cittadini. Successivamente, sulla pagina Facebook del Comune è stato anche pubblicato uno schema in cui si illustrava come gli importi della Tasi sarebbero stati in linea con la somma delle tassazioni che progressivamente andava a sostituire. Nel caso si fossero riscontrate anomalie, l’invito era addirittura di rivolgersi agli uffici comunali per segnalarle. Tanti bei propositi che, sempre secondo questo gruppo di cittadini, sono rimasti tali. Abbiamo presentato in municipio due petizioni, continua Fontolan, la prima con oltre duecento firme di persone che hanno riscontrato veri e propri salassi. Abbiamo chiesto un incontro con l’amministrazione per trovare soluzioni, ma ad oggi ancora nessuno si è fatto sentire. Quando poi ci rechiamo di persona all’ufficio tributi, non riusciamo ad avere alcun chiarimento. E oggi che i tempi per mettere mano ad aliquote e detrazioni sono scaduti, a spaventare è il futuro. Siamo preoccupati, concludono i dissidenti, perché la revisione degli estimi catastali potrebbe portare nuovi sacrifici a noi contribuenti.
Alessandro Cesarato

-
Il Mattino di Padova - Lunedì 22 dicembre 2014
«IO, SUL TETTO DEL MONDO»
.
PONTELONGO Circondato da un paesaggio unico, salire sul tetto del mondo e toccare per un attimo il cielo. Un sogno diventato realtà per Stelvio Boaretto che, nelle scorse settimane, ha scalato, senza l’ausilio delle bombole d’ossigeno, tutti gli 8.201 metri del monte Cho Oyo, la “Dea Turchese” dei tibetani. Situata nella catena dell'Himalaya, sul confine tra Cina e Nepal, è la sesta montagna più alta della Terra. Stelvio Boaretto ha 52 anni e con la moglie vive a Pontelongo da oltre quindici. Nella vita è uno stimato veterinario, con un ambulatorio ad Albignasego. «Non sono un alpinista» esordisce con un sorriso «ma un uomo di campagna che ama da sempre la montagna. Mi sono allenato, in mancanza di alternative, per quasi un anno, correndo il più possibile, con il sole e con la pioggia, consapevole che non sarebbe stato l’allenamento più specifico. L’importate era comunque arrivare alla partenza in buona forma fisica e mentale». Per quaranta giorni ha fatto parte di una spedizione che comprendeva altri sei italiani, di cui due, sebbene più esperti, sono stati però costretti a fermarsi prima della vetta. Dopo alcune settimane di ambientamento trascorse nel campo base (5.700 metri), nella finestra di bel tempo tra fine settembre e inizio ottobre, è iniziata l’ascesa alla vetta che è durata quattro giorni. «Prima di partire» spiega «ogni spedizione riceve la visita dei monaci tibetani per una preghiera purificatoria. La montagna è sacra e non deve essere violata». L’ascesa non è stata lineare, ma una continua spola tra campi posti a diverse altitudini. C’è da abituare il fisico in maniera graduale a situazioni estreme. A queste quote la frequenza cardiaca aumenta, il metabolismo accelera e il senso di spossatezza cadenza ogni movimento. «Per l’ultimo tratto» continua nel suo racconto «siamo partiti a mezzanotte con le stelle a farci compagnia. Alle 8.30 eravamo in cima: un’emozione indescrivibile!». Cosa non dimenticherà mai Boaretto di questa esperienza? «La fatica estrema» dice «senza ossigeno a ogni due passi sei costretto a piegarti su te stesso per recuperare. Però a superarla c’è la meraviglia e l’incanto per un paesaggio straordinario». Alessandro Cesarato
.
GRANDI E PICCOLI ALLA FESTA DELLA “GALVAN”
.
CORREZZOLA Festa di Natale in Corte Benedettina per la scuola primaria paritaria “Antonio Galvan” di Pontelongo che quest’anno ha scelto la suggestiva ambientazione della sala Monasterina per il tradizionale scambio d’auguri. L’iniziativa, partita dall’idea di un gruppo di genitori, ha saputo coinvolgere subito anche tutti gli altri, compresi gli insegnanti, i segretari e il dirigente scolastico don Aldo Manfrin. Un momento di gioia e allegria per i tanti bambini presenti, allietati anche dalla presenza di un mago e ovviamente di Babbo Natale.(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Martedì 23 dicembre 2014
QUASI 200 FIGURANTI PRONTI PER IL PRESEPIO
.
PONTELONGO Sei mesi di lavoro, quasi duecento figuranti, decine di animali, scene bibliche e raffigurazioni di mestieri e personaggi della storia locale. Tutto questo è il presepe vivente di Pontelongo, giunto alla sua edizione numero 13, che anche quest'anno tornerà con le sue atmosfere a caratterizzare il periodo natalizio. Un’opera collettiva, che coinvolge tutto il paese, dai bambini ai più anziani, in grado di attrarre visitatori da tutta la regione e non solo. Vi partecipano famiglie complete e sono sempre più i ragazzi che chiedono di entrare a farvi parte. I numeri testimoniano il successo: lo scorso anno sono state oltre 15 mila le persone che si sono messe in coda per ammirare una rappresentazione che si estende ormai su una superficie di più di 2 mila metri quadrati, attorno alla chiesa parrocchiale e negli spazi aperti della scuola “Antonio Galvan”. Ad allestirlo, con impegno e passione, è il gruppo Presepe Vivente Pontelongo, insieme alla parrocchia. Si tratta di un presepe a percorso in un susseguirsi di scene di vita popolare con il fabbro, i pastori, le lavandaie, i mugnai, e tanti altri personaggi. Intorno alla Natività si sviluppano poi tematiche che uniscono l’iconografia tradizionale a richiami della storia locale. Così, oltre alla capanna con il bue e l’asinello, si potranno trovare, sullo stesso piano, la ricostruzione di una casa romana con tanto di giardino pensile e di un casone tipico delle storia contadina del territorio. I costumi, gli arredi e le scenografie sono tutti costruiti a mano, con materiali poveri come il legno, la paglia e la malta. Grande lavoro anche per si occupa dei costumi, ritagliati su misura per ogni figurante. L’allestimento inizia già a settembre, con gli organizzatori impegnati sino alla fine di marzo. Il segreto di questo presepio sta anche nel fatto che ogni anno sa rinnovarsi, ampliando la varietà dei figuranti e aggiungendo nuove ambientazioni. Novità di questa edizione saranno lo sviluppo e un’attenzione particolare per la periferia, urbana e rurale, che circonda il nucleo centrale della città. Le rappresentazioni, che inizieranno domani sera con la messa delle 23 a cui parteciperanno i figuranti, proseguiranno, dalle 15 alle 18.30, il giorno di Natale e di Santo Stefano. Altri appuntamenti sono previsti sino alle metà di gennaio. Tutte le date, gli orari e molte altre curiosità sono consultabili sul sito: www.presepevivente.info. Alessandro Cesarato
-
Il Mattino di Padova - Mercoledì 24 dicembre 2014
PRESEPI VIVENTI PONTELONGO LO APRE OGGI A MEZZANOTTE
.
La Natività, riproposta con figuranti cercando di raccontare una parte importante della storia della tradizione cristiana, diventa la protagonista di numerosi eventi organizzati nei comuni della provincia in questi giorni. Si ricorda la nascita di Gesù con i presepi viventi, che spesso miscelano alcune peculiarità e tradizioni del comune che lo ospita, e con la versione più tradizionale e artistica, che diventa oggetto di mostre. Pontelongo dà il via a mezzanotte alla 23esima edizione del suo presepe vivente. Sono circa 150 figuranti in costume, animali, e scenari speciali su un’area di 2.000 metri quadrati. Un’opera collettiva che raffigura la Natività con animazioni che si rinnovano ogni anno, portando migliaia di visitatori. Sarà possibile rivedere il presepe domani dalle 16 ed il giorno di Santo Stefano dalle 15.
-
Il Mattino di Padova - Martedì 27 dicembre 2014
CENTINAIA DI FIGURANTI AL PRESEPE
.
PONTELONGO È già un successo di visitatori la 13ª edizione del presepio vivente allestito negli spazi attorno alla chiesa di Sant’Andrea e della scuola Galvan. Già in moltissimi, nella notte della Vigilia e durante le giornate di Natale e di Santo Stefano, hanno assistito alle rappresentazioni della Navità, meta solo lo scorso anno di quasi ventimila visitatori. Un presepe a circuito che si snoda attraverso minuziose ricostruzioni di borgate antiche, villaggi agresti e ville romane. Un viaggio nel tempo, dalle periferie rurali ai bazar e le botteghe della città, che prepara e accompagna il visitatore alla scena culminate della Natività. Un brulichio di colori e voci, con i figuranti (quasi duecento, tra adulti e bambini) che indossano abiti originali e unici, accuratamente cuciti a mano. Centurioni, soldati, fabbri, fioraie, pastorelle, lavandaie, mugnai e scrivani, tutti impegnati in mestieri e mansioni antiche, pronti a rotazione a incamminarsi per andare in adorazione del bambinello Gesù. Dopo la pausa di oggi, il presepio riaprirà domani dalle 15 alle 18.30. (al.ce.) GUARDA LA FOTOGALLERY E COMMENTA su www.mattinopadova.it
-
Il Mattino di Padova - Mercoledì 28 dicembre 2014
.
PONTELONGO Armonie di voci stasera in chiesa Alle 20.45 nella chiesa parrocchiale appuntamento con “Armonie di voci”, l’annuale rassegna di canto corale organizzata dalle pro loco padovane, arrivata alla sua 14esima edizione. Protagonisti saranno il coro Nativitas di Merlara diretto da Elisa Stevanato, il coro Altipiano di Brugine diretto da Caterina Patella e il coro S. Andrea Apostolo di Pontelongo diretto da Stefania Sommacampagna. Ingresso gratuito. (al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Martedì 30 dicembre 2014
.
PONTELONGO Interruzione di energia elettrica Oggi giornata di possibili disagi per l’interruzione della fonitura di energia elettrica in alcune vie del paese a causa di lavori che Enel deve effettuare agli impianti. L’interruzione, dalle 13.15 alle 16.10, interesserà largo Cavalieri di Vittorio veneto, via Martiri Belfiore, via Bietigheim e vicolo Marconi. La sospensione del servizio di energia elettrica riguarderà le sole utenze che sono alimentate in bassa tensione. (al.ce.)

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 39    utente sei il visitatore n°2615034 dal 1° gennaio 2010