Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2014 | Novembre 2014

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   19/12/2014

Novembre 2014

 

Il Mattino di Padova - Mercoledì 26 novembre 2014
LAVORI DI PULIZIA E POSSIBILI DISAGI

.

Sono iniziati in questi giorni i lavori per la pulizia delle caditoie e delle griglie stradali di tutto il territorio di Pontelongo. Lo scopo è quello di mantenerne l’efficienza in vista della stagione invernalei Le prime strade interessate sono via Gozzi e via San Giovanni. Possibili disagi momentanei per la circolazione locale dovuti alla presenza di macchine operatrici e operai. Il servizio, su mandato del Comune, è effettuato in collaborazione con il personale e i mezzi della società PadovaTre e consiste nella rimozione del materiale che ostruisce la parte superficiale dei manufatti, nonché lo svuotamento delle camere di sedimentazione intasate.

(al.ce)
-
Il Mattino di Padova - Domenica 23 novembre 2014

LAVORI DI PULIZIA E POSSIBILI DISAGI

.

Sono iniziati in questi giorni i lavori per la pulizia delle caditoie e delle griglie stradali di tutto il territorio di Pontelongo. Lo scopo è quello di mantenerne l’efficienza in vista della stagione invernalei Le prime strade interessate sono via Gozzi e via San Giovanni. Possibili disagi momentanei per la circolazione locale dovuti alla presenza di macchine operatrici e operai. Il servizio, su mandato del Comune, è effettuato in collaborazione con il personale e i mezzi della società PadovaTre e consiste nella rimozione del materiale che ostruisce la parte superficiale dei manufatti, nonché lo svuotamento delle camere di sedimentazione intasate.

(al.ce)
-
Il Mattino di Padova - Sabato 22 novembre 2014
VIOLENZE DA LAVARE CON ALTRE VIOLENZE

.

Cosa succede in quei giorni del 1945? La Liberazione: l'Ottava armata britannica attraversa il Po e marcia verso nord. Aggregato agli inglesi c'è anche il Gruppo di combattimento "Cremona", che fa parte del Regio Esercito e fiancheggia gli alleati. Ci sono anche i partigiani, quelli della 28? brigata garibaldina "Mario Gordini", sotto il comando di Arrigo Boldrini. Sia gli effettivi del "Cremona" sia i partigiani sono tutti originari del Ravennate. Arrivano a Codevigo il 29 aprile: liberatori ma anche giustizieri. Seviziano ed eliminano subito la fascista maestra del paese, Corinna Doardo, e altri due o tre neri locali. È solo l'inizio. A decine vengono ammazzati nei campi, sugli argini del Brenta e del Bacchiglione, dentro a qualche casa colonica. I corpi sono abbandonati o buttati in fiume. La vendetta partigiana è una vendetta scientifica, ma non del tutto immotivata. Una resa dei conti, violenze patite da lavare con il sangue. Gli uccisi furono 136. Di questi 18 erano di Codevigo, Pontelongo, Correzzola, Piove di Sacco, almeno 64 residenti in provincia di Ravenna e sugli altri non c'è certezza.
-
Il Mattino di Padova - Venerdì 21 novembre 2014
SCUOLE, UFFICI E MAGAZZINI DA BONIFICARE 356 LUOGHI

.

PADOVA Scuole materne, uffici pubblici, magazzini comunali: sono 356 gli edifici aperti al pubblico che registrano la presenza di amianto nei loro fabbricati. Un’enormità anche pensando ai costi di bonifica e smaltimento, che richiedono personale specializzato dotato di adeguati dispositivi di protezione. A compilare la mappatura regionale amianto è l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, che con una campagna avviata nel 2013 e conclusa nell’estate scorsa ha censito per ora tutti gli enti pubblici locali proprietari di fabbricati con presenza di amianto. Il risultato è per certi versi scontato: siamo pieni di costruzioni realizzate con amianto-cemento, anche perché questo minerale dalle caratteristiche molto particolari è presente nella vita quotidiana da secoli. Claudio Martinelli è il responsabile del Centro regionale amianto di Arpa Veneto: insieme ai colleghi delle sedi provinciali ha coordinato il lavoro di mappatura, che proseguirà nei prossimi mesi con il censimento dei luoghi privati con presenza di amianto, soprattutto attività produttive e abitazioni private. Il nostro obiettivo è quello di far emergere il problema - spiega Martinelli -perché la cosa più importante è la conoscenza: non è tanto sapere se c’è o no, ma saperlo. E allora bisogna cominciare con una mappatura. E’ quello che stiamo facendo. Difficile censire tuttavia tutta la casistica: il materiale è diffusissino, perché nel dopoguerra è stato usato per moltissimi impieghi. Pochi sanno, ad esempio, che oltre il 60 per cento delle conduttore acquedottistiche del territorio è realizzato in amianto-cemento . L’amianto - spiega Martinelli – c’è in più di tremila articoli che fanno parte della nostra vita: non solo nei pannelli di eternit comunente usati per le coperture, ma anche nei pavimenti in linoleum, nei pannelli isolanti, alcuni tipi di vernici e sino alle conduttori degli acquedotti. Non è pericoloso fino al momento in cui viene manomesso e magari sbriciolato: in questi caso bisogna usare tutta la cautela per evitare di respirare le polveri Secondo Martinelli c’è ancora molto da fare, soprattutto per arrivare a una maggiore coscienza del problema e da lì intervenire con i lavori di bonifica. La presenza di amianto infatti va gestita con scrupolo e seguendo precise procedure stabilite dalla normativa. Ma prima di tutto, appunto, bisogna sapere che c’è. Nella mappatura regionale compiuta da Arpa emerge un altro dato: che più di un terzo delle amministrazioni comunali, sollecitate dall’Agenzia regionale, non hanno risposto al questionario formulato per costruire la mappatura. Distrazione o sottovalutazione del problema Tra i più scrupolosi, invece, il Comune di Pontelongo (Padova) che ha segnalato in ben 24 siti (ma nessuna scuola) l’amianto.

Daniele Ferrazza
.
PONTELONGO Due rappresentazioni di Anton Cechov Serata dedicata allo scrittore russo Anton Cechov in Villa Foscarini Erizzo. Domani dalle 20.45 la compagnia teatrale “Gli inesistenti” – Teatro filosofico di Padova presenterà, con la regia di Mario Simonato, il monologo “Del danno del tabacco” e l’atto unico “L’anniversario”. Ingresso libero.

(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Giovedì 20 novembre 2014
INUTILE LA FUGA DALL’ALCOLTEST: DENUNCIATO
Stava tornando a casa in auto, dopo aver alzato il gomito al bar con gli amici, e appena ha visto il posto di controllo dei carabinieri ha pensato bene di azzardare un’inversione di marcia per sfuggire alle sue responsabilità. La manovra, tuttavia, non è passata inosservata dai militari che lo hanno inseguito e denunciato. Si è conclusa male la serata di M.L., 58 anni, residente a Pontelongo. È stato fermato dai carabinieri dopo aver cercato di allontanarsi da viale Stazione l’altra notte, intorno all’1.30 per evitare il test con l’etilometro. Test a cui, infine, è stato sottoposto e che lo ha inchiodato: il suo tasso alcolico era di 1,19. Per il 58enne è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza oltre al ritiro della patente e la decurtazione di dieci punti. Ai militari l’uomo ha confessato di aver preso paura quando li ha visti, sapendo che al bar aveva un po’ esagerato con l’alcol.
-
Il Mattino di Padova - Mercoledì 19 novembre 2014
PONTELONGO La presentazione del corso di spagnolo L’assessorato alla Cultura propone un corso di spagnolo sia a livello base sia avanzato. Dieci lezioni di due ore ciascuna per una quota di partecipazione di 80 euro. L’iniziativa sarà presentata domani sera alle 21 nella sede delle associazioni di via Martiri d’Ungheria. Per informazioni e iscrizioni scrivere una mail a bibloteca@comune.pontelongo.pd.it.

(al.ce.)
-
Il Mattino di Padova - Martedì 18 novembre 2014
.
PONTELONGO Favole a merenda “Favole a merenda” è l’appuntamento proposto dalla biblioteca comunale in collaborazione con il Teatro Fuori Rotta. Letture animate, merenda e laboratorio creativo per bambini dai quattro agli otto anni. Appuntamento oggi pomeriggio dalle 16.15 alle 17.30. Costo 3 euro per bambino. Per adesioni e informazioni scrivere a biblioteca@comune.pontelongo.pd.it oppure telefonare al numero 049/9776568.

(al.ce.)
-

Il Mattino di Padova - Martedì 11 novembre 2014
ENEL CONTROLLA CON L’ELICOTTERO LO STATO DI SALUTE DELLE LINEE
.
PADOVA Un elicottero; telecamere ad alta risoluzione; avanzato sistema di elaborazione dati. Con questi strumenti ha preso il via da qualche giorno un nuovo lotto di ispezioni eliportate in provincia di Padova. Obiettivi sono la sostanziale verifica dello “stato di salute” delle linee elettriche a media tensione, il miglioramento della qualità del servizio elettrico e la riduzione del numero di interruzioni di energia. Il controllo delle linee aeree? dichiara Luciano Cardin, responsabile Esercizio Rete di Enel Distribuzione Triveneto ?è una attività fondamentale per garantire la qualità del servizio. Fino ad alcuni anni fa la si faceva battendo passo a passo i quasi 84.000 chilometri di linee del Veneto. Con questi sistemi innovativi continua Cardin riusciamo a fare un check up veloce e sempre molto accurato dello stato di salute degli impianti che ci consente di intervenire, in caso di necessità, con tempestività e precisione in tutte le situazioni che potrebbero pregiudicare la regolarità del servizio?. L’attività di monitoraggio consiste nel sorvolo a bassa quota delle linee al fine di consentire la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti. Durante queste ispezioni infatti viene posta particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, alla verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei posti di trasformazione su palo. La diagnosi delle eventuali anomalie viene poi completata con una ispezione dei tecnici Enel che pianificano gli interventi mirati. L'intervento viene realizzato con le linee elettriche in tensione, senza ricorrere ad alcuna interruzione del servizio. I Comuni interessati dall’attività ispettiva sono: Abano Terme, Agna, Albignasego, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Arzergrande, Bagnoli di Sopra, Bsttaglia Terme, Borgoricco, Bovolenta, Brugine, Cadoneghe, Campo San Martino, Campodarsego, Campodoro, Camposampiero, Candiana, Carmignano di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo, Conselve, Correzzola, Curtarolo, Due Carrare, Fontaniva, Galliera Veneta, Galzignano Terme, Gazzo, Grantorto, Legnaro, Limena, Loreggia, Maserà, Massanzago, Mestrino, Monselice, Montegrotto Terme, Noventa Padovana, Padova, Pernumia, Piazzola sul Brenta, Piombino Dese, Piove di Sacco, Polverara, Ponte San Nicolò, Pontelongo, Pozzonovo, Rovolon, Rubano, Sant’Angelo di Piove, Sant’Elena, San Giorgio delle Pertiche, San Giorgio in Bosco, Santa Giustina in Colle, San Martino di Lupari, San Pietro in Gu, San Pietro Viminario, Saonara, Selvazzano Dentro, Solesino, Terrassa Padovana, Tombolo, Trebaseleghe, Tribano, Veggiano, Vigodarzere, Vigonza, Villa del Conte, Villafranca Padovana, Villanova di Camposampiero.
-
Il Mattino di Padova - Domenica 9 novembre 2014
PONTELONGO Giornata di celebrazioni per la Festa dell’unità nazionale e delle forze armate nell’anno del centenario dall’inizio della Prima Guerra Mondiale. Alle 9.30 ritrovo al museo GeSta sulla Grande Guerra con visita guidata. Alle 10.30 messa e a seguire corteo sino al monumento ai caduti per la deposizione della corona d’alloro. Intervento delle autorità e della storica Lisa Bregantin. Nella mattinata manifestazioni anche ad Arzergrande e nella frazione di Vallonga.

(al.ce.)
-

Il Mattino di Padova - Sabato 8 novembre 2014
Ladri in una casa di via Gozzi. Rubati gioielli
.
PONTELONGO Blitz dei ladri in un’abitazione nel quartiere residenziale di via Gaspare Gozzi. Spariti alcuni monili in oro di valore effettivo e anche affettivo. È stato un colpo mordi e fuggi, consumato l’altro giorno in pochi minuti, quasi sicuramente nelle prime ore della sera, prima del rientro dei proprietari. Ignoti si sono introdotti nei locali senza apparenti difficoltà, forzando e danneggiando una delle finestre della cucina. Dopo avere rovistato in tutte le stanze, aperto cassetti e armadi e rovesciato tutto un po’ di tutto, i ladri sono fuggiti da un’uscita sul retro senza lasciare tracce visibili. Dall’abitazione hanno portato via un orologio e un paio di orecchini d’oro. Ai proprietari non è rimasto altro di presentare denuncia ai carabinieri di Codevigo.
-
Il Mattino di Padova - Venerdì 7 novembre 2014
È MORTO BAFFO UNA VITA NEL SUO BAR
.
PONTELONGO A 83 anni se n’è andato “Toni baffo”, titolare dello storico e omonimo bar di via Mazzini, nel cuore del paese. Antonio Turato è mancato l’altra sera, nella sua abitazione, circondato dall’affetto dei propri cari. Lascia la moglie Tosca e i figli Mara e Nerio. Il paese perde così un altro pezzo della sua storia recente. Dal 1970 il bar “Dal baffo” è uno dei punti nevralgici della vita sociale del paese. Anche se ormai dietro al bancone ci sono il figlio, la suocera e le nipoti, Antonio non ha mai fatto mancare la sua presenza. Stasera alle 20 in chiesa sarà recitato il rosario. Il funerale sarà celebrato domani alle 15, sempre a Sant’Andrea, dove dalle 12 sarà allestita anche la camera mortuaria.

(al.ce.)
-

Il Mattino di Padova - Mercoledì 5 novembre 2014
PONTELONGO Primo soccorso lezioni per i genitori Al via un corso di primo soccorso pediatrico tenuto da personale specializzato e rivolto a genitori. Si comincia sabato mattina dalle 9 alle 12 in patronato. Si parlerà di ustioni, cadute, ferite e di tutte le situazioni di emergenza che possono coinvolgere i neonati. Il corso è gratuito, a posti limitati. Per prenotarsi: 049/9701273 e roberta@gquattroservizi.it.

(al.ce.)

-

Il Mattino di Padova - Lunedì 3 novembre 2014
.
PADOVA È stato il turno dei tre derby di B/2, mentre in B/1 non ci sono ancora gioie per le formazioni padovane. B/1 femminile. Il tifo di casa aiuta molto LeAli Padova, c’è invece da superare la tensione da trasferta. A Cerea, nel Veronese, Dall’Ora e compagne non entrano mai veramente in gioco e la partita si risolve in un facile 3-0 per l’Isuzu, in poco più di un’ora. Le ospiti partono bene all’inizio del primo set, firmando quello che resterà l’unico vantaggio (8-5), ma non riescono poi a incalzare le avversarie. Servizi pungenti e un muro determinato che si concentra su Secco e Dall’Ora fermano le padovane, molto imprecise. B/1 maschile. La trasferta più lunga della stagione si rivela amara per il Tmb Monselice che, a Grottazzolina, nelle Marche, rimedia una sconfitta per 3-1 rimanendo ancora a zero punti. E dire che il sestetto della Rocca aveva iniziato il match nel migliore dei modi, portandosi in vantaggio di un set: alla fine non bastano la superiorità esibita a muro e un ottimo Drago, capace di mettere a terra 21 palloni, contro un Grottazzolina più concentrato e capace di risollevarsi dopo essersi trovato sotto 2-8 nel quarto parziale. B/2 femminile. Doppio derby padovano. Continua a sorprendere la matricola Aduna Pontelongo, che passa in casa del Full Spot per 3-1 portandosi da sola al comando del girone. Partita dai contenuti agonistici accesi, ma segnata da errori in attacco per il Full Spot e da un grande muro per l’Aduna, pur privo di capitan Borgato: 16 punti con questo fondamentale, di cui 7 della sola Bertelle. Alle sue spalle c’è il Fratte, che s’impone al tie break in casa del Monselice Euganea. Due volte sotto nel computo dei parziali, le ragazze di Trolese riescono a portare la gara al quinto: arrivano a un punto dalla vittoria, ma dopo 2 ore e 20’ devono inchinarsi alle ospiti, fra le quali brillano Rulli (23 punti, 4 muri e 3 ace) e Crozzolin (22, 3 muri e un ace). B/2 maschile. C’era un derby anche qui: vittoria facile per il Valsugana contro i giovani della Pallavolo Padova. Troppo il divario tecnico e di esperienza tra le due formazioni, con il sestetto di Mario Di Pietro che cancella le velleità dei padroni di casa vincendo in scioltezza 3-0 con un ottimo Turrato e un grintoso Cattapan, nonostante i 13 punti di Bacchin per i bianconeri, che non hanno potuto contare su Vianello. E la settimana prossima ci sarà un altro derby, con la gara fra Valsugana e Silvolley Trebaseleghe che, ieri sera, ha superato al tie break lo Sloga Trieste.

-

Il Mattino di Padova - Domenica 2 novembre 2014
GLI ANZIANI GIOCANO COI TRUCCHI E SCOPRONO UN’ALTRA BELLEZZA
.
PONTELONGO Sperimentare un’idea di bellezza intesa come percorso che incentivi a prendersi cura di sé, degli altri e del mondo. È il concetto che ha ispirato il laboratorio realizzato negli ultimi mesi nella casa di riposo Galvan e che si è ora concluso con l’allestimento di una mostra fotografica nella sala Verde di Caffè Pedrocchi a Padova, in attesa di approdare in paese durante la festa patronale di Sant’Andrea. L’attività, proposta dagli operatori del servizio animazione della Galvan in collaborazione con un gruppo di parrucchieri ed estetisti della “Frenesia Parrucchieri”, ha visto la partecipazione di una quindicina di ospiti. Con cadenza mensile, raccontano le educatrici Angela Marigo e Caterina Pia, abbiamo dato ai partecipanti la possibilità di farsi fare massaggi alle mani e alla testa, provare nuove acconciature, farsi colorare le unghie anche con colori accesi per loro decisamente inusuali, farsi truccare labbra e occhi. Di volta in volta veniva poi scelto un particolare tema e, con la proposta di accessori come cappelli, occhiali e ventagli, i partecipanti diventavano i protagonisti di una sorta di set fotografico. Li abbiamo così motivati a mettersi in gioco rispetto al proprio aspetto, non per perseguire canoni estetici predefiniti, ma per sperimentare nuove immagini di sé e diversi modi di rappresentare la propria personalità. Lo scopo?, concludono le educatrici, è stato quello di valorizzare il proprio aspetto per dare valore al proprio sé, facilitando la possibilità di entrare in relazione e promuovere, attraverso le immagini, un’idea di bellezza diversa, che li ha spinti a interpretare se stessi e il mondo con occhi nuovi?. Per la casa di riposo Galvan questo è solo uno dei tanti progetti centrati sull’ospite che è considerato una risorsa.

(al.ce.)

-

Il Mattino di Padova - Sabato 1 novembre 2014
PONTELONGO, IL MUSEO GESTA È PRONTO
.
PONTELONGO Ultimi preparativi per l’apertura del 4 novembre del museo GeSTA, dedicato alla Grande Guerra, negli spazi restaurati dell’ex scuola elementare di largo Cavalieri di Vittorio Veneto. Il museo aprirà le sue porte ai visitatori con reperti e documenti inediti, oltre che con un percorso didattico più elaborato. L’apertura coinciderà con le celebrazioni in occasione della Giornata dell'Unità Nazionale e la Festa delle Forze Armate, dalle 10.30 in poi.

(al.ce.)

-

Il Mattino di Padova - Sabato 1 novembre 2014
TRACCIATI PADOVANI, ALTRA GUIDA PER PIOVE
.
PIOVE DI SACCO “Da Padova a valle Millecampi - Guida al territorio tra Padova e la laguna padovana”: è il titolo della pubblicazione che è stata presentata in occasione dell’inaugurazione di “Saccisica in mostra”. Si tratta della seconda guida della collana “Tracciati padovani” dell’editore Tracciati, e si occupa del territorio compreso tra il Portello di Padova e la valle Millecampi, passando per Piove di Sacco e la Saccisica. Scopo della guida è promuovere la conoscenza anche a fini turistici dell’area a est del capoluogo, attraversata dalla strada verso il mare Adriatico, la “Piovese”, compresa tra i due fiumi che un tempo erano le vere autostrade per i traffici commerciali e gli spostamenti, Brenta e Bacchiglione. Il testo interessa tredici comuni: Noventa Padovana, Saonara, Ponte San Nicolò, Legnaro, Polverara, Brugine, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Piove di Sacco, Arzergrande, Pontelongo,Codevigo e i comuni veneziani di Vigonovo e Campolongo Maggiore. La guida parte dalle porte Contarine, il Portello e il Piovego, da cui negli ultimi secoli partiva la navigazione fluviale dalla città verso la laguna. Se l’approdo è valle Millecampi, il centro è senza dubbio Piove di Sacco. Si descrivono 40 chiese, innumerevoli ville, opere d’arte, ma anche beni ambientali e molto altro?, sottolinea l’autore Emanuele Cenghiaro. Riscoprire il patrimonio culturale, storico e artistico di questo territorio perché chi vi abita possa con consapevolezza e passione disegnarne il futuro è il motivo da cui nasce questa guida. Sabato il libro sarà presentato da Cenghiaro insieme all’architetto Davide Doardo, la storica dell’arte Elisabetta Favaron e l’assessore alla cultura di Piove Paola Ranzato.

(e.l.)

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 45    utente sei il visitatore n°2615575 dal 1° gennaio 2010