Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2014 | Maggio 2014

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   06/06/2014

Maggio 2014

 

www.vanityfair.it - Sabato 31 Maggio 2014
.
Difficile fare una classifica dei motivi per andare a far visita al giovane chef Piergiorgio Siviero. Il suo curriculum è costellato di esperienze internazionali e di riconoscimenti di primo livello, che si apprezzano tutte quando si prende in mano la forchetta: nessuna spuma, aria, polvere, ma cibo elegante, e vero. L’AMBIENTE: L’Albergo Ristorante Trieste, come è giusto definirlo, ha una storia lunga un secolo, cominciata grazie a Lazzaro (Siviero) nel 1915 e che oggi si tramanda grazie ai due giovani nipoti, lo chef Piergiorgio e la sorella Daniela (in sala, impeccabile e sorridente). Dietro le quinte, la loro mamma e la zia. La sala è pulita, le tavole apparecchiate di tutto punto per circa 30 coperti, sedie vestite per un ambiente guidato dal gusto dei proprietari – nel bene e nel male, senza la mano furba degli architetti. La carta dei vini è ampia, con selezioni nazionali e francesi, bollicine. Se si vuole tirare tardi, le 10 camere al piano superiore sono provvidenziali. LO CHEF: Piergiorgio, trentenne, ha trascorso quattro anni nelle cucine di Ducasse e ha già raggiunto la qualificazione fra i finalisti del premio Bocuse d’Or. Nel 2005 è tornato nella sua Pontelongo dove ha preso in mano il timone del ristorante di famiglia e nel 2012 è arrivata la sua prima stella Michelin. Lo si è visto in tv alla Prova del cuoco e fa parte dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, ma lo si trova in cucina. COSA SI MANGIA: La cucina di Siviero è improntata sulla ricerca delle materie prime, l’uso del pesce freschissimo in abbinamenti inaspettati o in piatti tradizionali modernamente eseguiti. Niente arie, dripping e concessioni alla cucina “molecolare” per dimostrare di essere contemporanei ma “solo” piatti eleganti, dai sapori definiti e ben presentati. Fra i classici, seppia battuta in acqua e sale con pere Passa Crassana, latte cagliato alle erbe di campo, pizza di patate (la seppia cruda così, altro che sushi); la sFogliola nostrana alle mandorle, aceto di lamponi e tonnè di cetriolo ed erbe (una salsa ariosa e compatta, senza il bisogno del sifone). Gli antipasti regalano un grande effetto sorpresa, consolidato dai primi piatti come il Farrotto con acciuga dolce e cavolo nero mantecato al Brillat Savarin e mele Pink Lady; Spaghetto di grano senatore Cappelli, aglio e olio, scampo crudo e pane al peperoncino.PERCHÉ È VANITY: Perché unisce la “conduzione familiare” all'innovazione al massimo livello.
Albergo ristorante Trieste – Pontelongo (PD)
www.lazzaro-1915.it Prezzo: si cena con circa 70€ (senza vino)
-
IL Gazzettino di Padova - Venerdì 30 Maggio 2014,
Tares, tutti i calcoli finiscono in Rete. Padova3 ha potenziato gli sportelli e attivato una procedura web per la compilazione telematica.
.
Aiuto, arriva la Tares! Nei prossimi giorni migliaia di famiglie della Bassa Padovana riceveranno una lettera relativa alla verifica dei dati catastali delle unità immobiliari di proprietà e pure di quelle in affitto, indispensabile per il calcolo del nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. La nota arriverà nella cassetta delle lettere nel caso in cui l'incrocio delle informazioni fra la banca dati rifiuti e i dettagli forniti dal Catasto presenti situazioni di conflitto. Per ottemperare all'obbligo di verifica di questi dati, Padova3 ha potenziato gli sportelli territoriali e attivato una procedura via web per la compilazione telematica. Per compilare la pratica si dovrà accedere al sito, già online da mercoledì, www.pdtre.it/catasto. Sarà richiesto l'inserimento del proprio codice fiscale e del codice della pratica ricevuto per posta. Il sistema, attivo 24 ore al giorno, permetterà all'utente di compilare la propria pratica attraverso una serie di passaggi guidati, evitando spostamenti e code agli sportelli. Una procedura realizzata seguendo i moderni standard di usabilità e accessibilità - spiegano i responsabili del consorzio che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella Bassa - un servizio che permette non solo di evitare attese inutili, ma garantisce una soluzione comoda e veloce anche a chi non ha la possibilità di spostarsi per qualsiasi motivo. La procedura consentirà di confermare inoltre l'avvenuta cessione di un immobile oppure il fatto che una casa sia vuota e inoccupata, o magari occupata da terzi. Ricordiamo che questa attività non solo è obbligatoria ai fini di legge - fanno sapere da Padova3 - ma è necessaria per la corretta applicazione della Tares. L'attività posta in essere permette quindi agli utenti, senza patemi, di provvedere a regolarizzare la propria posizione senza oneri e senza dover andare agli sportelli. Per le informazioni è possibile chiamare il numero verde 800238389, mandare una e-mail a catasto@pdtre.it oppure visitare il sito.
-
IL Gazzettino di Padova - Giovedì 29 Maggio 2014,
PONTELONGO Il sindaco riconfermato punta su casa di riposo, rotatoria e archivio - Canova: Ecco i miei tre progetti.
.
È iniziato ufficialmente il secondo mandato di Fiorella Canova, riconfermatasi primo cittadino di Pontelongo all’ultima tornata elettorale. Con 1070 voti, pari al 49,47% del totale, Canova, a capo della lista Insieme per Pontelongo, ha staccato gli avversari Roberto Franco, con la lista Pontelongo Democratico Unito e Solidale, che ha totalizzato 736 voti, e Marino Zenna, con Pontelongo 2000, fermatasi a 357 voti. È stata una grande vittoria e i cittadini ci hanno ripagato per il lavoro che abbiamo svolto negli ultimi cinque anni - ha commentato Canova all'indomani dell'elezione - Quello che mi preme sottolineare, innanzitutto, è stata la massiccia presenza di giovani che si sono recati alle urne e che hanno segnato la loro preferenza verso altri giovani, candidati nelle liste, in un comune come il nostro, solitamente restio ad assegnare preferenze - ha voluto puntualizzare - È evidente che sono stati proprio questi ragazzi a portare alle urne i loro coetanei ed è giusto riconoscerne il merito. Canova annuncia di essere già pronta per l'insediamento del neoeletto consiglio comunale. A breve definiremo gli incarichi e la squadra di governo - ha commentato - con l'insediamento del consiglio comunale. Continueremo a portare avanti quanto iniziato nella precedente legislatura - conferma - Non ci siamo mai fermati, nè ci fermeremo. Tra i punti fondamentali di quello che era il programma elettorale, e che ora troverà concretezza nell'azione amministrativa, il sociale, la famiglia ed il lavoro. Porteremo avanti il progetto già realizzato per la casa di riposo Galvan e proseguiremo con la realizzazione della rotatoria di via Villa del Bosco, di cui già abbiamo il progetto, che andrà definito e completato con la richiesta dei contributi necessari alla realizzazione dell'opera - ha precisato - Altra iniziativa a cui teniamo molto è il completamento del recupero del nostro archivio storico. Al riguardo, è già stato formalizzato il progetto, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio ottenendo un contributo di circa 32 mila euro.
(L.T.) 
-
IL Mattino di Padova - Giovedì 29 Maggio 2014
Biblioteche più ricche con la Media library un catalogo digitale.
.
Dal primo giugno tutte le biblioteche del Bacino bibliografico della Saccisica e del Conselvano (Bbsc), Piove di Sacco capofila, aderiranno al progetto Media library on line (Mlol) che mette a disposizione un catalogo digitale per il prestito dei documenti. Una piccola rivoluzione che consentirà, da casa, da scuola, dall’ufficio e da qualsiasi parte del mondo, di accedere a libri, riviste, quotidiani e documenti on line. È un progetto molto importante e dalle enormi potenzialità, spiega l’assessore alla Cultura Paola Ranzato, anche perché funziona 24 ore su 24 ed è completamente gratuito. Per accedervi è necessario soltanto essere in possesso della tessera della biblioteca. Il catalogo digitale (a cui si accede dal sito http://opac.provincia.padova.it/library) è una miniera di opportunità: ci sono libri, audiolibri, film, banche dati, e-book, quotidiani locali e nazionali e periodici di ogni settore, inoltre l’accesso alla Press Display mette a disposizione più di 1.500 testate di quotidiani di tutto il mondo. Rappresenta uno straordinario strumento che apre infinite possibilità, anche e soprattutto per gli studenti e i professionisti. Le biblioteche del Bbsc sono già coordinate nel sistema informatico unico che consente ai sedici istituti culturali di lavorare in linea in tempo reale, con un’unica tessera che consente il prestito interbibliotecario. Tramite Mlol si fa un passo in avanti verso l’integrazione dei servizi bibliotecari. Restano invariati i servizi offerti dalla biblioteca, aggiunge l’assessore Ranzato, che anzi offrirà, tramite il servizio civile, corsi di alfabetizzazione informatica per consentire a una platea sempre più ampia di utilizzare il catalogo digitale. La piattaforma Mlol garantirà una perfetta complementarietà fra offerta cartacea e multimediale.
(e.l.)
-
IL Mattino di Padova - Mercoledì 28 Maggio 2014
Trecentomila euro per la Casa di Riposo
.
Trecento mila euro per la casa di riposo “Antonio Galvan” di Pontelongo. È di questi giorni la lettera con cui il consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ha comunicato al presidente Donatello Magagnato l’orientamento favorevole al sostegno del progetto di costruzione della nuova cucina e dei locali accessori che andranno a occupare una porzione della vecchia struttura adiacente al centro servizi di via Martiri d’Ungheria. Risorse che serviranno nello specifico alla realizzazione dei lavori di messa in sicurezza e di demolizione e quindi alla vera e propria ricostruzione della struttura. Prende vita così il progetto più generale disegnato da Magagnato e dal suo consiglio di amministrazione che intende recuperare completamente la vecchia sede, realizzando a stralci nuovi spazi per creare non solo quei servizi generali necessari al funzionamento della casa di riposo, ma anche per erogare prestazioni usufruibili da tutti i cittadini. Ringraziamo la Fondazione per la sensibilità che ha dimostrato, ha affermato il presidente Magagnato, che ripaga il grande lavoro di programmazione strategica del nostro consiglio di amministrazione e del nostro direttore Roccon.
(al.ce.)
-

IL Mattino di Padova - Martedì 27 Maggio 2014

.
PONTELONGO I pontelongani hanno riconfermato Fiorella Canova alla carica di primo cittadino. Alta l’affluenza ai seggi, che ha raggiunto il 73,79%. A favore della civica di centrodestra “Insieme per Pontelongo” si sono espressi in 1.070, cioè il 49,46% dei votanti. Nel 2009 furono 1.101, ma in rappresentanza di un 47,42%. La cittadinanza ha premiato tutta la nostra squadra, ha subito sottolineato la Canova, visibilmente emozionata, per il grande lavoro di questi ultimi cinque anni. Ora possiamo continuare con i nostri progetti, forti di questo riscontro elettorale. Crolla invece il centrosinistra con la lista “Pontelongo 2000” che ottiene il peggior risultato degli ultimi quindici anni. La differenza con il dato delle Europee ancora una volta avvalora la tesi di come le amministrative siano una storia a parte. Una mazzata per Marino Zenna e il suo gruppo, cui sono andati la miseria di 357 voti, il 16,5% del totale. Un risultato deludente, ha commentato lo sconfitto, è evidente che la nostra proposta non è stata condivisa. Sappiamo di essere stati seri e corretti e per questo non ci rimproveriamo nulla. Ottiene invece tre consiglieri di minoranza la civica “Pontelongo democratico, unito, solidale” del candidato Roberto Franco. In pochi mesi l’ex sindaco è riuscito a costruire un progetto capace di raccogliere 736 voti (il 34,02%). L’unico rammarico ha detto Franco rimangono le mancate primarie nel centrosinistra. Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - Lunedì, 26 MAGGIO 2014
PUGILATO DOMINIO DELLA BOXE PIOVESE AL MAGGIO PONTELONGANO
.
PONTELONGO. Dominio dei pugili della Boxe Piovese sabato pomeriggio al Trofeo Maggio Pontelongano, organizzato in piazza a Pontelongo dalla società pugilistica di Gino Freo e Luigino Gatto in collaborazione con la Pro loco. Su dodici incontri in programma i pugili della Boxe Piovese ne hanno vinti nove. Continua la striscia positiva del diciassettenne Morris Zago che nella categoria Youth si sta rivelando tra i migliori pugili a livello nazionale.Il peso welter nonostante la giovane età ha finora disputato 50 combattimenti con 37 vittorie, 3 pari e 10 sconfitte. Le sue caratteristiche sono la potenza supportata da una buona tecnica e il gioco di gambe. A Pontelongo ha fatto bella figura anche l’Elite Stefano Mantegazza che combatte nella categoria dei 64 kg. Il dilettante della Piovese, che in base al nuovo regolamento federale combatte senza il caschetto, ha messo in serie difficoltà il suo avversario, il vicentino Marco Massignan, che nel corso della terza ripresa è stato contato dall’arbitro. Agli ultimi campionati italiani Mantegazza non è arrivato alla finale perché ha trovato sulla sua strada il capitano della Padovaring, Davide Festosi. Nella riunione pugilistica di sabato, nell’unico combattimento femminile, ha combattuto la fidanzata di Devis Boschiero, Alessia Gottardo. Pur soffrendo la statura dell’avversaria, più alta di lei di alcuni centimetri, è riuscita ad ottenere una vittoria che è di buon auspicio per il futuro tra le Elite di seconda serie. Risultati. Categoria Senior. Kg 69: Andrea Zennaro (Piovese) b. Jacopo Scorsone (Gordini Ravenna). Kg 60: Samuele Sensi (Boxe Bergamo) b. Massimo Lorenzon (Piovese). Kg 75: Federico Bacchin (Piovese) b. Marco Balestra (Gordini Ravenna). Kg 91: Maikel Millas (Piovese) e Singh Manjinder (Verona Boxing) pari. Kg 69: Joscioal Millas (Piovese) b. Raffaele Barra (Boxe Bergamo). Kg 64: Aramis Menin (Piovese) b. kot Jacopo Fanti (Gordini Ravenna). Kg 91: Sergio Sinigur (Piovese) b. Mattia Schiavolin (New Boxe). Scoolboys. Kg 59: Nachel Millas (Piovese) b. Davide Piano (Gordini Ravenna). Elite 2/a. Alessia Gottardo (Piovese) b. Lisa Brighi (Gordini Ravenna). Yout. Kg 64: Morris Zago (Piovese) b. Giuseppe Maganucco (Gordini Ravenna). Elite 1/a. Kg 64: Stefano Mantegazza (Piovese) b. Marco Massignan (Boxe Vicenza). Kg 69: Marco Campori (Gordini Ravenna) b. Nicola Fasolo (Piovese).
(g.b.)
-
IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 21 MAGGIO 2014
I candidati si misurano con crisi e welfare . Pontelongo, confronto fra i leader incentrato sulle ricette per garantire servizi e sostegno alle famiglie.
.
PONTELONGO. Passione politica e impegno civile sono ancora molto vivi a Pontelongo. C’erano almeno trecento persone (ben oltre il 10 per cento degli aventi diritto al voto) ad assistere con interesse al confronto tra i tre candidati sindaci di giovedì sera organizzato dalla diocesi e dal consiglio pastorale e ospitato negli spazi della pro loco. L’impressione è che si tratterrà di una gara elettorale molto tirata, che si giocherà fino all’ultima preferenza. Fiorella Canova (Insieme per Pontelongo), Roberto Franco (Pontelongo democratico, unito, solidale) e Marino Zenna (Pontelongo 2000) hanno risposto a una serie di interrogativi della cittadinanza posti da Guglielmo Frezza, direttore della Difesa del Popolo, che ha fatto sintesi di ciò che era emerso in un incontro di formazione tenutosi nelle scorse settimane. Durante il confronto i candidati hanno affrontato il tema del futuro degli enti locali nell’ottica delle unioni tra comuni, delle politiche di integrazione in paese, dei servizi alla persona e del ruolo della medicina di base associata, del rapporto con il mondo delle associazioni. Ci si è soffermati anche sul tema della crisi economica e del lavoro, con i riflessi anche per i pontelongani. Cosa può fare il Comune? Bisogna puntare sul rilancio dell’occupazione, ha detto Roberto Franco, con misure dirette. È un nostro impegno prioritario. Punteremo su corsi di orientamento per i giovani, sul programma europeo “Garanzia giovani”, sulla formazione professionale e tirocini con accordi con le imprese locali. Rinunceremo alle indennità e utilizzeremo questo risparmio per finanziare misure per il sociale. Fiorella Canova ha invece parlato con dati alla mano, forte dell’ultima esperienza amministrativa: Abbiamo attivato lo “Sportello lavoro” con la Provincia e realizzato progetti voucher a favore di disoccupati, ha detto. La situazione è sempre più difficile, per questo servono politiche nazionali diverse. I contributi dei comuni non bastano più. Infine Marino Zenna: Un comune può fare poco per il lavoro ma molto per chi lo ha perso. Abbiamo progetti per trasformare il 5 per mille che i cittadini possono destinare al Comune in attività sociali di sostegno ai disoccupati. In pratica si tratta di dare contributi in cambio della disponibilità a svolgere servizi e lavori per la comunità.
Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 21 MAGGIO 2014
Altre quattro telecamere in funzione
.
PONTELONGO È stata ampliata la rete di videosorveglianza: gli occhi puntati sul paese ora sono dodici. È stato completato e migliorato il sistema a circuito chiuso che dalle cinque telecamere del 2009 ora è diventato più capillare. In particolare in queste ultime settimane sono state posizionate quattro nuove postazioni ad alta definizione, con visione all’infrarosso, che sono in grado di leggere le targhe dei veicoli in qualsiasi condizione di luce. Si trovano sulla rotonda di ingresso del paese, in via Zuccherificio, in via Alighieri e in via Villa del Bosco. In questa maniera i punti nevralgici di ingresso al paese sono monitorati in maniera continuata. Inoltre sono state sistemate e controllate tutte le telecamere già esistenti e in particolare quelle puntate sulle piazze. Oltre a garantire più sicurezza, l’amministrazione ha voluto dare una sferzata anche dal punto di vista del decoro urbano. In questa chiave va visto il sistema di tre telecamere installate in via Alighieri che porta all’ingresso dello zuccherificio e del ristrutturato ecocentro. Negli ultimi mesi troppi sono stati, infatti, gli abbandoni di rifiuti lungo la sede stradale.
Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 14 MAGGIO 2014
Esce di strada, pesa 180 kg: automobilista salvato con la gru.
.
PIOVE DI SACCO. Viene tamponato e l’auto finisce nel fosso: per recuperarlo, con i suoi 180 chili di peso, i vigili del fuoco hanno dovuto imbragarlo e issarlo con l’autogru. Brutta avventura ieri mattina per un settantaseienne di Arzergrande, protagonista dell’incidente che si è verificato poco dopo le dieci in via Borgo Botteghe ad Arzerello. Nello stesso incidente, tra l’altro, è rimasto ferito anche un vigile, urtato mentre eseguiva i rilievi da un’auto in transito. E.D. era alla guida della sua Peugeot 407 e giunto all’altezza della cantina sociale Sansovino ha rallentato per svoltare a destra ed entrare nel parcheggio. In quel momento sopraggiungeva da dietro una Mercedes condotta da M.G., 72 anni, di Pontelongo. La donna non si è avveduta che l’auto davanti aveva rallentato per svoltare, (i vigili stanno cercando di capire se era stata inserita la freccia per indicare la svolta, ndc) e ha tamponato violentemente la Peugeot. Quest’ultima è stata proiettata in avanti dal violento urto ed è finita nel fosso che costeggia la strada, saltando il ponticello che dà accesso alla cantina. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem 118 e la polizia locale. I medici, tuttavia, non riuscivano a estrarre E.D. dall’auto: l’uomo è rimasto incastrato ma soprattutto pesava troppo. Quindi sono arrivati i vigili del fuoco in supporto ed è grazie a loro che il settantaseienne è stato messo in salvo. L’uomo era troppo pesante per essere caricato nella barella del 118, che ha rischiato di spezzarsi. Non c’è stato altro modo di soccorrerlo se non quello di caricarlo sulla speciale barella “toboga” in dotazione ai vigili del fuoco e che viene utilizzata anche per i recuperi in elicottero. A tirarlo su dal fosso ci ha pensato l’autogru dei pompieri agganciata all’imbragatura della barella: il mezzo ha poi seguito l’ambulanza al pronto soccorso per eseguire anche l’operazione di scarico del ferito. E.D. ha riportato una ferita alla gamba e guarirà in 20 giorni. Ma in ospedale è finito anche un vigile, urtato da un’auto mentre era impegnato con i colleghi nei rilievi in via Borgo Botteghe: lui se l’è cavata con una prognosi di cinque giorni per una contusione alla gamba. L’incidente ha provocato rallentamenti al traffico.
-

IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 14 MAGGIO 2014
.
PONTELONGO Commemorazione per il bombardamento Ricorre oggi il settantesimo anniversario del primo bombardamento al paese nel corso nella Seconda guerra Mondiale. Fu una domenica drammatica quella del 14 maggio 1944 quando intorno alle 11.30 l’aviazione angloamericana iniziò una serie di bombardamenti che rasero al suolo gran parte del paese. Complessivamente morirono 33 civili e centinaia furono gli sfollati. Stamattina alle 11.45 cerimonia commemorativa al cippo di via Indipendenza nel “Quartiere del volo”.
(al.ce.)
-
IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 14 MAGGIO 2014
Protezione civile, sette giorni di lezioni ed esercitazioni.
.
PONTELONGO Sette giorni dedicati alla Protezione civile e alle sue attività. È in pieno svolgimento la “Settimana della Protezione civile 2014” che fino a domenica vedrà coinvolti, oltre al gruppo comunale, anche altre realtà territoriali del Distretto del Piovese. Ci saranno anche il gruppo cinofilo di Cavarzere, la Croce Rossa, il gruppo Radio Piovese e il Coordinamento incendi boschivi dei Colli Euganei. Tutta la settimana è caratterizzata da incontri con gli alunni delle scuole elementari e medie durante i quali sarà illustrata l’ambito di attività della Protezione civile, anche con filmati esplicativi. Non mancheranno le esercitazioni che coinvolgeranno le scuole e la casa di riposo. Venerdì alle 20.45 in municipio si terrà un convegno sul tema: “Strutture idrauliche nel territorio” con interventi di rappresentati delle Regione e del Consorzio di bonifica Bacchiglione. Durante la serata ci saranno anche le premiazioni del concorso “Come vorrei la mia protezione civile” rivolto agli alunni delle scuole del paese.
(al.ce.)
-
Il Gazzettino di Padova - Mercoledì 14 Maggio 2014,
PONTELONGO I ladri "ripuliscono" un capannone. Spariti attrezzi agricoli e da edilizia
.
 Continuano i furti di materiale edile e agricolo in tutta la zona del Piovese.L'altra notte i predoni sono entrati all'interno di un capannone di via Leopardi 56 a Pontelongo. Si tratta di una zona di campagna caratterizzata dalla presenza di diverse attività artigiane. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Piove di Sacco, qualcuno, nel cuore della notte, si è introdotto nella struttura, ben sapendo che all'interno vi erano attrezzi da lavoro facilmente rivendibili nel sempre florido mercato della ricettazione.I proprietari non si sono accorti di nulla. I ladri hanno agito senza creare rumori particolari e alla fine sono fuggiti caricando la refurtiva in un furgone. Il sopralluogo è avvenuto soltanto ieri mattina quando è stato scoperto il furto. Le forze dell'ordine hanno ascoltato anche numerosi residenti della zona, ma non sarebbero emersi elementi utili alle indagini. Il bottino, ancora in via di quantificazione, sarebbe di qualche migliaio di euro. Le indagini dei carabinieri sono concentrate sulla malavita dell'Est. Gli inquirenti stanno cercando di raccogliere più elementi possibili da comparare con quelli in possesso e relativi a precedenti furti. L'impressione è che vi sia un'unica banda in grado di sguinzagliare sul territorio della Bassa parecchia manovalanza per rubare attrezzatura edile e agricola da poi rivendere.
(C. Arc.) 
-

IL MATTINO di Padova - Mercoledì, 14 MAGGIO 2014
Ecco le 61 municipalità padovane che beneficeranno delle agevolazioni Fiscali

Questi i 61 Comuni della nostra provincia. Abano Terme, Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Boara Pisani, Bovolenta, Cadoneghe, Campodarsego, Carmignano di Brenta, Casale di Scodosia, Cervarese Santa Croce, Cinto Euganeo, Cittadella, Codevigo, Este, Fontaniva, Galzignano Terme, Gazzo, Grantorto, Granze, Limena, Lozzo Atestino, Maserà di Padova, Masi, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Merlara, Monselice, Montagnana, Montegrotto Terme, Padova, Pernumia, Piacenza d'Adige, Piazzola sul Brenta, Ponso, Pontelongo, Pozzonovo, Rovolon, Rubano, Saccolongo, San Giorgio delle Pertiche, San Martino di Lupari, San Pietro Viminario, Santa Giustina in Colle, Santa Margherita d'Adige, Sant'Urbano, Selvazzano Dentro, Teolo, Tombolo, Torreglia, Urbana, Veggiano,Vescovana, Vighizzolo d'Este, Vigodarzere, Villa Estense, Villafranca Padovana, Vo'.
-
IL MATTINO di Padova - Martedì, 6 MAGGIO 2014
Lo sviluppo urbanistico cambia rotta.
.
PONTELONGO Svolta per lo scenario urbanistico del paese. Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione ha fatto approvare una serie di varianti destinate a diventare i cardini della nuova pianificazione urbanistica. ?Rappresentano l’epilogo di cinque anni di studio del territorio? spiega l’assessore Roberta Bruscaglin, ?dei permessi rilasciati ma rimasti arenati, di consorzi non costituiti, di vincoli decaduti, di viabilità non sufficientemente pianificata, di edifici dismessi e non valorizzati, di aree degradate e poco appetibili a qualsiasi riqualificazione. L’analisi ha generato soluzioni e proposte che potranno finalmente dare una scossa al clima di stasi che perdura da almeno un decennio?. Una prima variante al piano degli interventi disciplina i temi di edificabilità in zona agricola con particolare riguardo agli ambiti di integrità fondiaria, paesistica e ambientale. Si è poi intervenuti sul piano delle regole per evitare discrepanze interpretative da parte di professionisti e privati. La variante n.7 ha invece riguardato la reiterazione di vincoli scaduti. In questo caso particolare attenzione è stata riservata alla modalità di formazione del credito edilizio per consentire ai proprietari di aree e edifici oggetto di vincolo di recuperare adeguata capacità edificatoria. Importante è stata anche l’approvazione del piano delle alienazioni 2014/2016, conseguita dopo un’attenta ricognizione del patrimonio immobiliare pubblico. Sono stati individuati alcuni beni immobili non strumentali all’esercizio delle funzioni istituzionali, da proporre al privato per essere acquistati e valorizzati.
(al.ce.)
-
IL MATTINO di Padova - Martedì, 6 MAGGIO 2014
In carcere il rapinatore che era fuggito zoppicando
.
CANDIANA Sono scattate le manette per i due presunti autori della rapina di cinque mesi fa alla filiale di via Roma della Banca Monte dei Paschi. Ieri mattina i carabinieri della stazione di Piove di Sacco, dando seguito all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Padova, hanno tratto in arresto, nella loro casa di Berra, frazione di Cologna Ferrarese (Fe), Lucio Marsilio e Sandro Marangon. Il primo è un 45enne nativo di Piove di Sacco mentre il secondo di anni ne ha 55 ed è originario di Porto Viro (Ro). I fatti risalgono al pomeriggio dello scorso 28 novembre, quando un bandito con una calzamaglia nera a nascondere il volto faceva irruzione nella banca in centro paese e, taglierino alla mano, costringeva il direttore e due cassiere a consegnare circa tremila euro in contanti. Quindi si dava alla fuga, raggiungendo di corsa il complice che lo attendeva poco distante a bordo di una Lancia Lybra grigia. Il direttore inseguì il rapinatore all’esterno della filiale, riuscendo a scorgere il complice e a identificare modello e colore dell’auto con cui i due malviventi riuscirono inizialmente a fuggire. A mettere gli inquirenti sulla pista giusta sono stati però gli elementi acquisiti grazie alle immagini della telecamera a circuito chiuso dell’istituto di credito, che hanno immortalato il rapinatore mascherato mentre consumava il delitto e si dava alla fuga. A tradirlo, oltre alla corporatura robusta, è stato quel suo incedere sciancato, che ha permesso ai militari del Nucleo Operativo di Piove di Sacco di associargli un volto, ovvero quello di Lucio Marsilio, già noto agli investigatori anche per la sua particolare camminata. Il resto è venuto di conseguenza. Marsilio da qualche tempo aveva lasciato la sua residenza di Pontelongo, per trasferirsi a Berra, dove viveva con un altro veneto noto alle forze dell’ordine: Sandro Marangon. I due gestivano un circolo-trattoria a Jolanda di Savoia (Ferrara), che raggiungevano quotidianamente utilizzando proprio una Lancia Lybra grigia. Una volta riconosciuti dai testimoni come gli autori della rapina, i carabinieri hanno eseguito una perquisizione nei confronti dei due indagati nella quale sono stati rinvenuti sia gli abiti indossati durante il colpo sia il taglierino. Per Lucio Marsilio si sono così aperte le porte del carcere di Ferrara mentre Sandro Marangon dovrà rimanere agli arresti domiciliari nella sua abitazione.
di Alessandro Cesarato
-

.

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 90    utente sei il visitatore n°2615620 dal 1° gennaio 2010