Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2013 | Aprile 2013

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   24/04/2013

Aprile 2013

 

IL MATTINO DI PADOVA - MERCOLEDÌ, 24 APRILE 2013
BOVOLENTA - Donna si getta nel fiume e nessuno riesce a salvarla.
.
BOVOLENTA Si è gettata nel Bacchiglione, decisa a farla finita. Ieri mattina, nelle gelide acque del canale ha trovato la morte Stefania Bacchin, 47 anni, da tempo sofferente. La donna, che viveva a Bovolenta, è stata ripescata ormai esanime dai vigili del fuoco. Secondo quanto è stato possibile ricostruire dai carabinieri, che dopo la tragedia hanno sentito a lungo il marito, pare che la donna si sia gettata in acqua dal ponte di Bovolenta. La corrente, piuttosto forte, l'ha trascinata in fretta verso valle. All'altezza di Ca' Molin un pensionato che stava passeggiando lungo l'argine ha notato la donna dimenarsi in acqua e urlare. Ha tentato di avvicinarsi a lei, scendendo sulla riva, allungandole dei rami e una corda di fortuna. Ma non c'è stato nulla da fare. La corrente ha portato via Stefania il cui corpo è stato recuperato poco dopo dai vigili del fuoco ai confini tra Bovolenta e Pontelongo. Sul posto è intervenuto anche l'elicottero del Suem, ma purtroppo la quarantasettenne era già priva di vita all'arrivo dei sanitari.
Elena Livieri
-

PadovaOggi - Martedì, 23 aprile 2013
Bovolenta, donna suicida nel fiume Bacchiglione
.
IL SUICIDIO. Vittima una 48enne del paese, sposata e afflitta da problemi psichiatrici, residente lungo l'argine e tuffatasi nel canale da un ponte. Il corpo ancora in vita era stato notato da un passante che aveva prontamente dato l'allarme. Sul posto intorno alle 10 sono intervenuti sia via terra che cielo i soccorsi dei vigili del fuoco, che però hanno recuperato la donna, già cadavere, al confine con Pontelongo, lungo via Argine sinistro. Sul posto, oltre ai soccorsi del Suem del 118, sono intervenuti anche i carabinieri.
-
IL MATTINO DI PADOVA - Martedì, 23 aprile 2013
Donna si getta nel Bacchiglione, il cadavere recuperato a Pontelongo
.
Il cadavere di una donna di 47 anni è stato recuperato attorno alle 10 nel Bacchiglione, nel tratto tra Bovolenta e Pontelongo. Un passante ha notato la donna agitarsi nelle acque del fiume, ha chiamato i soccorsi ma non è stato possibile salvarla. I Vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere qualche minuto dopo.I carabinieri stano indagando sul motivo che ha portato la donna a gettarsi nel fiume, ma sembrano propendere per l'ipotesi del suicidio.
-

IL MATTINO DI PADOVA - Sabato, 13 APRILE 2013
We love nature per la scuola Messi a dimora 25 aceri.
.
PONTELONGO I bambini delle scuole elementari di Pontelongo, Candiana, Correzzola e Civè sono stati fra i protagonisti del progetto di educazione ambientale "We love nature per la scuola" promosso da Alì Spa che ha coinvolto 49 classi delle scuole primarie del Veneto e che giunge alla fase conclusiva con la piantumazione di 25 aceri campestri negli istituti. Lo scopo è di contribuire a far crescere la sensibilità e la responsabilità delle nuove generazioni nei confronti dell'ambiente. Alì Spa ha collaborato con gli operatori didattici dell'associazione ImmaginArte di Padova che ha coinvolto le classi IV e V delle scuole Montessori di Pontelongo, Alighieri di Candiana, Toti di Correzzola e Pascoli di Civè. Il percorso rivolto agli alunni ha permesso loro di approfondire tematiche ambientali, per capire come l'azione individuale concorra al benessere collettivo. Nei giorni scorsi è avvenuta la piantumazione degli aceri nei giardini delle scuole di Pontelongo, Correzzola e Candiana, oggi tocca agli alunni di Civè.
(e.l.)
-

IL CORRIERE DEL VENETO - MARTEDÌ, 2 APRILE 2013
A Pontelongo, nella Bassa padovana, le ricette d'autore di Siviero. Crostino e canocchie, il talento di Piergiorgio per i sapori stellati.
.
E' una stella familiare quella che brilla da quest'anno a Pontelongo, centro della bassa padovana noto perlopiù per il suo zuccherificio attivo da oltre un secolo. Una stella familiare innanzitutto perché la rossa francese è andata a premiare un ristorante di un albergo, il Trieste, che i Siviero gestiscono dal lontano 1915, anno in cui Lazzaro Siviero con la moglie Elena Krvavica, ai primi boati della Grande Guerra, lasciarono profughi la nativa Trieste per cominciare una nuova vita sulle rive del Bacchiglione. E una stella familiare in quanto ad affiancare il giovane ma navigatissimo chef Piergiorgio, ci sono, in diverse mansioni, mamma, papà, zia, sorella, morosa, ecc. Un paradigma dell'imprenditoria triveneta: innovazione nella tradizione. E famiglia. Dicevamo di Piergiorgio. Scuola alberghiera ad Adria, pasticcere al Don Carlos del Grand Hotel et de Milan del capoluogo meneghino, collaboratore di Aimo Moroni al Luogo di Aimo e Nadia, esperienza transalpina alla corte di Alain Ducasse, l'uomo più stellato al mondo. Poi, nel 2005, il ritorno a Pontelongo per fondare il piccolo ed elegante Lazzaro 1915 (via Roma 26, Pontelongo- Padova- tel. 049/9775072), sempre ospitato nell'Hotel Trieste. Con tali esperienze alle spalle che fa Piergiorgio? Prende un crostino, ci adagia due canocchiette chioggiotte freschissime e te lo serve accompagnato da un bricchetto in vetro contenente un brodino profumatissimo. La calda pozione, la cui alchimia inebriante contempla fiori d'aglio, erbe varie e un'immersione rapida di alghe, va fatta scivolare sulle creature marine prima dell'assaggio. Mai il mio palato dimenticherà. Tra i primi cito il Riso Carnaroli De Tacchi al salto con guancette di baccalà di fresca salagione, robiola liquida e capperi, boccone di baccalà morbido al profumo d'arancio, mentre tra i secondi ho assaggiato degli Zottoli chioggiotti dorati con polenta di mais bianco, perla e tardivo trevigiano, saor di cipolla rossa e la Pancia di spigola d'amo ai ferri, spinaci appena scottati e mela annurca alla piastra, mandorle all'aglio. Nelle ultime due pietanze ho avuto l'impressione che Piergiorgio abbia troppo ascoltato alcuni critici che lo accusavano di eccedere nella sperimentazione. Osa, caro Piergiorgio, tu hai le carte in regola per farlo. Ottimo il dolce, così come la carta dei vini con ricarichi onestissimi. Servizio molto cordiale. Mamma mia, cos'era quel Pan bagnato di canocchie.
Alessandro Tortato
-

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 38    utente sei il visitatore n°2615033 dal 1° gennaio 2010