Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2012 | Dicembre 2012

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   30/12/2012

Dicembre 2012

 

 

Il Mattino di Padova - DOMENICA, 30 DICEMBRE 2012
Impianto di biogas nello stabilimento dello zuccherificio. Brucerà gli scarti della produzione e anche piante di mais Il Comune punta a costruire una rete di teleriscaldamento.
.
PONTELONGO Il nuovo impianto di biogas di proprietà dello zuccherificio alla lunga porterà benefici a tutta la comunità. Ne è convinta l'amministrazione comunale che da oltre un anno, partecipando attivamente alle conferenze di servizio in Regione, ne sta seguendo passo passo la realizzazione. Pur trattandosi infatti di un progetto privato, ha avuto la necessità di numerose autorizzazioni pubbliche a garanzia della tutela ambientale (impatto in atmosfera, acustico, odore, paesaggio, suolo e rischio incidenti). L'impianto è stato realizzato in un terreno sul retro dello stabilimento, in corrispondenza dell'argine del Bacchiglione. Produrrà energia elettrica e teleriscaldamento per lo stabilimento e sarà alimentato da biogas originato dal trattamento di co-prodotti della barbabietola, quali il melasso e le polpe soppressate, oltre al silomais (il prodotto ottenuto dalla trinciatura dell'intera pianta di mais). Abbiamo ritenuto di appoggiare il progetto spiega l'assessore ai Lavori pubblici Roberta Bruscaglin, che ha seguito tutto l'iter delle autorizzazioni per una serie di risvolti positivi che l'impianto potrebbe avere per il nostro paese. Innanzitutto in termini di lavoro, dando un nuovo impulso alle coltivazioni di barbabietole e mais che troveranno così una nuova valorizzazione. Per non parlare ovviamente del risparmio energetico che permetterà a Coprob di continuare a investire in questo zuccherifico. I benefici per la comunità saranno anche altri. Assisteremo a una notevole riduzione del traffico di mezzi pesanti e maleodoranti, poiché le polpe non saranno più asportate al settore dei mangimi ma mantenute all'interno dello stabilimento quale carburante dell'impianto?. Per il momento il beneficio energetico è tutto privato, ma l'idea è quella di estenderlo. Stiamo lavorando per ottenere dei finanziamenti aggiunge l'assessore per costruire nel tempo una rete che prelevi l'energia termica prodotta dall'impianto, per alimentare il nostro centro sportivo comunale.
di Alessandro Cesarato
-
Il Mattino di Padova - DOMENICA, 23 DICEMBRE 2012
Il presepe vivente compie 12 anni.
.
PONTELONGO Presepio popolare a percorso. Chissà se dodici anni fa, quando tutto è iniziato, qualcuno si sarebbe immaginato una simile crescita in termini di organizzazione e di visitatori che l'anno scorso sono stati quasi ventimila. Allestito nell'area della scuola Galvan e attorno alla chiesa parrocchiale, il presepe si sviluppa su oltre 2.500 metri quadrati e impegna complessivamente qualcosa come 150 figuranti. La nostra rappresentazione cerca il coinvolgimento emotivo del visitatore spiega Eros Modena, presidente del gruppo di volontari che lavora tutto l'anno per preparare l'evento prova a commuovere e stupire. Per farlo adoperiamo linguaggio e simboli facilmente riconoscibili, che sono quelli della tradizione popolare. Benché all'insegna della continuità, ogni anno i quadri viventi e la loro articolazione vengono rinnovati. Così come ogni anno sono realizzate nuove scene e paesaggi. Le figure e le scene sono realizzate senza pretese di rigore storico o filologico. Costumi, scenografie e manufatti sono "invenzioni" degli organizzatori, realizzate combinando materiali poveri e lavorando attorno a rappresentazioni comuni, anche vicine nel tempo, delle figure del presepe. Per il Natale 2012 sarà possibile visitare il presepio in queste date: lunedì 24 dalle 24 alle 1.30; martedì 25 dalle 16 alle 18.30; mercoledì 26 dalle 15 alle 18.30; domenica 30 dalle 15 alle 18.30; martedì 1 dalle 16 alle 18.30; sabato 5 dalle 21 alle 22.30 (sfilata notturna con fiaccolata) e domenica 6 dalle 15 alle 18.30. Informazioni, foto e altro sono consultabili anche sul sito www.presepevivente.info .
Alessandro Cesarato
-

IL MATTINO di Padova - VENERDÌ, 21 DICEMBRE 2012
Gli assistenti sociali "in rete" nei 7 Comuni del Distretto
.
ARZERGRANDE Creare una rete di supporto professionale, che promuova l'approfondimento di tematiche di interesse comune. È lo scopo principale del neonato Coordinamento degli assistenti sociali, formato dagli operatori che esercitano nell'ambito dei comuni del 6° distretto Usl 16. L'esperienza, per il momento ancora sperimentale, coinvolge 7 comuni: Brugine, Correzzola, Legnaro, Piove di Sacco, Pontelongo, Sant'Angelo e Arzergrande , capofila. Gli obiettivi del coordinamento da una parte sono promuovere e sostenere il confronto tra professionisti su tematiche di comune interesse. Dall'altro, formulare indicazioni operative per organizzare in maniera coordinata e migliore gli interventi nel campo dei servizi sociali, in maniera da fornire risposte sempre più qualificanti. In definitiva, un momento soprattutto di confronto e crescita professionale per gli stessi assistenti sociali, il cui ruolo diventa sempre più critico in un momento storico in cui, anche nel territorio della Saccisica, la fascia di cittadinanza che si rivolge ai servizi sociali è sempre più ampia. Il progetto del coordinamento, che ha già avuto il riconoscimento della sua valenza formativa da parte dall'Ordine regionale degli assistenti sociali, prevede degli incontri con cadenza mensile con l'intervento e il coinvolgimento anche di operatori di altri enti esterni secondo le problematiche da trattare.
(al.ces.)
-
IL MATTINO di Padova - VENERDÌ, 21 DICEMBRE 2012
Un libro per i 50 anni dello zuccherificio.
.
PONTELONGO Co.Pro.B. compie cinquanta anni e racconta la storia dello zucchero italiano. Lo fa attraverso il volume "Zucchero Italiano. Una storia nobile, una sfida nuova", curato da Roberto Faben per le Edizioni Donzelli, in uscita in questi giorni nelle librerie. Attraverso l'esperienza operativa di Co.Pro.B. (la cooperativa che associa oltre 5.550 aziende agricole in Emilia Romagna e in Veneto e che, con i due stabilimenti attivi a Minerbio e a Pontelongo, è leader nazionale nella produzione bieticolo saccarifera) il volume racconta la storia di un settore che affonda le proprie radici nel secolo scorso, intrecciando la propria crescita con tutte le fasi dello sviluppo industriale nazionale. Scritti dai protagonisti dello sviluppo della cooperativa, i diversi capitoli illustrano l'impegno quotidiano dei bieticoltori, gli investimenti industriali effettuati per incrementare la competitività, il dialogo tra imprese e lavoratori che ha consentito di ridurre al minimo l'impatto negativo della recente riforma del lavoro. Un'opera collettiva, capace di spiegare al lettore come un'impresa cooperativa abbia saputo coniugare per cinquanta anni il modello associazionistico (contraddistinto dagli ideali della solidarietà e della mutualità) con lo sviluppo industriale. In vista dei festeggiamenti per il cinquantesimo dichiara il direttore generale Stefano Montanari abbiamo voluto collaborare con l'editore per raccontare le complessità che si celano dietro un prodotto semplice e naturale come lo zucchero.
Alessandro Cesarato
-

 

IL MATTINO di Padova - Sabato, 15 DICEMBRE 2012
Dal 2001 ad oggi, ecco tutti gli avvistamenti denunciati da testimoni oculari.
.
L'avvistamento più sensazionale di un UFO in provincia di Padova è quello di Monselice: 3 agosto del 2001.Un oggetto metallico triangolare di colore verdastro, di circa 30 metri per lato, disseminato di luci fisse e intermittenti volteggiava in un silenzio a pochi metri dal suolo. Dopo una manciata di secondi, l'oggetto si divise in tre parti, che sparirono in diverse direzioni. Molte le segnalazioni, tutte provenienti da testimoni attendibili, e nessuna spiegazione dalle autorità. Da allora, specie negli ultimi tre anni, un vero e proprio "flap", un periodo di intensa attività UFO, ha interessato la provincia di Padova. Citiamo alcuni dei numerosi avvistamenti: 7 luglio 2009, testimoni riferiscono di una sfera luminosa in movimento sopra Campodarsego. Dopo pochi secondi la sfera si dilegua. Domenica 13 giugno 2010, decine di sfere luminose per alcuni secondi "danzano" sopra Cadoneghe. Il 5 settembre successivo, sempre a Cadoneghe, due sfere rossastre tornano a solcare il cielo, mentre quindici giorni dopo è la volta dell'Arcella, con ben quindici di queste sfere in formazione sopra i tetti del popoloso quartiere. Un anno dopo, il 17 settembre, dodici di quelle sfere zigzagano sopra i cieli del centro di Padova, seguiti da due "flottiglie", anche in quella circostanza furono decine i testimoni, come pure per l'avvistamento di Saonara del 27 giugno 2012, quando un numero imprecisato di sfere luminose in formazione romboidale stazionò sopra il paese. L'ultimo, il giorno 8 settembre 2012, con due oggetti luminosi che si sono piazzati per alcuni secondi in verticale al campanile di Pontelongo, dileguandosi nella rossa luce del tramonto e lasciando basiti due testimoni che riescono a realizzare un breve filmato.
(r.c.)
-
IL MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 12 DICEMBRE 2012
Nelle tasche dei sindaci solo 175 mila euro.
.
Sono 175.699 euro al mese: tanto costano alle casse pubbliche i 104 sindaci della provincia di Padova. Una cifra importante, sicuramente, ma non certo la più alta fra le voci del conto che la politica presenta ai cittadini. Tanto più che è sugli amministratori locali che ricadono le maggiori responsabilità, più che mai in questi tempi di pesanti tagli. Le indennità di funzione sono stabilite dalla legge, in base al numero di abitanti. Per amministrare un paesello con meno di mille anime, si prendono 1.291,14 euro. Sopra i 10 mila abitanti si superano i tremila euro e, in ogni caso, non si è tenuti a fare i primi cittadini a tempo pieno. Per certi versi paradossale il distinguo della legge: per un lavoratore dipendente l'indennità si dimezza, mentre per gli autonomi, che non necessariamente sacrificano la loro professione alla poltrona di sindaco, l'indennità è intera. Mica sono costretti all'aspettativa. E nemmeno sono costretti, i sindaci, a prendere per buona l'indennità prevista dalla legge. Non possono ovviamente maggiorarla, ma possono bene ridursela. E in molti lo hanno fatto, dando prova del loro impegno con i fatti e non con le promesse con cui troppo spesso ci ha disillusi la politica dei piani alti: per far fronte alle ristrettezze di bilancio, per fare la propria piccola parte nella guerra di sopravvivenza imposta dalla crisi economica, per scrollarsi di dosso l'onta del privilegio della casta, per un sincero spirito di servizio. Financo per amor patrio. Tant'è. Ovviamente il sindaco più pagato è quello di Padova che del resto fa storia a sè, trattandosi del capoluogo con oltre 200 mila abitanti. Flavio Zanonato ha un'indennità di 6.900 euro: fuor di discussione che la fascia tricolore sia un lavoro a tempo pieno per lui. Poi ci sono gli amministratori comunali che sono anche assessori provinciali e siccome devono optare per l'una o l'altra indennità, hanno scelto quella provinciale che è di 4.618 euro: il caso riguarda il vicesindaco di Pozzonovo, Domenico Riolfatto, in Provincia assessore all'agricoltura, ai trasporti e alle attività produttive, il vicesindaco di Correzzola, Mauro Fecchio, assessore provinciale all'ambiente e alla protezione civile, il sindaco di Albignasego, Massimiliano Barison, assessore al lavoro, il sindaco di Campodarsego Mirko Patron, assessore all'urbanistica e alla pubblica istruzione. Gli incarichi sono due, la paga una sottolinea Patron, il risparmio per le casse pubbliche c'è. E volenti o nolenti trascuriamo il nostro lavoro. Io, per esempio, per potermi dedicare agli incarichi politici ho dovuto assumere dei collaboratori per la mia attività di intermediazione immobiliare. Non credo che la politica ci debba fare ricchi, ma nemmeno può essere beneficienza. Tornando alla classifica dei sindaci tout court, in cima c'è Ottorino Gottardo di Rubano, a 3.253 euro al mese, fanalino di coda il primo cittadino di Correzzola, Eric Sturaro, che, fuori da ogni parametro di legge, si concede appena 500 euro mensili, che al netto diventano 377 euro. In mezzo ai due un campionario di sfumature. E di distinguo. La giunta di Villa del Conte, per esempio, ha rinunciato a quattro mensilità, mentre il sindaco di San Pietro in Gu Gabriella Bassi prende 825 euro, quando la legge gliene riconoscerebbe duemila: Sono dieci anni che facciamo questo regalo alla nostra comunità a cui dedichiamo il nostro servizio dice la portabandiera leghista, col tempo di risorse se ne risparmiano molte e si investono per i cittadini. Pensare che i suoi assessori prendono 40 euro: una cifra ridicola se si considera che ci sono colleghi, nella stessa fascia, che arrivano a 390 euro. A Pontelongo il vicesindaco Enzo Battisti ha rinunciato alla sua indennità, Barbona ha dimezzato il numero di assessori, Sant'Elena si è imposta una riduzione del 20%, Solesino viaggia da anni a indennità dimezzate, Piazzola ha sforbiciato del 30%. Pochi i Comuni che pubblicano le indennità di funzione sul sito web istituzionale: Anguillara, Baone, Camposampiero, Gazzo, Rovolon, San Giorgio delle Pertiche, San Martino di Lupari, Terrassa e Tombolo. Molti i sindaci che tengono a sottolineare che non chiedono rimborsi spese e manco hanno a disposizione il cellulare "aziendale": fra questi i primi cittadini di Casalserugo, Villafranca, Noventa e Casale di Scodosia.
di Elena Livieri
-
IL MATTINO di Padova - MARTEDÌ, 11 DICEMBRE 2012
Domani lezione-concerto degli alunni della musicale.
.
PIOVE DI SACCO In attesa di sapere se la Regione confermerà l'istituzione di due istituti comprensivi che riuniscono le scuole piovesi e di Pontelongo, come proposto dalle amministrazioni comunali del due Comuni, la scuola media Regina Margherita organizza per domani pomeriggio una lezione concerto per pubblicizzare il corso a indirizzo musicale. Si tratta di una iniziativa molto importante poiché permetterà alle famiglie di conoscere le opportunità offerte dalla scuola secondaria in continuità con quella primaria, sia della città che3 dei comuni limitrofi. La lezione concerto si terrà domani dalle 14 alle 15 nell'aula magna della Regina Margherita: gli alunni del corso a indirizzo musicale eseguiranno dei brani natalizi e gli insegnanti forniranno tutte le informazioni relative alle caratteristiche dei quattro strumenti che vengono studiati e sul funzionamento del corso stesso. Sono invitati a partecipare, accompagnati da un familiare, tutti gli alunni delle classi quinte delle scuole primarie del Piovese.
-
IL MATTINO di Padova - LUNEDÌ, 10 DICEMBRE 2012
È mancato venerdì don Luigi Turra Domani i funerali.
.
Saranno celebrate domani le esequie di don Luigi Turra, scomparso venerdì scorso all'età di 83 anni. Originario di Correzzola, era parroco emerito della parrocchia di San Nicola di Bojon di Campologo Maggiore e ricopriva la carica di penitenziere nella chiesa di Sant'Andrea a Pontelongo. I funerali, che saranno presieduti dal vescovo di Padova Antonio Mattiazzo, saranno celebrati in due momenti. Alle 10.30 la prima cerimonia nella chiesa di Bojon, alle 15 invece in quella di Pontelongo. Il feretro giungerà oggi pomeriggio alle 15,30 nella chiesa di Bojon proveniente dall'ospedale di Piove di Sacco. Nella stessa chiesa alle 20,30 ci sarà una veglia funebre accanto alla bara, di preghiera in suffragio del sacerdote.
Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - VENERDÌ, 7 DICEMBRE 2012
Ater, aggiudicati sei alloggi su dieci per 538 mila euro.
.
L'asta per gli alloggi Ater, chiusa il 4 dicembre, ha visto l'aggiudicazione di sei case sulle dieci messe all'asta, per un ricavo di oltre 538.000 euro, con un aumento medio di circa il 10% sulla base d'asta, per la quale erano pervenute 14 offerte. L'offerta ha destato notevole interesse e, per gli alloggi banditi, ci sono state 163 visite da parte degli interessati. Rimangono da cedere ora, a trattativa privata, 15 appartamenti complessivi: i quattro non aggiudicati all'asta, più 11 che residuavano dalle aste precedenti; di questi due si trovano in città, uno a Battaglia Terme, uno a Carmignano di Brenta,uno a Campodarsego, due a Cittadella, uno a San Martino di Lupari, uno a Monselice, due a Piove di Sacco, due ad Anguillara e due a Pontelongo. Grande soddisfazione per Flavio Frasson, presidente Ater, tanto più che il risultato raggiunto è superiore a quello delle precedenti aste, per di più in tempi difficili dove investire per la casa è sempre più un lusso. Un ringraziamento particolare di Frasson va al personale e soprattutto all'Ufficio Patrimonio per la professionalità e la dedizione nel lavoro svolto (163 visite hanno fortemente impegnato i tecnici dell'azienda). Il nostro ente, aggiunge il presidente, continua a svolgere una forte azione di tipo sociale mettendo a disposizione di coloro che acquistano la propria prima casa di abitazione alloggi ad un prezzo vantaggioso, contribuendo così a rivitalizzare l'economia. La partecipazione è stata indubbiamente favorita dalla forma di rateizzazione messa in campo dall'Ater per la prima casa, una soluzione, scandisce il numero uno dell'ente, studiata in questo momento di grave crisi economica che impedisce alle famiglie di accedere al credito.
Elvira Scigliano
-
IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 06 DICEMBRE 2012
PONTELONGO Campagna bieticola a gonfie vele. Dai primi bilanci di Coprob, buoni margini di utile per i produttori.
.
PONTELONGO A poche settimane dal termine della campagna bieticola, Coprob sta incontrando i propri soci per illustrare i primi bilanci della stagione. È stata una campagna saccarifera caratterizzata dal caldo estivo che ha messo a dura prova le coltivazioni e che ha portato a una contrazione delle rese. Dai primi dati della campagna, si registra una produzione media di 48,5 tonnellate di bietole per ettaro, una polarizzazione media di 16,15 gradi e una produzione di saccarosio media per ettaro pari a 7,8 tonnellate. La coltivazione della barbabietola continua a garantire, sottolinea Claudio Gallerani, presidente di Coprob, adeguata remuneratività alle aziende agricole e in particolare ai soci che riescono a percepire un interessante extra prezzo grazie ai ristorni. Lo stesso premio previsto per coloro che hanno sottoscritto contratti di coltivazione triennali, ha avuto un consenso straordinario, dimostrato anche dall'incremento degli ettari (oltre 32.000) coltivati da 4.082 aziende (di cui 3.042 soci), che testimonia la volontà dei nostri bieticoltori di sostenere la filiera produttiva locale e italiana con continuità. L'attuale situazione del mercato italiano dello zucchero evidenzia come il Gruppo Coprob, insieme all'alleato tedesco Pfeifer&Langen, gestisca una quota di oltre il 22% e, grazie alla diffusione della marca Italia Zuccheri "100% Zucchero italiano", Coprob si stia ritagliando un ruolo unico nel mercato. Gli ingenti investimenti di questi anni su tutta la nostra filiera agro-industriale hanno permesso alla cooperativa di essere maggiormente competitiva aggiunge il direttore generale Stefano Montanari. Inoltre i processi di diversificazione verso la produzione di energia da fonti rinnovabili stanno concorrendo a consolidare ulteriormente la Coprob, valorizzando così sempre di più il lavoro e la produzione agricola dei soci.
Alessandro Cesarato
-

IL MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 05 DICEMBRE 2012
PONTELONGO - Premio ai presepi più belli.
.
PONTELONGO Comune, parrocchia, Pro loco e Associazione commercianti indicono un concorso denominato "E tu il presepe come lo fai ?" Può partecipare al concorso, diviso in due sezioni, chi abita in paese. La prima sezione è dedicata ai residenti: il presepe deve essere realizzato nella propria abitazione. La seconda sezione, riservata ai commercianti, prevede invece che il presepe sia realizzato nella vetrina oppure all'interno del proprio negozio. Lo spirito della manifestazione è quello di creare un itinerario di presepi e addobbi natalizi per le vie del paese rendendo partecipe tutta la cittadinanza del clima di festività natalizie. La partecipazione al concorso è gratuita e il termine ultimo per iscriversi è sabato 22 dicembre. Premiazioni il giorno dell'Epifania, in piazza, prima della manifestazione del falò della befana organizzato dalla Pro loco. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, mentre il vincitore si porterà a casa un televisore. Per iscriversi rivolgersi in biblioteca comunale o in parrocchia.
Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 05 DICEMBRE 2012
PONTELONGO - Zuccherificio aperto a tutti.
.
PONTELONGO Porte aperte allo zuccherificio. La Coprob ha promosso sino al 10 dicembre una serie di iniziative all'interno dello stabilimento per fare conoscere questa realtà produttiva. In questi giorni visitano lo zuccherificio le scolaresche che partecipano ad "Apertamente, il gusto fa scuola", manifestazione organizzata da Federalimentare. Altra iniziativa è quella legata a "Industriamoci, open day pmi" organizzata da Confindustria. Aperta a tutti è invece l'iniziativa di domenica legata alla Festa della dolcezza. Grandi e piccini avranno la possibilità di visitare l'impianto grazie a un trenino che farà la spola tra piazza e stabilimento. Infine il 10 dicembre lo zuccherificio ospiterà un pomeriggio formativo dedicato alla gestione delle imprese agricole e alla commercializzazione e promozione dei prodotti agroalimentari. I dirigenti di Coprob inoltre, illustreranno agli imprenditori agricoli partecipanti i temi legati alla gestione amministrativa e finanziaria.
(al.ces.)
-

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 60    utente sei il visitatore n°2615590 dal 1° gennaio 2010