Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2012 | Settembre 2012

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   01/10/2012

SETTEMBRE 2012

 

IL MATTINO - Sabato 29 SETTEMBRE 2012
Riconoscimento a Pontelongo di Comune riciclone.
.
Anche Pontelongo, per l'anno 2012, si è meritato l'appellativo di "Comune Riciclone". A certificarlo sono stati i risultati del 19° concorso di Legambiente, patrocinato dal Ministero per l'Ambiente, che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti. Pontelongo ha raggiunto la percentuale di raccolta differenziata del 71,7%, risparmiando così l'immissione in atmosfera di 94,7 chili di anidride carbonica pro capite. In tutto, i "comuni ricicloni 2012" sono 1123: 998 al nord, 59 al centro, 66 al sud. Si tratta di quelli che hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata. In particolare, l'edizione 2012 dell'indagine di Legambiente stabilisce che i migliori sistemi di raccolta dei rifiuti urbani comunali sono nel Nordest.

(al.ces.)
-
PadovaOggi.it - MARTEDÌ 25 SETTEMBRE 2012
Da Pontelongo il giro del mondo in moto per Emergency
.
A compiere l'impresa sarà un professore di educazione fisica, Maurizio Pistore, esperto in traversate in sella. La partenza ufficiale il 4 ottobre dal paese della provincia di Padova, dove Maurizio vive con la moglie. Nientemeno che 100mila chilometri da percorrere in 330 giorni attraversando 41 Paesi. Questi i numeri con cui dovrà confrontarsi il padovano Maurizio Pistore, professore di educazione fisica, che dal suo paese di residenza, Pontelongo, dove abita con la moglie, il prossimo giovedì 4 ottobre è pronto per partire per un giro del mondo in cui toccherà tutti e 5 i continenti in sella a una sola moto, a tre ruote, per conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili, sfidare se stesso ma anche far arrivare un aiuto concreto a chi più ne ha bisogno attraverso l'associazione Emergency di Gino Strada. L'INIZIATIVA. Il progetto, denominato "All around the world Motoraid 2012", è promosso dall'associazione Motorbike Adventure Team e sponsorizzato dall'azienda Quadro Vehicles, specializzata nella produzione di scooter a tre e quattro ruote. Pistore è esperto in traversate in sella ad una moto: "Il mio viaggio rappresenta una sfida con me stesso ma soprattutto mira a raccogliere fondi per aiutare in maniera immediata le popolazioni che incontrerò lungo questo cammino. Per la prima volta affronterò liniziativa da solo, a bordo di questo tre ruote che mi accompagnerà attraverso il deserto, le foreste e i ghiacciai". L'ITINERARIO. Prima tappa l'Africa, partendo da Tunisi e arrivando a Durban (in Sudafrica). A Khartoum, in Sudan, Pistore incontrerà anche il fondatore di Emergency, il medico Gino Strada, al quale consegnerà parte dei primi fondi da destinare alle strutture ospedaliere dell'associazione no profit presenti nelle varie zone di guerra nel mondo. Poi l'Australia e, a seguire, le Americhe, dall'estremo sud rappresentato dalla Tierra del Fuego (Ushuaia) per risalire su fino a Prudhoe Bay in Alaska, all'interno del circolo polare artico. L'ultima parte del viaggio è il ritorno a casa attraverso le lande desolate della Siberia asiatica fino alla Scandinavia ed infine giù per l'Europa toccando Germania e Francia.
-

Il Mattino di Padova - SABATO, 22 SETTEMBRE 2012
Mega esercitazione dei volontari di Protezione civile.
.
Oggi e domani tutti i volontari di Protezione civile del distretto del Piovese saranno impegnati nell'annuale esercitazione che si svolgerà tra Correzzola e Codevigo. L'esercitazione vuole essere uno strumento per verificare i modelli d'intervento applicati su situazioni di eventi calamitosi reali, per testare l'efficienza di uomini, mezzi e procedure. La simulazione ipotizzerà un'eccezionale precipitazione che farà aumentare la portata del Brenta con minaccia per i centri abitati e in particolare di Codevigo dove, a causa di una falla nell'argine che inonderà un'intera strada, quindici famiglie dovranno essere evacuate. L'attività della Protezione civile consisterà nel far sfollare le popolazioni colpite in zona sicura individuata nel palasport di Concadalbero, organizzando il trasporto e l'allestimento di un centro di accoglienza. Parallelamente saranno organizzate attività addestrative per i volontari a Codevigo e Correzzola per illustrare, con l'aiuto d'istruttori, l'utilizzo dei nuovi mezzi a disposizione; motopompa e idrovora. Inoltre si eseguiranno attività con motoseghe, torre faro e altri mezzi disponibili.
(al.ces.)
-
Il Mattino di Padova - SABATO, 22 SETTEMBRE 2012
Posizioni diverse tra i primi cittadini della Saccisica
.
La presa di posizione del sindaco di Legnaro viene appoggiata, seppur in misura diversa, dai sindaci della Saccisica. Credo che Catelan esprima un sentimento comune con il quale mi identifico ha commentato il sindaco di Piove di Sacco, Alessandro Marcolin il ruolo di primo cittadino non può essere ridotto a quello di esattore. Non appenderò la fascia al chiodo ma non posso che sentirmi solidale. Sempre dal centrodestra arriva l'appoggio del sindaco di Brugine, Davide Zanetti, che non esclude la possibilità di aderire all'iniziativa: Sarebbe auspicabile anche far sentire la nostra voce direttamente a Roma. Problemi a far quadrare i conti anche a Codevigo dove il primo cittadino, Graziano Bacco, si è già appellato all'Anci, mentre il sindaco di Pontelongo, Fiorella Canova, parla di Sforzi enormi per garantire anche i servizi essenziali. Moderata la posizione del sindaco di Correzzola, Eric Sturaro, che si rifà all'immagine della cicala e la formica invitando all'accortezza nella gestione delle spese: Non si può avere un atteggiamento bonario nei confronti dello Stato, ma nemmeno troppo critico. Un appello alla coesione arriva dal sindaco di Polverara, Sabrina Rampin: Bisogna fare squadra contro i tagli, coraggiosi i Comuni che hanno sforato il patto di stabilità. Alle prese con aliquote e tagli ai trasferimenti statali anche il centrosinistra. Il sindaco di Sant'Angelo, Romano Boischio, ammette non abbiamo più margine di manovra, mentre ad Arzergrande il primo cittadino, Luca Sartori, pur riconoscendo le difficoltà del momento, parla di Fedeltà alle istituzioni e annuncia una mozione per chiedere il rinvio del patto di stabilità a partire dal 2013 per i comuni inferiori ai cinquemila abitanti.
(ma.m.)
-
Il Mattino di Padova - SABATO, 22 SETTEMBRE 2012
Lascio la fascia di sindaco per protesta contro i tagli.
.
LEGNARO - Da oggi in poi non indosserò più la fascia tricolore rifiutandomi di partecipare a iniziative istituzionali di qualsiasi genere, limitandomi alla più stretta e ordinaria amministrazione. E non escludo l'ipotesi di rassegnare le dimissioni dal mio mandato come segnale di estrema contrarietà al perdurare di una situazione divenuta ormai insostenibile. Una presa di posizione forte e di rottura quella del sindaco pidiellino Ivano Oregio Catelan, chiamato giovedì sera, al tavolo del consiglio comunale, a giustificare l'adeguamento al rialzo dell'aliquota Imu sulla seconda casa che dallo 0,76% sale allo 0,9%. Invariata quella per l'abitazione principale che resta allo 0,4%. Una scelta che, più che obbligata, si potrebbe definire matematica. Il rialzo dello 0,14% porterà nelle casse comunali entrate per 470 mila euro che andranno in parte a compensare i minori trasferimenti statali (381 mila euro quelli previsti per quest'anno rispetto ai 650 mila preventivati ad aprile, per un totale di 269 mila euro in meno). Tagli importanti "in corso dopera" che hanno spinto il primo cittadino ad appendere al chiodo la fascia tricolore. Un gesto simbolico per dire che si sta calcando troppo la mano sugli enti locali. In questi ultimi anni l'istituzione Comune è stata progressivamente svuotata di ogni sua funzione dichiara il sindaco di fatto il Comune si è ormai ridotto a gestire l'ordinaria amministrazione: paga gli stipendi ai dipendenti, le forniture dei servizi, il rimborso dei mutui accesi negli anni precedenti per le poche opere pubbliche che ancora si sono potute realizzare. Calcolatrice alla mano Catelan ha elencato i dati più significativi: I criteri per il trasferimento delle risorse agli enti locali, gli stessi da decenni, prevedono per Legnaro un trasferimento di 44,33 euro a persona. Per contro Comuni vicini, come ad esempio Pontelongo, ricevono 192,11 euro per abitante, Polverara 161,88 euro, Correzzola 86,95 euro. Nonostante Legnaro si sia dimostrato un Comune virtuoso ne esce penalizzato?. Altra nota dolente l'Irpef: Tra buste paga e dichiarazione dei redditi Legnaro versa ogni anno all'erario 20 milioni per avere di ritorno appena l'1,9%. Poi ci sono i vincoli del patto di stabilità che costringono il Comune a sospendere il pagamento dei lavori che le imprese stanno eseguendo o hanno eseguito, e lo deve fare malgrado le disponibilità di cassa si aggirino sistematicamente intorno al milione di euro. Si è andata a svilire la figura del sindaco e della sua amministrazione facendoli diventare un parafulmine per le sacrosante proteste dei cittadini ha concluso Catelan Governare in questa situazione non è più possibile.
di Martina Maniero
-
Il Mattino di Padova - SABATO, 22 SETTEMBRE 2012
Aiutare Emergency in scooter su 3 ruote sino a Khartoum
.
Spesso, ormai, si sente dire di avventure attorno al mondo su quattro ruote, oppure su due ruote, a vela o sui pedali...ma "attorno al mondo su tre ruote" stride, suona strano. Ci proverà Maurizio Pistore, professore di educazione fisica di Pontelongo, classe 1956 e veterano dei viaggi offroad in terre esotiche in sella ad una moto. A partire dal prossimo 4 ottobre, dalla sua casa di Pontelongo, Maurizio darà inizio al suo lungo viaggio attorno al mondo, che lo porterà a toccare toccare tutti e cinque i continenti in sella di uno di quegli innovativi modelli di scooter a tre ruote, il Quadro 350D Special Edition, italianissimo prodotto dell'azienda Quadro Tecnologie, di Vacallo, Chieti. Si tratta dell'Around the World Motoraid, ideato dall'associazione Motorbike Adventure Team e sponsorizzato da Cape Horn, OJ Atmosfere Metropolitane, Asolo, Limbiati Orologeria, Gialdini Outdoor Equipement, Vendramini Motorcycle Boots, Athena, Plaber Italia e Nolan Group, il tutto per dare visibilità e raccogliere fondi a favore dell'associazione Emergency, ong attiva dal 1994 nel fornire assistenza medica gratuita ai profughi e alle popolazioni colpite dai conflitti in tutto il mondo, di cui Pistore incontrerà il fondatore, Gino Strada, a Khartoum, Sudan. L'obbiettivo è di raccogliere la somma di 20.000 € attraverso la pagina web "www.buonacausa.org". Maurizio e il suo scooter toccheranno, come già detto, tutti i continenti, per un totale di 41 paesi per un totale di centomila chilometri in 330 giorni, prima attraverso la Tunisia per tutto il Continente Nero fino al Sudafrica, dove si imbarcherà alla volta dell'Australia, girandola in lungo e in largo per poi imbarcarsi alla volta del Cile. Da lì, direttamente a sud fino alla Terra del Fuoco, poi a nord verso il Brasile e di nuovo a ovest, fino alla Cordigliera delle Ande che seguirà verso nord attraverso il continente americano fino all'Alaska. Si imbarcherà poi per Vladivostok, per percorrere da lì Mongolia e Siberia fino a tornare in Europa, che toccherà dapprima a Capo Nord, per poi scendere attraverso Svezia, Germania e Francia fino a casa...l'Italia. Il mio viaggio rappresenta una sfida con me stesso spiega Maurizio Ma soprattutto mira a raccogliere fondi per le popolazioni che incontrerò lungo il mio percorso. Per la prima volta sarò da solo, a bordo di questo tre ruote attraverso il deserto, le foreste e i ghiacciai. Un viaggio da sogno, una sfida con se stessi che cova nel cuore di chiunque ma che pochi hanno il coraggio di trasformare in realtà, una prova non dolo di forza, ma anche di altruismo e di speranza: un esempio strappato alla storia e alla politica di quanto, per chi si sente libero davvero, i confini e le differenze fra i popoli contino poco o nulla.
Riccardo Cecconi
-
Il Mattino di Padova - VENERDI, 21 SETTEMBRE 2012
Davanti al giudice i tre rapinatori.
.
Arrestati e anche puniti i rapinatori che, nel tardo pomeriggio del 24 aprile scorso, avevano messo a segno un assalto al supermercato Prix di Pontelongo, arraffando un bottino di 1915 euro. Finiti in manette una manciata di minuti dopo il colpo, intercettati da una gazzella dei carabinieri, davanti al gip M.F. hanno patteggiato due anni di carcere M.D. operaio di 43 anni, residente a Campagna Lupia (Venezia) in via Pisani 1, e B.T. artigiano di 38 anni, residente a Campolongo, pure nel Veneziano, in via Alto Adige 45, entrambi difesi dalla penalista Annamaria Alborghetti; un anno e sei mesi G.P. idraulico disoccupato di 39 anni, abitante a Piove di Sacco in via Tagliamento 10 (quest'ultimo, difeso dall'avvocato Franco Capuzzo, si trova agli arresti domiciliari, mentre i coimputati sono ancora detenuti nella casa circondariale di Padova visto che il giudice ha respinto la concessione degli arresti domiciliari nei loro confronti, pur richiesta). Sono le 18.40 del 24 aprile quando il terzetto fa irruzione nel supermercato, con il volto nascosto da un passamontagna e, tra le mani coperte dai guanti, una pistola scacciacani alla quale era stato tolto il tappo rosso. Fuori i soldi gridano, incassando il contante e scappando alla svelta. Salgono a bordo di una Fiat Uno, risultata rubata poche ore prima a G.G. nel parcheggio dell'ospedale di Piove di Sacco dov'era in sosta. Tuttavia i commessi erano riusciti ad avvisare il 112, così i carabinieri sono arrivati immediatamente, bloccando i rapinatori nell'arco di pochi minuti.
-

IL Mattino di Padova - Domenica, 16 SETTEMBRE 2012
Pontelongo nell'istituto comprensivo.
.
PIOVE DI SACCO Anche Pontelongo dovrà far parte dell'istituto comprensivo unico di Piove di Sacco: accogliendo la richiesta pervenuta dalle famiglie degli alunni e dalle stesse scuole, il consiglio della direzione didattica piovese ha ampliato l'ipotesi di unificazione dei plessi scolastici del territorio. Nella nuova formulazione, approvata all'unanimità dal consiglio, il nuovo istituto dovrebbe raggruppare le scuole elementari e medie di Piove di Sacco e quelle di Pontelongo. La costituzione di un unico istituto comprensivo, si legge nella delibera, non comporterebbe un'integrazione numerica particolarmente significativa, circa 208 alunni in più che si aggiungono ai 1.734 già previsti, per un totale di 1.942. La proposta dovrà essere vagliata dalle amministrazioni comunali e condivisa anche con la direzione delle scuole medie.
(e.l.)
-
IL Mattino di Padova - Domenica, 16 SETTEMBRE 2012
Campagna bieticola messa in crisi dalla siccità estiva
.
PONTELONGO La siccità ha messo in ginocchio la campagna bieticola in corso. I dati della Cooperativa produttori bieticoli, il produttore italiano cooperativo di zucchero proprietario anche dello stabilimento padovano, evidenziano, infatti, un calo dei volumi produttivi attesi. I mesi di giugno, luglio e agosto sono stati particolarmente caldi e privi di precipitazioni, afferma il direttore agricolo Coprob Marco Marani, e solo dalle aree irrigate ci attendiamo una normale produttività. Si prospetta per la campagna in corso un risultato sensibilmente inferiore alle previsioni, con una flessione produttiva del 30-40% di radici e del 15-20% di zucchero. Grazie all'impegno dei soci, gli ettari seminati a bietola nell'anno in corso sono aumentati fino a circa 32.500, permettendo così a Coprob di stimare una raccolta di bietole attorno ai 2 milioni di tonnellate, ma le difficili condizioni climatiche estive stanno causando la riduzione dei volumi produttivi attesi. Dopo gli ottimi risultati del 2011 avevamo importanti aspettative anche in questa campagna, sottolinea il presidente Coprob Claudio Gallerani, ma il grande e prolungato periodo di siccità, unitamente alle elevate temperature, ha colpito duramente tutte le produzioni agricole, danneggiando anche le nostre bietole in un anno che aveva tutti i presupposti per un possibile record produttivo per quantità di bietole seminate e nuova genetica utilizzata. Chiediamo ora al governo, aggiunge Gallerani che si allinea alle posizioni di Unionzucchero e delle varie associazioni bieticole, un fattivo intervento, a partire dall'immediata corresponsione dei contributi relativi alle produzioni di bietole del 2009 e del 2010, da troppo tempo attesi dalla filiera italiana bieticolo-saccarifera e ora indispensabili per sostenere le nostre imprese.

Alessandro Cesarato
-
IL Mattino di Padova - VENERDÌ, 14 SETTEMBRE 2012
Scuole a Pontelongo - Appello dell'opposizione Istituto unico con Piove.
.
PONTELONGO Quale futuro per le scuole del paese? Se lo chiedono preoccupati i consiglieri di minoranza di Pontelongo 2000 che invitano il sindaco Fiorella Canova e la sua amministrazione a muoversi con urgenza e decisione sulla questione del nuovo dimensionamento scolastico e del riordino degli istituti comprensivi. In ballo ci sono la qualità della didattica delle elementari e medie del paese. Non abbiamo ancora sentito esordiscono i consiglieri di minoranza quali siano le intenzioni e le azioni poste in essere dall'amministrazione per la definizione dei nuovi istituti scolastici. Siamo molto preoccupati dalle voci che prospettano la possibilità di creare un nuovo istituto comprensivo per le sole scuole di Piove di Sacco, con la conseguente esclusione di quelle del nostro paese. Ciò vanificherebbe l'esperienza più che positiva di integrazione in atto da diversi anni, destinando le nostre scuole a finire ai margini. Ribadiamo, in sintonia con l'idea espressa da un grande numero di famiglie di Pontelongo, che la soluzione migliore è quella dell'integrazione dei nostri istituti con quelli di Piove. Nei mesi scorsi le divergenze sul tema tra le amministrazioni di Pontelongo, Brugine e Piove avevano portato a un nulla di fatto. La nuova scadenza del 22 settembre per presentare i progetti di dimensionamento scolastico rappresenta così una nuova opportunità da cogliere. Prima di questa data concludono gli esponenti della lista Pontelongo 2000 chiediamo al sindaco un incontro urgente per fare finalmente chiarezza.
Alessandro Cesarato
-
IL Mattino di Padova - VENERDÌ, 14 SETTEMBRE 2012
C'è il piano regionale ma l'ospedale non è salvo dai tagli. A Piove presentazione di Padrin, Sernagiotto e Cortellazzo In attesa delle schede che saranno approvate a fine anno.
.
PIOVE DI SACCO E' arrivato dopo 16 anni, contiene tanti sani principi per garantire la migliore sanità ai veneti, ma il nuovo Piano socio sanitario regionale non mette al riparo dalla minaccia di ridimensionamento l'ospedale di Piove di Sacco. Che se resiste è per merito della buona politica e se muore sarà colpa di lacci e lacciuoli tecnici che tengono insieme nel modo più razionale il sistema sanitario. L'altra sera il Piano è stato presentato all'auditorium Giovanni Paolo II dal presidente della quinta commissione Sanità Leonardo Padrin, dall'assessore regionale al sociale Remo Sernagiotto e dal vicecapogruppo in Consiglio regionale Piergiorgio Cortellazzo. La vera partita, però, si giocherà con le schede ospedaliere che dovranno essere approvate a fine anno. Lì si vedrà cosa resta e cosa se ne va dal presidio ospedaliero piovese. Dopo l'illustrazione del Piano, il dibattito vero e proprio è nato dalle domande del pubblico. Il capogruppo Pd in consiglio comunale Lino Conte parte dal nocciolo del problema: Tanto ottimismo sul mantenimento del reparto di Ostetricia e ginecologia da parte del consigliere Padrin mi lascia sorpreso. I numeri parlano da soli: ben che vada, quest'anno finiremo con 580 parti. Mi pare che per arrivare ai mille previsti per l'esistenza del punto nascite la strada sia molto, molto lunga. E perché siamo ancora senza quattro primari?. Padrin risponde: Il trend in aumento dei parti fa ritenere che l'attività del reparto di Ostetricia a Piove sia in crescita, al momento non ci sono i presupposti tecnici perché sia messo in discussione. La questione dei primari non riguarda Piove ma tutta la Regione. Si è ritenuto di attendere la nomina, a gennaio, dei nuovi direttori generali, che potranno così scegliere i loro collaboratori. Perentorio il sindaco Sandro Marcolin: Come sindaci siamo contro una politica che si fa strumento affinché gli enti locali e la stessa popolazione non possano partecipare alle scelte che riguardano il loro territorio. Al di là del Piano che può essere il documento di programmazione migliore del mondo, io chiedo a voi qui presenti se siete pronti a impegnarvi formalmente per sostenere e difendere il nostro ospedale. La stessa sollecitazione è arrivata da monsignor Giorgio Facchin. L'impegno da parte dei politici regionali pare assunto. Se sarà mantenuto lo si vedrà quando saranno note le schede ospedaliere a fine anno. Marcolin e gli altri primi cittadini auspicano il loro coinvolgimento.
di Elena Livieri
-

IL Mattino di Padova - GIOVEDÌ, 13 SETTEMBRE 2012
Paralizzato dopo la caduta In otto sotto indagine. L'infortunio era avvenuto tre anni fa alla "Italia Zuccheri" di Pontelongo Sono accusati di aver provocato lesioni gravissime: tra loro i vertici della società
.
PONTELONGO Stava montando alcuni macchinari nel reparto centrifughe dello zuccherificio di Pontelongo. Un imprevisto: uno dei manufatti si sposta, lui scivola e cade, battendo violentemente la schiena prima di finire in una buca. Da quel drammatico pomeriggio del 27 aprile 2009 Ion L., 54 anni, lavoratore di origine rumena con residenza a Ostiglia nel Mantovano e una famiglia da mantenere, vive seduto su una sedia a rotelle. Il pubblico ministero padovano Federica Baccaglini ha chiuso formalmente l'indagine sull'incidente e si prepara a sollecitare il processo nei confronti di otto persone, tra funzionari e dirigenti dello società Italia Zuccheri spa, due imprenditori e altrettanti dipendenti di una ditta impegnata nel cantiere. Si tratta del legale rappresentante di Italia Zuccheri spa Stefano Montanari, 56 anni di Bologna, e del direttore dello stabilimento Emanuele Cavallari, 61 anni di Boaso (Bologna) con Adriano Viola, 52 di Conselve (coordinatore per la sicurezza di Italia Zuccheri) e Alberto Artoni, 58, di Piove di Sacco (responsabile dei lavori sempre per Italia Zuccheri); del legale rappresentante della ditta Eurotecnica srl Massimo Gavioli, 63 anni di Pioggio Rusco (Mantova), con Francesco Licata, 39 anni di Ferrara (capocantiere per Eurotecnica) e Antonino Marano, 52 anni di Ferrara (coordinatore dei cantieri di Eurotecnica); e di Antonio Napolitano, 31 anni di Ostiglia, titolare di E.N. Montaggi. Tutti sono accusati di aver causato lesioni personali gravissime all'operaio, violando un'ampia serie di norme stabilite in materia di sicurezza, in particolare per quanto riguarda il cantiere e le attrezzature utilizzate. Tra i difensori, gli avvocati Andrea Frank, Antonella Basso, Pietro Gasparoli e Massimo Osler, oltre a Mauro Pacilio. La vittima, che al momento non ha ricevuto alcun risarcimento, è pronta a costituirsi parte civile tutelata dall'avvocato padovano Lucia Rupolo. Ion L. era stato assunto da E.N. Montaggi appena pochi giorni prima, il 23 marzo. Tuttavia nel cantiere lavorava per conto di un'altra ditta, appunto Eurotecnica: quel giorno, con il collega Sergio G., stava spostando uno scambiatore di calore destinato a essere installato sopra un basamento. L'operaio aveva sollevato lo scambiatore con paranchi manuali, agganciati al solaio, manovrando il tutto grazie a catene collegate a cinghie in tessuto che - all'esame dei tecnici dello Spisal - hanno presentato un elevato grado di usura. Improvvisamente lo scambiatore ha cominciato a oscillare, Ion L. è stato colpito e scagliato a terra, risollevandosi di corsa per evitare di essere preso in pieno dall'apparecchio. Nella fuga è inciampato in una buca contenente una trave. Inappellabile il referto dei neurochirurghi: Lesioni midollari irreversibili. Ion L. non riprenderà più l'uso degli arti inferiori.
di Cristina Genesin
-
IL Mattino di Padova - MERCOLEDÌ, 12 SETTEMBRE 2012
Scuola primaria 2.0 e nuovo dirigente alle medie.
.
PIOVE DI SACCO Prima campanella del nuovo anno scolastico stamattina per oltre mille alunni che siederanno sui banchi di scuole elementari e medie. Sono 880 i bambini iscritti alla scuola primaria: 247 frequentano la Umberto I che conta complessivamente 11 classi. Sono 129 gli alunni iscritti alla Boschetti Alberti, 185 alla Dante Alighieri di Sant'Anna, 82 alla Marconi di Arzerello, 133 sono i bambini che frequentano le elementari Zanella di Corte e 104 quelli della Montessori di Pontelongo, che rientra nella direzione didattica piovese. Gli stranieri hanno raggiunto quota 160, il 18%. I bimbi con disabilità per cui è necessario l'insegnante di sostegno sono 27. La primaria piovese è l'unica scuola veneta ad essere stata scelta per il progetto ministeriale "Scuola 2.0", un percorso che punta a diffondere l'utilizzo dei dispositivi tecnologici e la rete tra studenti e insegnanti. Il quadro presenta una situazione di notevole complessità? è il commento della dirigente Franca Milani, e richiede a tutti gli operatori della scuola, alle famiglie e agli alunni impegno e collaborazione per costruire insieme un progetto formativo valido e orientato al futuro. La "Scuola 2.0" ha lo scopo non solo di implementare l'uso di computer e tecnologia nella didattica, ma di trasformare pian piano la scuola, di abbattere i confini fisici delle aule, portando tramite le connessioni alla rete tutto il bagaglio di informazioni e conoscenze alla portata degli alunni. Le aule saranno dotate quanto prima di rete wireless, di isole informatiche, tavoli e lavagne interattive. Per i 730 ragazzi della scuola media la novità più rilevante riguarda l'arrivo della nuova dirigente: la professoressa Enrica Bojan succede infatti al preside Giuliano Sarto. Laureata in Lettere e musicologa, oltre che musicista, (insegnava pianoforte in una scuola padovana), la nuova dirigente inizia l'anno scolastico sotto i migliori auspici: Eredito una situazione molto positiva grazie al grande lavoro svolto dal mio predecessore ha dichiarato la scuola media piovese è una realtà che funziona bene e che gode di un'ottima organizzazione e di ottime professionalità. L'impegno è di proseguire su questa strada. Dei 730 alunni il 14,5% è straniero, per un totale di 107. Le classi complessivamente sono 32, di cui 10 prime.
(e.l.)
-
IL Mattino di Padova - MARTEDÌ, 11 SETTEMBRE 2012
Arti marziali e ginnastica Partono i corsi.
.
PONTELONGO Nuove proposte per l'attività fisica promosse dall'assessorato comunale allo sport. Aperte le iscrizioni, infatti, al corso di arti marziali per bambini e per adulti che si terrà ogni martedì e venerdì nella palestra delle scuole medie. Per informazioni chiamare il 339.3399600. Il lunedì e il mercoledì, sempre nella stessa palestra, dalle 19.30 alle 20.30, è stato invece organizzato un corso di aerobica, ginnastica, stretching, gag e pilates adatto a un pubblico molto ampio ed eterogeneo per esigenze ed orari. Chi fosse interessato a queste attovità, può rivolgersi al 338.3458926.
(al.ces.)
-
IL Mattino di Padova - MARTEDÌ, 11 SETTEMBRE 2012
Borse di studio comunali per i giovani di Pontelongo.
.
PONTELONGO Borse di studio per i giovani del paese: è aperto il bando per l'assegnazione a favore di studenti, residenti a Pontelongo, che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado (medie) e di scuola secondaria di secondo grado (superiori) nell'anno scolastico passato. Le borse di studio mettono a disposizione rispettivamente 300 e 500 euro. La domanda al Comune va redatta in carta libera, su un modello disponibile in municipio, e dovrà essere consegnata entro sabato 15 settembre. Informazioni sul sito segreteria@comune.pontelongo.pd.it oppure chiamando lo 049.9775265.
(al.ces)
-
IL Mattino di Padova - Domenica, 09 SETTEMBRE 2012
PONTELONGO Strano avvistamento.
.
L'altra sera nel cielo sopra Pontelongo: parlare di ufo magari è fin troppo, ma nessuno toglie dalla testa di Massimo Sartori che le luci che ha visto brillare avevano qualcosa di particolare. Non riconducibile, secondo il titolare del Botteghino musicale, a comuni fari di una discoteca, aerei, elicotteri o lanterne volanti così tanto in voga in questo periodo. Un oggetto volante non identificato a tutti gli effetti, anche se non era certo l'astronave di ET. È stata mia moglie a vedere per prima questi due punti luminosi racconta Sartori, ha chiamato subito me e nostro figlio. Dal terrazzo si vedevano queste due luci gialle che avanzavano da Bovolenta verso Pontelongo, erano parallele e si muovevano a velocità regolare. Poi si sono fermate, per almeno tre minuti, proprio all'altezza del campanile. Non erano accompagnate da alcun rumore. E così come sono arrivate se ne sono andate, separando però nella via del ritorno le loro traiettorie. Io sono stato un paracadutista sottolinea Sartori, di aerei ed elicotteri mi intendo abbastanza e quelle luci non avevano a che fare né con gli uni né con gli altri. Non potevano essere nemmeno lanterne volanti, si spostavano troppo regolarmente, secondo una traiettoria precisa e poi non si sono spente. Non arrivo a dire che fossero extraterrestri precisa, ma si trattava certamente di qualcosa di anomalo. Io e la mia famiglia siamo rimasti davvero impressionati da quell'incredibile spettacolo, nessuno di noi, infatti, aveva mai visto niente di simile. (e.l.)
-

IL Mattino di Padova - VENERDÌ, 07 SETTEMBRE 2012
Commemorazioni di Luigi Bozzato
.
Pontelongo - Fine settimana dedicato alla commemorazione del 4° anniversario dalla morte di Luigi Bozzato, con diverse manifestazioni organizzate da assessorato alla Cultura, biblioteca comunale e le sezioni paesane degli Alpini e dei Combattenti e reduci. Domani alle 16.30, in biblioteca, presentazione della sezione storica "Bozzato" con il materiale donato dall'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito. Alle 18 messa, a seguire cerimonia al monumento agli Internati nei lager nazisti. Domenica mattina visita guidata al museo dell'Internamento di Padova. Info: 049/9776568.
(al.ces.)
-
IL Mattino di Padova - SABATO, 01 SETTEMBRE 2012
Grande festa a Concadalbero per i 10 anni del Pontecorr.
.
L' Ac Pontecorr Asd festeggia i suoi primi dieci anni con un evento che vedrà protagonisti gli oltre 150 atleti tesserati, oltre alla quarantina di dirigenti e sostenitori. Gran galà oggi dalle 18 nell'impianto sportivo di via Giotto a Concadalbero per la società calcistica del presidente Benedetto Marcato, nata nell'estate del 2002 dalla fusione dell'Us Correzzola '95 con il Pontelongo 1911. Potendo così contare su un bacino di utenza più ampio e sulle strutture sportive presenti in entrambi i territori, la nuova società è riuscita a crescere. Nel 2007, l'ulteriore fusione con il Gs Candiana '94 di Mirco Pantano, attuale vice presidente, ha dato un ulteriore consolidamento.
(al.ces.)
-

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 104    utente sei il visitatore n°2617420 dal 1° gennaio 2010