Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2010 | Novembre 2010

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Superamministratore   19/04/2011

Novembre 2010

IL MATTINO di Padova - Venerdì 26 Novembre 2010,
PONTELONGO Cent'anni fatti di zucchero, oggi iniziano i festeggiamenti
.
Cento anni di storia dello zuccherificio, cento anni di storia del paese. Per questo Pontelongo si prepara a festeggiare nel migliore dei modi il primo secolo di vita del suo stabilimento, fondato nel 1910 da una società belga. E da allora diventato il fulcro dell'economia del territorio. Da oggi fino a domenica, e poi ancora da martedì fino al 5 dicembre, si susseguiranno una serie di iniziative che vedranno protagonista lo zucchero ma non solo. Da stasera inizia la festa con il luna park e le bancarelle di dolciumi in piazza; domani, alle 17, sarà inaugurata la mostra del tempo libero nel sottotetto comunale, mentre la sera, alle 21, in chiesa avrà luogo il concerto di Sant'Andrea con i cori delle parrocchie vicine. Domenica sarà la giornata del quinto raduno dei collezionisti delle bustine di zucchero, provenienti da tutta Italia, della vendita delle speciali confezioni di zucchero realizzate in numero limitato proprio per il centenario e dell'inaugurazione della mostra fotografica 100 years allestita nei locali dell'ex biblioteca.
(Fe.Be.)
-

IL GAZZETTINO di Padova - Giovedì 25 Novembre 2010,
PIOVE DI SACCO Smaltimento dei rifiuti con tessera personalizzata
.
Cittadini che bruciano rifiuti o, peggio, li abbandonano abusivamente lungo argini e fossati. Altre segnalazioni sono arrivate agli uffici comunali, nei giorni scorsi, da alcuni residenti di via Vicenza, a Corte. Oltre a predisporre controlli mirati da parte della polizia locale, il Comune, in collaborazione con i Bacini Padova 3 e Padova 4, annuncia che questa sera, alle 20.30, nell'auditorium di via Ortazzi, si svolgerà un incontro per illustrare ai piovesi la nuova modalità di conferimento dell'immondizia, che entrerà in funzione dal primo gennaio. In sostanza, ogni utente avrà a disposizione degli speciali bidoni e una tessera personale, che consentiranno di controllare la produzione dei rifiuti e quindi di calibrare le tasse a seconda dei casi. Il progetto Sirv, così si chiama, funzionerà anche come deterrente all'abbandono abusivo, in quanto ogni famiglia dovrà comunque pagare una quota fissa per usufruire del servizio di raccolta porta a porta. Tutte le informazioni saranno comunque fornite questa sera dai responsabili dei Bacini.
(Fe.Be.)
-
IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 25 NOVEMBRE 2010
Oggi riunione pubblica per spiegare il nuovo sistema basato sugli svuotamenti Rifiuti, arriva la tessera magnetica Non conferire non dà vantaggi

.
PIOVE DI SACCO. C'è preoccupazione per il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti: nelle prossime settimane verranno consegnati agli utenti i nuovi bidoni e soprattutto la tessera magnetica che conterà per ciascuno il numero di conferimenti. Il sindaco Sandro Marcolin mette in guardia i cittadini. Non significa che chi non consegna le immondizie non pagherà o pagherà meno, la quota fissa è per tutti oltre il 90 per centro del totale. Questo per dire che chi pensa di gettare i rifiuti in giro, sugli argini o in altri posti per non conferirli al servizio di raccolta porta a porta, non avrà alcuna convenienza a farlo. La conferma arriva anche dal presidente del Bacino Stefano Chinaglia: Il nuovo sistema che entrerà a regime progressivamente in tutti i paesi del comprensorio non prevede la pesatura dei rifiuti, bensì il conteggio degli svuotamenti dei bidoni. Per quanto riguarda il secco non cambierà molto in realtà perché se oggi sono conteggiati a tutti 52 svuotamenti, con il nuovo sistema ogni comune deciderà quanti metterne nella quota fissa della tariffa e quanti invece nella parte variabile. Ma parliamo di una percentuale molto bassa, tra il 90 e il 95 per cento, cioè di pochi euro. La differenza maggiore - sottolinea Chinaglia - si vedrà invece sul verde e sull'umido, dove la quota variabile sarà più alta. Se prima chi viveva in condominio pagava nella tariffa anche il verde senza avere giardino e sfalci d'erba, ora avrà un risparmio. Il progetto pilota partito ad Arzergrande un anno fa ha dimostrato difficoltà all'inizio, poi le persone hanno imparato a smaltire l'erba in casa o si sono attrezzati con tagliaerba che la triturano. Sarà un processo lungo ma lo scopo è quello di arrivare a calibrare la raccolta dei rifiuti in funzione della concreta necessità. Si tratta principalmente di un processo educativo. Questa sera in auditorium ci sarà una riunione per illustrare le nuove modalità di raccolta dei rifiuti: E' importante che le persone partecipino - dice Marcolin - e che capiscano che non sarà affatto conveniente gettare i rifiuti in giro. Purtroppo il volantino arrivato a casa dal bacino rischia di essere interpretato in questo senso. In ogni caso, credo sarà opportuno sia da parte delle amministrazioni che dello stesso bacino aumentare i controlli per evitare e punire l'abbandono dei rifiuti.
ELENA LIVIERI
-

IL GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 24 Novembre 2010,
PONTELONGO Rotatoria sulla regionale, lavori vicini.

.

Procede l'iter che porterà alla realizzazione di una rotatoria alle porte del paese, in corrispondenza del pericoloso incrocio tra la regionale 516 e via Indipendenza. Il progetto preliminare e quello definitivo dell'opera sono già stati approvati, così come la variante urbanistica: tutti passaggi indispensabili per la redazione del piano esecutivo sulla base del quale bandire la gara d'appalto per l'individuazione dell'impresa che realizzerà il rondò. La presentazione del progetto esecutivo, per il quale è stato riconosciuto un contributo di 273 mila euro su una spesa complessiva prevista di 455 mila euro, da parte dell'assessorato regionale alla Mobilità - fanno sapere dagli uffici comunali - dipenderà dal parere tecnico di Veneto Strade e da eventuali prescrizioni da ottemperare per la stesura dello stesso. Il momento dell'avvio del cantiere potrebbe arrivare quindi nel giro di qualche mese, come più in là. Nel frattempo il Comune intende intraprendere le altre iniziative utili per la sistemazione della viabilità nell'area circostante la futura rotatoria, grazie alla collaborazione dei soggetti coinvolti nella realizzazione del piano di lottizzazione "Giardini Foscarini" e delle attività artigianali presenti in zona.
(Fe.Be.)

-

IL GAZZETTINO di Padova - Martedì 23 Novembre 2010,
PONTELONGO 200 mila euro per sistemare il cimitero
.
Un cimitero più ordinato e accessibile a tutti. È questo l'obiettivo dell'amministrazione comunale, che ha previsto una spesa di 200 mila euro per sistemare l'area ?nuova? del camposanto. Sulla base di un progetto architettonico concepito già nel 2004, è stato redatto un progetto definitivo che comprende il consolidamento delle mura di cinta, il miglioramento delle aree verdi e dei camminamenti, un lavatoio e soprattutto la creazione di una rampa d'accesso per i disabili. Ora è atteso il parere dell'Usl per procedere con il progetto esecutivo e con l'avvio del cantiere.
(Fe.Be.)
-

IL MATTINO di Padova - SABATO, 20 NOVEMBRE 2010
Gli over 65 in regola con l'abbonamento Rai potranno usufruire di sconti per l'acquisto dei decoder. Digitale tv, mancano solo dieci giorni.Nel Padovano l'ora X scatta il 30 novembre.
.
Mancano solo dieci giorni ma nessuno ancora lo sa. Il 30 novembre è la data che cambierà il modo di vedere la televisione in provincia di Padova. Con l'addio al segnale analogico scatta la rivoluzione del digitale terrestre stabilita dal ministero per lo Sviluppo Economico. Per Piemonte, Lombardia, Emilia, Veneto e Friuli lo spegnimento del segnale analogico è previsto fra il 25 novembre e il 15 dicembre ma la data per tutta la provincia di Padova è stata fissata per il 30 novembre con l'eccezione di Piombino Dese (1 dicembre). La conferma ufficiale è stata comunicata dall'assessore provinciale Gilberto Bonetto, che ieri ha illustrato le novità del passaggio al digitale assieme al personale della Fondazione Ugo Bordoni, ente incaricato dal ministero per la campagna di comunicazione che ieri pomeriggio ha toccato anche piazza Garibaldi. Il passaggio al digitale porterà molte novità, dai servizi interattivi a una migliore qualità audio e video, ampliando la scelta dei canali tv, ma creerà anche tanta confusione e problemi di adattamento alla nuova tecnologia, almeno nei primi tempi. L'abbonato dovrà, infatti, acquistare un decoder per far funzionare vecchi apparecchi tv (usando due telecomandi) oppure un televisore di ultima generazione con decoder incorporato (e un solo telecomando). I decoder più economici costano circa 30 euro mentre quelli interattivi muniti di scheda costano tra i 60 e i 70 euro. Chi ha più di 65 anni, reddito inferiore ai 10 mila euro ed è in regola con abbonamento Rai ha diritto a contributo statale di 50 euro per l'acquisto di un decoder interattivo. Non ci sarà invece bisogno di intervenire sulle antenne. Acquistato il decoder sono cinque i passi da fare per vedere la tv in digitale. Innanzitutto bisogna collegare l'antenna al decoder e la presa scart al televisore, quindi premere il tasto menu del telecomando del decoder, selezionare la scritta installazione e dare conferma. Per scegliere il canale si dovrà scorrere la lista ricerca canale e dare l'ok. Due le opzioni per fissare l'ordine dei canali: si può scegliere dall'elenco la numerazione automatica per avere un ordine prestabilito oppure la numerazione normale se si preferisce impostare un ordine personalizzata, sempre dando l'ok alla fine. Infine terminare la procedura con exit o menu. Ci aspettiamo qualche difficoltà soprattutto dagli utenti più anziani - ha osservato Bonetto - chiediamo pazienza nei primi giorni. Il ministero dello Sviluppo economico ha messo a disposizione dei cittadini il numero verde 800022000 e il sito internet www.decoder.comunicazioni.it, dove si possono trovare tutte le informazioni utili sul passaggio di tecnologia. Nel sito però non ci sono ancora le date del passaggio di segnale nei Comuni del Veneto.
(s.var.)
-
IL GAZZETTINO di Padova - Sabato 20 Novembre 2010,
Conto alla rovescia per il digitale terrestre
.
Tranne Piombino Dese, il cui approdo avverrà il primo dicembre, entro fine mese tutti i comuni padovani passeranno al digitale terrestre. Un sistema di trasmissione del segnale televisivo che migliora sia la qualità audio, sia quella video consentendo di vedere, attraverso il segnale analogico, un maggior numero di canali rispetto alla televisione tradizionale. Per informare e supportare i cittadini nel passaggio al digitale terrestre è stata istituita la figura del referente territoriale per il digitale terrestre?, che offre informazioni sia sulla scelta più appropriata nell'acquisto del decoder, sia sulle modalità di programmazione per la corretta ricezione della tivù digitale. Per ulteriori chiarimenti i cittadini potranno consultare il sito della Provincia www.provincia.pd.it. E proprio l'amministrazione provinciale, attraverso l'assessore Gilberto Bonetto, ha organizzato una serie di iniziative e di punti formativi. Ieri, in collaborazione con il ministero dello Sviluppo economico, l'assessore è stato presente in piazza Garibaldi con il camper del roadshow per offrire ulteriori informazioni, anche pratiche, sulle gestione del passaggio al digitale. La fine delle trasmissioni in analogico - ha spiegato Gilberto Bonetto - potrà creare qualche problema alle famiglie. Per questo la Provincia si è attivata, già da tempo, mettendo a disposizione sul proprio sito internet tutte le informazioni necessarie. Oltre al portale web, il ministero ha messo a disposizione anche un numero verde gratuito: 800.022.000 in cui le persone potranno chiamare per qualsiasi chiarimento sul funzionamento della televisione e del decoder. Ieri il camper roadshow è rimasto in piazza Garibaldi fino alle 17 con la possibilità, da parte dei visitatori, di parlare con i tecnici, gli esperti, e di avere una dimostrazione pratica della sintonizzazione del decoder. La Provincia ha inoltre fornito a ciascuno dei comuni brochure informative sul passaggio dall'analogico al digitale terrestre, e una guida tecnica ai collegamenti base tv-decoder, da poter distribuire agli utenti. Infine, per parlare con il referente per il digitale terrestre i cittadini possono anche telefonare all'Ufficio relazioni con il pubblico dei loro comuni chiedendo di parlare direttamente con l'addetto al digitale.
Matteo Bernardini
-
IL MATTINO di Padova - SABATO, 13 NOVEMBRE 2010
PONTELONGO Scoperto il killer dei gattini
.
PONTELONGO. Blitz dell'associazione ?100% animalisti? contro il killer dei gatti. Gli attivisti dell'associazione hanno, infatti, individuato il responsabile della morte di tanti mici, almeno una ventina, scomparsi in via Gramsci negli ultimi anni ed uccisi a bastonate. ?Una volta - raccontano gli animalisti - è stata trovata addirittura una gattina dentro un sacchetto di plastica che portava ancora i segni delle bastonate ricevute?. Così nella notte tra giovedì e venerdì sulla rete di recinzione della casa di via Gramsci è stato affisso uno striscione. ?Il killer dei mici - fanno sapere dall'associazione - sappia che adesso è al centro dell'attenzione dei nostri militanti. Chi uccide vilmente gli animali non resterà impunito e non sono escluse denuncie a suo carico?.
ALESSANDRO CESARATO
-
IL GAZZETTINO di Padova - Sabato 13 Novembre 2010,
Identificato il killer dei gatti
.
Il sospetto è venuto fin dall'inizio, quando numerosi residenti di via Gramsci hanno notato - chi un giorno, chi un altro - che i loro micini erano spariti. Non gironzolavano più nel cortile di casa e nemmeno, cosa assai strana, rispondevano ai richiami per la pappa. Improvvisamente scomparsi. Poi la conferma, tragica e inquietante, è arrivata quando alcuni gatti sono stati rinvenuti poco distante. Massacrati a colpi di bastone. Dopo mesi e mesi di indagini e testimonianze raccolte in zona, i militanti dell'associazione ?100% animalisti?, ieri, hanno reso noto: ?Abbiamo individuato il killer dei gatti di via Gramsci a Pontelongo. Chi uccide vilmente gli animali non resterà impunito, non sono escluse quindi, denunce a suo carico?. Intanto, sul cancello dell'abitazione di colui che gli animalisti ritengono essere il responsabile della barbarie, nella notte tra giovedì e venerdì è stato affisso un cartello che recita: ?Venti mici massacrati, ora noi "arrabbiati"?. Firmato ?100% animalisti?. ?In via Gramsci - spiegano gli attivisti - negli ultimi anni sono scomparsi molti gatti, almeno una ventina sono stati uccisi a bastonate. Una sola volta è stata ritrovata una micina, chiusa in una sacchetto di plastica, che portava ancora i segni delle bastonate ricevute?. I militanti dell'associazione si sono messi subito d'impegno per far luce sulla spaventosa sequela di casi analoghi. ?L'infame assassino - così definiscono il presunto esecutore del massacro - circola ancora. Ma indagini e testimonianze raccolte durante questi mesi dai nostri militanti, hanno portato alla sua identificazione. Il killer dei mici sappia che adesso è al centro dell'attenzione dei militanti di "100% animalisti" che non escludono la possibilità di sporgere denuncia nei suoi confronti?.
Federica Bertaggia
-

IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 11 NOVEMBRE 2010
I COMUNI SI MOBILITANO - Fondi per gli alluvionati
.
PIOVE DI SACCO. La gara di solidarietà per aiutare le famiglie colpite dall'alluvione continua: anche i comuni della Saccisica hanno dato vita ad una raccolta di fondi da destinare alle popolazioni alluvionate. L'iniziativa è appoggiata dai comuni di Piove, Arzegrande, Brugine, Codevigo, Correzzola, Legnaro, Sant'Angelo, Pontelongo e Polverara. E' stato quest'ultimo a dare avvio alla raccolta stanziando i primi 5.000 euro, a cui se ne sono aggiunti 10.000 euro da Piove. E via via tutti i comuni hanno deliberato a loro volta un loro contributo. L'appello è rivolto a cittadini, aziende e associazioni: il conto corrente a cui destinare le offerte è aperto alla banca di Credito Cooperativo, IBAN IT31 G087 2862 74100000 0010783. Un aiuto agli alluvionati arriva dal centro commerciale Piazzagrande: ?In collaborazione con il Gruppo Alpini - conferma il direttore Filippo Lazzarin - stiamo raccogliendo prodotti per le pulizie, abbigliamento intimo e soldi per nuovi elettrodomestici?.
(e.l.)
-

IL GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 10 Novembre 2010,
PONTELONGO Alloggi popolari e punteggi, è scontro
.
Scontro in consiglio comunale sull'assegnazione degli alloggi popolari. La minoranza si è duramente opposta alla proposta dei consiglieri della Lega nord di favorire, nell'assegnazione delle case, i residenti nel Comune da più di diciotto anni con l'attribuzione di otto punti di vantaggio rispetto ai nuovi arrivati. In linea di principio si può anche essere d'accordo con questa particolare "corsia preferenziale" - ha spiegato il capogruppo di opposizione, Federico Ossari - ma ciò significa mettere in secondo piano tutte quelle persone che si trovano in gravi situazioni di disagio economico e sociale, favorendo invece coloro che, per il solo fatto di trovarsi qui da molti anni, balzeranno in testa alle graduatorie. Ed è per questo che i rappresentanti della lista Pontelongo 2000 hanno proposto un emendamento che favorisse sì i residenti, ma solo di due punti invece di otto e subordinati alla residenza di almeno cinque anni e non di diciotto. La modifica è stata bocciata. Assegnare un punteggio di questo "peso" in virtù solo della residenzialità, significa stravolgere le graduatorie in barba ad ogni principio di aiuto e bisogno, aggiunge Ossari.
(Fe.Be.)
-
IL MATTINO di Padova - DOMENICA, 07 NOVEMBRE 2010
BACINI PADOVA 3 E 4 - Riprende la raccolta dell'umido
.
Ecocentri chiusi, raccolta del verde interrotta e un recupero straordinario dei rifiuti finora nascosti dall'allagamento. Sono solo alcuni aspetti del piano d'emergenza per la raccolta dei rifiuti elaborato dai Bacini Padova 3 e Padova 4. Stop al verde. Il rifiuto verde non verrà più raccolto fino a sabato 13 novembre. Il provvedimento riguarda 58 Comuni, per un bacino d'utenza di 235 mila abitanti. Riprenderà invece da domani la raccolta dell'umido, seguendo il regolare calendario già in possesso da inizio anno dai cittadini. Questo tipo di rifiuto non finirà nell'impianto di compostaggio della Sesa, la cui attività non è ancora ripresa. L'unica alternativa concreta è l'inceneritore - spiega Simone Borile, presidente del Padova 3 - Stiamo cercando altri siti dove poter conferire l'umido. Se la situazione non cambia dovremo prendere la triste decisione di utilizzare l'inceneritore di Padova. Per questo è stato chiesto l'intervento del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia: la necessità è quella di trovare altri canali di conferimento del rifiuto umido in regioni vicine. Nei momenti di difficoltà è giusto che si diffonda un sentimento di solidarietà - chiude Borile - Solo così è possibile uscire dai momenti di crisi. Continua invece regolarmente la raccolta del rifiuto secco: sarà conferito sempre nella discarica di Sant'Urbano. L'impianto, peraltro, oggi rimarrà aperto eccezionalmente per accogliere pure l'immondizia vicentina. Ecocentri chiusi. Gli ecocentri controllati dai due bacini sono stati chiusi: in questo modo le ditte di raccolta hanno la possibilità di utilizzare queste strutture per una migliore gestione di tutti i rifiuti in arrivo. L'ecocentro di Piacenza d'Adige, in via Serragli, è diventato, ad esempio, una stazione di travaso per il rifiuto verde raccolto prima dell'alluvione. Rifiuti abbandonati. Il Bacino Padova 3, a proposito dei rifiuti rimasti lungo le strade e nei fossati, non ha esitato a parlare di situazione di emergenza ambientale che richiede un intervento immediato. A seguito del ritiro delle acque si trovano spesso rifiuti abbandonati - spiega ancora Borile -. Per questo abbiamo attivato misure straordinarie per la raccolta dell'immondizia finora nascosta dall'allagamento. Si tratta di un provvedimento importantissimo per una corretta gestione ambientale e sanitaria. Da domani saranno attivate raccolte specifiche per i Comuni alluvionati. Inoltre si è già pensato a punti di raccolta speciali con l'attivazione del servizio sgomberi e la possibilità di prenotare servizi particolari, ad esempio per gli alimenti scongelati. A decine di cittadini è già stato consigliato di sistemare i mobili e gli oggetti ingombranti rovinati dall'acqua fuori dalle proprie abitazioni. Il primo punto di raccolta per carcasse e per mancati freddi (gli alimenti scongelati), invece, è stato attivato ieri mattina davanti al cimitero di Saletto.
(n.c.)

-
IL MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 03 NOVEMBRE 2010
PONTELONGO Chiuso l'argine per precauzione
.
PONTELONGO. Bacchiglione sotto costante monitoraggio anche a Pontelongo, con gli abitanti in comprensibile apprensione: ieri mattina, su prescrizione del Genio Civile il sindaco Fiorella Canova ha fatto chiudere al traffico la corsia stradale che corre lungo l'argine in mattoni a ridosso del ponte: una misura precauzionale nel caso si verificassero delle infiltrazioni d'acqua. Anche la strada arginale sul lato destro del fiume, in direzione di Bovolenta, è stata interdetta al traffico. ?Grazie a Dio il nostro territorio questa volta non sembra correre grossi rischi anche se continua il monitoraggio del livello del Bacchiglione - ha commentato Canova - per ora la nostra Protezione civile sta aiutando i comuni di Casalserugo e Bovolenta e siamo in contatto fra sindaci per il supporto logistico e tecnico che possiamo mettere a disposizione?.
ELENA LIVIERI
-
IL MATTINO di Padova - MARTEDÌ, 02 NOVEMBRE 2010
Scooter tampona un auto Ferite lievi per il motociclista
.
PONTELONGO. Tampona un'auto con lo scooter e finisce all'ospedale: è successo domenica alle 18.30 in via Foscarini, a Pontelongo. O.N., 46 anni, stava viaggiando in sella al suo ciclomotore quando, forse per la poca visibilità dovuta alla pioggia, è finito contro la parte posteriore della Volvo V70 condotta da un quarantenne del posto. A causa dell'urto O.N. ha perso il controllo dello scooter ed è finito a terra scivolando sull'asfalto bagnato. Il quarantaseienne ha riportato fortunatamente solo lievi ferite ma per precauzione è stato condotto al pronto soccorso di Piove di Sacco in ambulanza, dove è stato medicato. Per i rilievi dell'incidente è intervenuta una pattuglia dei carabinieri.
(e.l.)
-

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 79    utente sei il visitatore n°2615609 dal 1° gennaio 2010