Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2010 | Maggio 2010

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Superamministratore   19/04/2011

Maggio 2010

-
IL MATTINO di Padova - Domenica 30 Maggio 2010
Remada a seconda sul Bacchiglione da Battaglia Terme a Pontelongo
.
Ultima domenica per assaggiare le ciliegie a Zovon di Vò e i bigoi , preparati secondo la tradizione, a Luvigliano di Torreglia . Per le buone forchette e gli amanti della cucina nostrana le alternative non mancano. Oggi inizia la settima Magnalonga di Campodarsego con un ricco stand gastronomico che propone come specialità le lumache di produzione locale, attrazioni per i bambini e percorso gastronomico-culturale da fare in bicicletta all'interno del territorio di Campodarsego. Prima edizione della festa Sapori d'Estate a Trebaseleghe , iniziata ieri, ma che oggi entra nel vivo con il « Salone del Gusto » e gli stand del Brasile e della Tailandia, che dà alla manifestazione, allestita nel Parco Draganziolo , un tocco internazionale. Tra le proposte domenicali c'è la Soffitta in piazza , mercatino del piccolo antiquariato, del modernariato e vintage, l'esposizione di prodotti tipici del luogo, frutta e ortaggi di stagione «a chilometro zero», la biciclettata ecologica. La Festa continuerà fino a mercoledì 2 giugno con il concerto «Amor di patria» in piazza e la sfilata delle majorette. Due Carrare ospita la Rievocazione Storica Carrarese con degustazioni enogastronomiche, danze popolari e figuranti in costume che faranno rivivere la vita ai tempi della famiglia dei Carraresi, originari della zona. A Gazzo Padovano oggi arrivano i colori della Festa delle Rose , torna Montagnana in Fiore , la manifestazione florovivaistica e gastronomica con prodotti tipici da tutta Italia. Torna la tradizionale Remada a seconda , che coinvolge più paesi a partire da Battaglia Terme , punto di partenza della manifestazione che si tiene lungo il Bacchiglione dal canale della Battaglia e dal Vigenzone. Tra le tappe c'è quella a Bovolenta , che accoglierà le imbarcazioni con la Festa di Primavera , e Pontelongo , dove si chiude il giro in barca. A Cadoneghe c'è il Parco della Repubblica in festa che ospiterà fin dalla mattina una serie di eventi pensati per intrattenere diversi tipi di pubblico e sensibilizzare cittadini e famiglie sui temi della solidarietà. Si parte con la marcia non competitiva in mattinata, il teatro dei burattini alle 15, e la rassegna musicale con il gruppo Note Innate, la Banda del Fabbro e l'orchestra di Fiati di Cadoneghe.
di Erika Bollettin

-
Il GAZZETTINO di Padova - Domenica 30 Maggio 2010
PONTELONGO - La sistemazione della piazza scaricata sulla parrocchia?
.
Il capogruppo di minoranza, Federico Ossari, accusa l'amministrazione comunale di aver "scaricato" l'onere della sistemazione del piazzale della chiesa totalmente sulla parrocchia, nonostante la pubblica utilità dell'area. ?Prima il sindaco aveva assicurato al parroco che il Comune si sarebbe fatto carico di un terzo della spesa del progetto, nel totale sei mila euro - dice Ossari - Poi invece ha stanziato solo un quarto della somma e ha demandato alla parrocchia la gestione dell'intervento?.
(Fe.Be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 29 Maggio 2010,
A PONTELONGO - Sant'Andrea, un fine restauro
.
Un certosino lavoro di restauro ha ridato nuova luce alla chiesa di Sant'Andrea, a Pontelongo. Nelle mani esperte del restauratore Roberto Giacometti sono passate le due balaustre della parrocchiale, il casamento del prezioso organo Malvestio, il rivestimento ligneo del presbiterio, un leggio e una grande credenza di legno di noce risalente al 1939. C'è voluto qualche mese e un cospicuo contributo di circa sessantamila euro (diviso fra la fondazione Cassa di Risparmio, la Regione e la Conferenza episcopale) ma alla fine il risultato ha lasciato tutti a bocca aperta. Molteplici e delicate le fasi dell'invento. "Il rivestimento ligneo del presbiterio è stato smontato pezzo per pezzo e portato in laboratorio per sistemare lintonaco sottostante - spiega Giacometti, che ha effettuato il restauro con la supervisione della Soprintendenza ai beni culturali - Le parti mancanti sono state costruite con la stessa essenza lignea, mentre la lucidatura finale è stata eseguita a pennello con gommalacca e finitura con cera dapi e carruba". Le balaustre inginocchiatoio in essenza di noce massello, invece, sono state consolidate nei punti di maggior usura, in particolare negli incastri. "Tutti gli elementi lignei sono stati puliti per togliere lunto, i depositi oleosi e vecchie vernici ossidate, ma soprattutto per ridare leggibilità alla venatura del legno" conclude il restauratore. Ora i fedeli possono ammirarne i risultati.

-
IL MATTINO di Padova GIOVEDÌ, 27 MAGGIO 2010
Rubati attrezzi nel magazzino
.
PONTELONGO. Ladri in azione l'altra notte in via Dante Alighieri: i malviventi hanno preso di mira il magazzino comunale dove sono custoditi i mezzi e le attrezzature da lavoro e della protezione civile. Sono spariti attrezzi per circa ottomila euro. Ad accorgersi della razzia è stato ieri mattina un dipendente del Comune che intorno alle 9.30 ha raggiunto il magazzino. Appena entrato ha notato disordine e alcuni attrezzi mancanti: sul posto sono intervenuti i carabinieri. (e.l.)
-
IL GAZZETTINO di Padova - GIOVEDÌ, 27 MAGGIO 2010
PONTELONGO Razzia al magazzino comunale Rubati attrezzi da giardinaggio
.
Razzia di attrezzi da lavoro nel magazzino comunale di via Dante Alighieri. Il furto di decespugliatori, trapani e badili è stato messo a segno durante la notte tra martedì e mercoledì, da ignoti particolarmente abili. Nonostante la posizione centrale dell'edificio, infatti, i ladri professionisti sono riusciti a scardinare una porta laterale e a portare fuori macchinari e utensili per un valore totale di circa otto mila euro.
(Fe.Be.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 26 Maggio 2010,
PONTELONGO Bonificata l'area del nuovo parco
.
È stata bonificata l'area tra via Petrarca e via Zucchericio, dove sorgerà il nuovo parco Meetic. I primi alberi saranno messi a dimora nei prossimi mesi, il resto della piantumazione proseguirà con cadenza annuale da qui fino al 2014. Intanto il Comune sta cercando sponsor per poter procedere all'acquisto delle giostrine.
(Fe.Be.)

-

Il GAZZETTINO di Padova - Martedì 25 Maggio 2010,
I Fiumi restano senza Sentinella
.
Il comune di Pontelongo ha definitivamente rescisso la convenzione, avviata nel 2002, tra i territori attraversati dai fiumi Bacchiglione, Fratta, Gorzone e Adige, al fine di promuovere progetti per il risanamento delle acque. ?Visto il perdurare di un momento economico difficile e rilevato che gran parte delle funzioni previste dalla convenzione sono ora espletate da altri soggetti istituzionali, come gli Ato idrici e la Regione - ha spiegato il vice sindaco e assessore all'Ambiente, Enzo Battisti - riteniamo vengano meno i motivi che avevano determinato l'adesione del Comune alla convenzione denominata "Sentinella dei fiumi". Pensiamo sia opportuno utilizzare la quota di adesione, cinquecento euro, per altre iniziative sempre di carattere ambientale?. La proposta ha ottenuto i voti contrari dei consiglieri di opposizione. ?L'associazione è nata principalmente per volere di Chioggia, perché tutti gli inquinanti dei vari fiumi andavano a creare problemi alla balneabilità del litorale - ha ricordato Marino Zenna - La convenzione non ha mai avuto lo scopo di sostituirsi all'Arpav ma semplicemente di essere da stimolo ai soggetti istituzionali attraverso una serie di iniziative quali convegni e collaborazioni. La quota di appena 500 euro non mi pare rilevante e non ritengo opportuno togliere questo contributo che è segno di attenzione al problema?.
(Fe.Be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - Lunedì 24 Maggio 2010,
PONTELONGO Denunciati per ricettazione
.
Due italiani residenti a Pontelongo, rispettivamente di 41 e 23 anni, sono stati denunciati per ricettazione dai carabinieri di Codevigo. I militari hanno scoperto che nell'abitazione di uno di loro erano nascosti un televisore, quattro monitor e altra apparecchiatura elettronica. Tutto il materiale è risultato oggetto di un furto commesso qualche tempo fa, al Royal Club, un circolo privato della zona.
(Fe.Be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 22 Maggio 2010,
Anche quest'anno remada in versione ridotta
.
Anche quest'anno, per il secondo consecutivo, cause di forza maggiore costringeranno la storica "Remada a seconda", in programma domenica 30 maggio, alla versione in formato ridotto. Un vero peccato per la manifestazione che quest'anno approda alla trentesima edizione. A maggio 2009 furono i lavori nel canale di Battaglia a far saltare la navigazione di tutto il primo tratto del Bacchiglione che dal Bassanello, passando per Mezzavia, conduce a Battaglia. Percorso che, per tradizione, occupa la prima giornata di sabato. L'anno scorso la partenza avvenne dalla località di Ponte di Riva, a Due Carrare. Quest'anno, invece, Remada "mutilata" a causa dei lavori per la costruzione del nuovo ponte di Mezzavia, che collegherà la nuova strada proveniente da Montegrotto con la statale 16. La partenza, quindi, dal ponte delle "Cioare", per poi proseguire su Cagnola, a Cartura, Bovolenta e l'attracco finale a Pontelongo. ?Purtroppo i lavori non sono finiti in tempo - dichiara il presidente dell'associazione "Remada a seconda", Ennio Del Pizzol - Dispiace anche perché la conca di Battaglia, con la sua particolare apertura tramite la spinta dell'acqua, se non la usiamo noi con la Remada, non viene mai messa in funzione. Speriamo nel 2011 si possa ripartire da Padova?.
(Gl.C.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
PONTELONGO In due armati di pistola e travisati rapinano la farmacia Paolucci
.
Rapina all'orario di chiusura, ieri sera, alla farmacia della famiglia Paolucci, in via Roma. Due malviventi arrivati in moto, con il volto travisato da occhiali da sole e bandana, hanno fatto irruzione nel negozio. Uno di loro, brandendo una pistola forse giocattolo, ha intimato al titolare di consegnargli i soldi. Questi, intimorito dalla situazione, alla quale ha assistito anche un cliente, ha eseguito l'ordine. Nelle mani dei banditi sono finiti 1500 euro, l'incasso della giornata. Recuperato il bottino la coppia se n'è andata sgommando verso il ponte. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Codevigo.
(Fe.Be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
PONTELONGO Le streghe dell'ago
.
Si chiamano "Le streghe dellago di Bonnighem" e sono un gruppo di donne tedesche esperte nel creare fantastici lavori con la tecnica patchworck. Le loro creazioni saranno esposte da sabato 22 maggio, per una settimana, nelle sale della biblioteca di largo Cavalieri di Vittorio Veneto.
(fe.be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
EMERGENZA ABITATIVA Due facce della stessa medaglia
.
Due esempi emblematici delle due facce dell'emergenza abitativa. A Brugine un cittadino palestinese, proprietario di un alloggio, ha dovuto sfrattare a malincuore la famiglia insolvente alla quale lo aveva affittato. Per lui, rimasto dicoccupato a causa della crisi economica, la riscossione dell'affitto rappresentava l'unica fonte di reddito. Al contrario, a Pontelongo, un proprietario ha intentato una causa per il ritardo nel pagamento dell'affitto ad una famiglia marocchina che, facendo sforzi immani, era comunque riuscita a saldare il debito. Del caso se ne sta occupando la Rete antisfratti di Padova.
(fe.be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
Sfratti "caldi", locatori uniti I piccoli proprietari si sono costituiti in comitato ?Sopportiamo il peso di questo dramma sociale?
.
Emergenza sfratti nel Piovese: un'unica medaglia con due facce. Se da una parte ci sono quindici famiglie che rischiano di finire sulla strada perché impossibilitate a pagare il mutuo o l'affitto, dall'altra ci sono altrettanti proprietari di abitazioni che da mesi non ricevono ciò che spetta loro di diritto. I primi da tempo hanno formato un fronte compatto, sostenuto da una decina di associazioni locali, per chiedere aiuto alle istituzioni. E i secondi hanno risposto riunendosi nel comitato dei proprietari. La presidente è Serena Gallina. ?Quella degli sfratti è un'emergenza che nel nostro territorio sta assumendo proporzioni sempre più preoccupanti - osserva - Solo a Piove di Sacco ci sono quindici nuclei familiari che, dopo la perdita del lavoro da parte del capofamiglia, si trovano nell'impossibilità di pagare il canone di affitto. E ci sono, però, anche proprietari che si trovano impotenti di fronte ai casi drammatici che interessano gli inquilini?. La posizione di questi ultimi, infatti, è tutt'altro che invidiabile: per molti di loro la riscossione degli affitti rappresenta un'entrata fondamentale per mandare avanti la famiglia. ?Si tratta di una situazione particolarmente delicata che rischia di innescare conflitti non solo economici - continua Gallina - Per i locatari che hanno costituito il comitato, infatti, non è una scelta da prendere a cuor leggero quella di avviare le cause di sfratto. Sanno bene che dietro ai mancati pagamenti ci sono difficoltà economiche, legate alla crisi. Non si può pretendere che il peso di questo dramma sociale sia sopportato solo da noi?.
-
Il MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
Con la pistola rapina la farmacia - Colpo da Paolucci a Pontelongo: bottino di almeno 1.500 euro
.
PONTELONGO. Rapina lampo ieri sera alla farmacia del dottor Luigi Paolucci che si trova in via Roma: un uomo armato di pistola ha fatto irruzione nel negozio quando mancava poco all'ora di chiusura. Intimato al titolare e all'unico cliente presente di restare immobili, il malvivente ha arraffato il contante presente nel registratore di cassa. Il bottino si aggira sui 1.500 euro. Il rapinatore è stato visto salire in sella ad una moto su cui lo attendeva a pochi metri dalla farmacia un complice. La rapina è stata messa a segno in una manciata di secondi, anche se per Luigi Paolucci e il cliente che era con lui sono parsi invece minuti interminabili. Erano circa le 19.25 quando si è spalancata la porta della farmacia. Il titolare ha alzato lo sguardo per salutare ma si è trovato davanti un uomo con calato sulla testa un casco da motociclista e in mano una pistola. Arma che non ha esitato a spianare davanti a sé, puntandola contro i due presenti, mentre intimava loro con tono perentorio di stare immobili e non fiatare. A passi veloci il malvivente ha raggiunto il bancone, è passato dietro per aprire il registratore di cassa da cui ha arraffato tutte le banconote presenti. E veloce com'era entrato è anche uscito. Qualcuno, sentito più tardi dai carabinieri, ha testimoniato di averlo visto scappare su una moto scura guidata da un'altra persona. Sia il dottor Paolucci che il suo cliente hanno potuto fornire un identikit del rapinatore ai militari: un uomo di statura media, robusto, vestito con jeans e un giubbotto. Si è espresso in perfetto italiano. Dopo più di un mese di relativa calma, pare che la banda delle rapine sia tornata in attività. Nei primi mesi dell'anno sono stati almeno una decina i colpi messi a segno nel Piovese tra tabaccheria, supermercati e distributori di benzina. Questo nonostante un costante impegno delle forze dell'ordine nel pattugliamento della zona. Le indagini per identificare il malvivente sono partite.
(ELENA LIVIERI)
-
Il MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
PONTELONGO Nuovo impianto d'illuminazione
.
PONTELONGO. Più luce sulle strade del centro, Pontelongo si appresta a rifare l'impianto di illuminazione pubblica. I lavori interesseranno in particolare via Villa del Bosco, via Nova, viale Stazione, via Mazzini e il piazzale della chiesa. Il progetto prevede una spesa complessiva di quasi 400 mila euro, 320 mila dei quali messi a disposizione dalla Regione. ?La parte rimanente - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Roberta Bruscaglin - sarà a carico del Comune, che si avvarrà delle risorse economiche destinate in bilancio?.
(al.ces.)
-
Il MATTINO di Padova - MERCOLEDÌ, 19 MAGGIO 2010
Ladro e ricettatore denunciati
.
PONTELONGO. Denunciati per furto e ricettazione due compaesani: uno è stato riconosciuto autore della razzia compiuta qualche giorno fa al circolo privato Royal Club di via Martiri d'Ungheria, l'altro aveva con sé tutta la refurtiva. Nella rete dei carabinieri di Codevigo, che hanno condotto le indagini, sono finiti G.L., 23 anni, e M.S., 41. Il primo sarebbe il ladro, il secondo il ricettatore. In casa di quest'ultimo i militari hanno ritrovato il televisore Lcd, i quattro computer portatili, quattro schermi e un impianto di home theatre rubato al Royal Club. Il furto era stato messo a segno due settimane fa. Nel corso del sopralluogo i carabinieri di Codevigo hanno raccolto alcuni elementi che si sono rivelati decisivi per le indagini che nel giro di pochi giorni hanno portato all'identificazione dei due malviventi, denunciati a piede libero.
(e.l.)
-
Il GAZZETTINO di Padova -Martedì 18 Maggio 2010,
PONTELONGO Nuova urbanistica
.
Il piano degli interventi che il comune di Pontelongo intende attuare all'interno del Pati denominato "Tra Brenta e Bacchiglione" sarà illustrato oggi, alle 17, in villa Foscarini Erizzo. All'incontro sono invitate, in particolar modo, le associazioni e gli enti del paese.
(fe.be.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Domenica 16 Maggio 2010
PONTELONGO In mostra i documenti d'epoca
.
Gli scatti che raccontano la storia del paese, accompagnati da documenti ufficiali, sono in mostra, da oggi, nel sottotetto della barchessa dell'ufficio postale. L'esposizione, considerata ormai un appuntamento tradizionale delle iniziative organizzate nell'ambito del Maggio pontelongano, rimarrà aperta tutti i fine settimana (più mercoledì 2 giugno), fino al prossimo 6 giugno.
(fe.be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - Domenica 16 Maggio 2010
PONTELONGO Premiati venti aspiranti poeti
.
Sono una ventina i singoli aspiranti poeti e le classi di elementari e medie del Piovese, ma anche di Ferrara, Mantova e Monza, premiati domenica scorsa nell'ambito della 24. edizione del premio di poesia "Antico Ottorino ed Elisa Benvegnù", promosso dal gruppo KF con l'amministrazione comunale.
(fe.be.)
-
Il MATTINO di Padova - DOMENICA, 16 MAGGIO 2010
Pontelongo. Mamma con bimba - Salda i vecchi affitti ma rischia lo sfratto
.
Paga gli affitti arretrati per evitare lo sfratto ma la padrona di casa non interrompe l'iter giudiziario: una donna marocchina e la figlioletta, rischiano di finire sulla strada. Si tratta di una famiglia che vive in Italia da oltre dieci anni. Il marito, che era artigiano nel settore dell'edilizia e titolare di una piccola impresa, è fallito a causa dei mancati pagamenti dei creditori. E' tornato in Marocco per trovare aiuto nei familiari. La moglie è rimasta a Pontelongo e si è data da fare per trovare dei piccoli lavoretti per mantenere la figlioletta.
?Con tanta fatica - racconta Nicola Grigion della Rete Antisfratti di Padova - sono stati pagati tutti gli affitti arretrati, la signora ha conservato anche tutte le ricevute. Il problema è che la padrona di casa non ha interrotto l'iter giudiziario?.
(e.l.)
-
Il MATTINO di Padova - DOMENICA, 16 MAGGIO 2010
Non riescono a recuperare pigioni arretrate. Serena Gallina: ?E' un dramma pure per loro, molti vivono solo di questo? Troppe locazioni non pagate, è allarme - Nasce il Comitato proprietari della Saccisica: per la crisi sono nei guai
.
PIOVE DI SACCO. L'emergenza sfratti che negli ultimi mesi sta assumendo dimensioni preoccupanti nel Piovese, mostra le due facce del problema: se da una parte, infatti, ci sono famiglie che rischiano di ritrovarsi senza una casa, dall'altra ce ne sono altrettante che non riescono a recuperare gli affitti arretrati che gli inquilini non hanno pagato. E spesso si tratta di un'entrata importante per il menage familiare. Emblematico il caso di un cittadino palestinese, proprietario di un alloggio a Brugine, che si è visto costretto a sfrattare la famiglia a cui lo aveva affittato. Per lui, che ha perso il lavoro, l'affitto era rimasta l'unica fonte di reddito. Così, dopo la nascita del comitato in difesa delle famiglie sfrattate che sta cercando accordi con gli enti locali per far fronte all'emergenza, è nato anche il comitato Proprietari della Saccisica. Responsabile del gruppo Serena Gallina che spiega: ?Quella degli sfratti è un'emergenza che nel nostro territorio sta assumendo proporzioni sempre più preoccupanti. Solo a Piove di Sacco ci sono 15 nuclei familiari che, dopo la perdita del lavoro da parte del capofamiglia, si trovano nell'impossibilità di pagare il canone di affitto. E ci sono, però, anche proprietari che si trovano impotenti di fronte ai casi drammatici che interessano gli inquilini?. Si tratta di una situazione particolarmente delicata che rischia di innescare conflitti non solo economici. Per i locatari che hanno costituito il comitato, infatti, non è una scelta da prendere a cuor leggero quella di avviare le cause di sfratto. Sanno bene che dietro ai mancati pagamenti ci sono difficoltà economiche, legate alla crisi. ?Non si può chiedere o pretendere - sottolinea Serena Gallina - che il peso di questo dramma sociale sia sopportato dai proprietari che hanno dato in locazione un alloggio.
(ELENA LIVIERI)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 15 Maggio 2010
Guard rail "pagato" con tre giovani vite
.
?Se quel guard rail ci fosse stato prima, forse le nostre figlie sarebbero ancora qui?. A parlare è Flavio Serafin, il papà di Elisa, la ventottenne di Correzzola morta insieme a Jessica Giolo, di tre anni più giovane, lo scorso novembre, lungo la regionale 516, a Pontelongo. Qualche giorno fa, a sei mesi di distanza dal tragico incidente, Veneto Strade ha installato dei guard rail sul tratto di strada dove, oltre alle due amiche, nel 2007 perse la vita anche Silvia Fiorin, ventisettenne di Cona.?Non voglio fare nessuna polemica - premette Flavio Serafin - Mi chiedo solo: otto ore di lavoro degli operai valgono due giovani vite? Io credo ci si potesse pensare un po' prima. Qualsiasi misura di sicurezza venga presa oggi, per noi non cambia nulla. Fa male però constatare che ci siano volute tre vite spezzate e altri due incidenti fortunatamente non così gravi, prima che qualcuno intervenisse. Per questo vorrei sensibilizzare gli enti e le istituzioni a provvedere quanto prima a mettere in sicurezza i punti critici delle strade, senza attendere che si verifichino le tragedie?. Per Flavio ma anche per Gianni e Loretta Giolo, i genitori di Jessica, percorrere oggi quella strada è impossibile. ?Gianni ha visto il guard rail per la prima volta mentre andava al lavoro - continua Flavio - Ha dovuto girare la macchina e tornarsene a casa, perché non ce l'ha fatta a proseguire. Questo intervento tardivo ha riaperto in noi una ferita che comunque non si rimarginerà mai?. La sensazione dei genitori che sopravvivono alla perdita dei figli é quella che la loro voce rimanga inascoltata. E che il loro dolore non serva a far sì che altre tragedie non si ripetano. ?Tornare indietro non si può e con i "se" non si fa molta strada - conclude Flavio Serafin - ma almeno se ci sono delle cose che si possono fare subito per evitare altri morti, vengano fatte?.
(Fe.Be.)
-
Il MATTINO di Padova - Sabato 15 Maggio 2010
Correzzola. Poche ore per piazzare un guardrail dove morirono 3 ragazze
.
PONTELONGO. Qualche centinaio di euro e poche ore di lavoro per mettere in sicurezza lo svincolo sulla 516, all'ingresso del paese: l'intervento non è passato inosservato ai genitori delle 2 ragazze che in quella strada sono morte nella notte dell'1 novembre scorso. Gessica Giolo ed Elisa Serafin, entrambe di Correzzola, tornavano da una serata in birreria. La Renault Twingo condotta da Elisa, scendendo dal cavalcavia, è sbandata finendo contro un albero e ha preso fuoco. Qualche mese prima, sulla stessa strada, dal lato opposto, aveva perso la vita Silvia Fiorin di Cona. Potevano essere evitate le loro morti? Impossibile dirlo. Ma per i genitori, dopo i lavori dei giorni scorsi, si impone una riflessione: ?Passiamo davanti al luogo della tragedia tutti i giorni - raccontano ancora commossi Loretta Mantoan, mamma di Gessica, e Flavio Serafin, papà di Elisa - e quando abbiamo visto che in mezza giornata è stato installato il guardrail inevitabilmente ci siamo chiesti perché è stato fatto solo ora. Non si può continuare a parlare di sicurezza e aspettare che succedano le tragedie per fare qualcosa. Ci appelliamo a tutte le autorità competenti perché si pensi per tempo a tutto ciò che può essere fatto per migliorare la sicurezza sulle strade, non aspettiamo altre vittime?.
(e.l.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Venerdì 14 Maggio 2010,
PONTELONGO Contributo per la ciclabile

.

L'assessorato provinciale all'Ambiente ha concesso al comune di Pontelongo 100 mila euro, su una spesa complessiva di 120 mila, per la realizzazione di un percorso ciclo pedonale di circa tre chilometri, lungo l'argine destro del Bacchiglione.
Il contributo servirà a realizzare il collegamento con il percorso già esistente a Correzzola.
(Fe.Be.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Giovedì 13 Maggio 2010
PONTELONGO Lavori in corso per la messa in sicurezza della Sr 516 - Guard rail dove morirono Elisa e Jessica
.
Il primo step per mettere in sicurezza la rampa della regionale 516 e per migliorare l'accesso in paese è stato compiuto: sfidando la pioggia, l'altro ieri gli operai di Veneto Strade hanno installato due nuovi tratti di guard rail ai lati della carreggiata dove hanno perso la vita Elisa Serafin e Jessica Giolo, oltre a Silvia Fiorin. ?Sono molto soddisfatta di questo intervento - ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici, Roberta Bruscaglin - che dà simbolicamente il via al progetto di riqualificazione viaria dell'intera zona, caratterizzata da punti "bui" quali incroci a raso e scarsa visibilità?. Ora che il guard rail è arrivato, infatti, l'impegno dell'amministrazione comunale è tutto volto alla realizzazione della rotatoria ai piedi della rampa. L'opera ha già ottenuto un finanziamento regionale di 273 mila su una spesa prevista di 455 mila euro. ?Entro il primo giugno il Comune farà pervenire alla Regione il progetto definitivo - continua Bruscaglin - Mi augurerei che la rotatoria potesse essere conclusa entro l'anno ma non credo sarà possibile soprattutto per via dei tempi tecnici previsti per la procedura degli espropri?.
(Fe.Be.)
-
Il MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 13 MAGGIO 2010
Ladri in casa nonostante l'allarme
.
PONTELONGO. Furto in abitazione martedì pomeriggio in via Nona, al civico 9 dove vive F.P. con la sua famiglia. I ladri sono entrati in azione poco dopo le 19 approfittando del fatto che in casa non c'era nessuno. Appena hanno varcato la soglia, dopo aver forzato la serratura, sono scattate le sirene dell'allarme. I malviventi non si sono scoraggiati e in una manciata di minuti hanno arraffato qualche orologio trovato in un cassetto della camera. E sono fuggiti prima che i padroni di casa, avvisati dall'allarme dell'intrusione, tornassero. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per il sopralluogo. (e.l.)
-
Il MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 13 MAGGIO 2010
ALLARME INSETTI - Sciami di api, i numeri da chiamare
.
PIOVE DI SACCO. In questo periodo spesso i cittadini assistono con un certo timore al riunirsi in posti insoliti di sciami di api. La paura di essere punti si unisce all'impotenza dell'uomo di fronte a questi eventi. Ma come bisogna comportarsi? L'Associazione apicoltori padovani ha messo a disposizione della popolazione i nominativi e i recapiti telefonici dei loro incaricati per questo servizio, suddivisi per comune, in maniera che possano essere interpellati in tempo, prima che le preziose api possano disperdersi o finire in modo tragico la loro breve vita. Questi i recapiti degli apicoltori: Albignasego, Antonio Paccagnella 340/8911624; Baone, Carlo Alberto Paris; Este, Livio Cavarallin 0429/55717; Galzignano, Paolo Masin 338/7529273; Mirano, Claudio Bertan 338/5008483 o 041/434977; Montagnana, Ferruccio Buson 338/8535452; Padova, Giovanni Talami 349/8917347, Gianni Quinzato 049/610665, Franco Ballone 339/6891692; Camin, Cesare Bettio 338/1330583; Piove di Sacco, Bruno Bucchia 340/9658069, Santa Giustina in Colle, Celestino Niero 349/5146411; Teolo e Torreglia, Giorgio Fasolato 338/4697716; Vigodarzere, Andrea Sartori 347/5123799.
(SERGIO SAMBI)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Mercoledì, 12 MAGGIO 2010
Torna a funzionare l'aula di informatica
.
È stata rimessa in funzione l'aula informatica della scuola media. Grazie alla collaborazione tra l'amministrazione comunale e la ditta Servicetek di Piove di Sacco è stato possibile sostituire l'hardware obsoleto e passare dal sistema operativo Windows 98 ad Xp. L'aula ora è provvista di dodici computer e di una stampante. Se sarà trovato qualche sponsor, il prossimo obiettivo è di sostituirei video con nuovi
modelli a schermo piatto.
(Fe.Be.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - MARTEDÌ, 11 MAGGIO 2010
PONTELONGO Inizia la lotta alla zanzara tigre
.
Con l'avvicinarsi della bella stagione il Comune avvisa che inizierà ad effettuare l'operazione antilarvicida nei tombini pubblici. Anche i cittadini sono invitati a fare la propria parte acquistando le apposite pastiglie, disponibili alla farmacia Paolucci e alla ferramenta Destro, da inseri
re nei tombini privati.
(fe.be.)
-
Il MATTINO di Padova - MARTEDÌ, 11 MAGGIO 2010
Finanziata la pista ciclabile tra Pontelongo e Correzzola
.
PONTELONGO. Finanziato dalla Provincia un nuovo percorso ciclo pedonale. Il tratto interessato è quello che unirà il centro del paese con quello di Correzzola e si svilupperrà lungo il lato destro del fiume Bacchiglione. La Provincia ha riconosciuto un contributo di 100 mila euro su una spesa complessiva prevista di poco più di 120 mila euro. In particolare sarà realizzato il primo stralcio di percorso ciclo pedonale di tre chilometri che permetterà alla fine di collegare i due capoluoghi garantendo una via sicura per ciclisti e pedoni. L'amministrazione comunale ha già approvato il progetto preliminare e, data la lunghezza del percorso, la particolare posizione dello stesso, la deviazione dell'ansa del fiume in prossimità dello zuccherificio, la realizzazione riguarderà inizialmente un tratto di due chilometri e cento metri.
(ALESSANDRO CESARATO)

-
IL MATTINO di Padova - DOMENICA, 09 MAGGIO 2010
Sciopero nazionale del settore bieticolo Chiesto l'appoggio dell'amministrazione

.

PONTELONGO. Il destino dello zuccherificio torna in consiglio comunale. A tenere vivo l'argomento è stata ancora una volta l'opposizione con una nuova interrogazione. A preoccupare il capogruppo Federico Ossari è sempre il grave ritardo nella corresponsione da parte del Governo degli 86 milioni di euro annui destinati al settore bieticolo. ?E' di questi giorni - dice Ossari - la sconfortante notizia che la Camera ha dichiarato inammissibile l'emendamento al decreto legge sugli incentivi?. Alla luce delle rassicurazioni ricevute dal sindaco Fiorella Canova, l'opposizione chiede un rinnovato impegno a livello politico per sollecitare una soluzione del problema prima che la situazione diventi irrimediabile, auspicando che l'amministrazione si schieri al fianco di impresa e lavoratori già il 10 maggio, data in cui è proclamato lo sciopero generale dell'intero settore bieticolo-saccarifero, con manifestazione nazionale a Roma.
(ALESSANDRO CESARATO)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 8 Maggio 2010,
PONTELONGO L'archivio storico comunale abbandonato all'incuria: il sindaco parte al salvataggio
.
La storia del paese lasciata marcire in uno scantinato umido e in una soffitta esposta alle intemperie. L'archivio storico del comune di Pontelongo oggi si presenta così: un cumulo pagine ingiallite dal tempo e putrefatte dalla pioggia, registri ricoperti di guano di piccione. Basterebbe questo per far venire una stretta al cuore a chiunque abbia un minimo di sensibilità per le proprie radici. Ma qualche documento è stato anche irrimediabilmente danneggiato dal tempo, cancellando un pezzo di vita del paese. L'attuale amministrazione comunale si è accorta dello scempio poco dopo l'insediamento. Ora il sindaco Fiorella Canova sta cercando i mezzi e la modalità per provvedere al recupero dell'archivio e, intanto, dalle pagine del giornalino lancia strali alle precedenti amministrazioni. "La situazione che abbiamo trovato è sconcertante - dice - Abbiamo sentito tanta gente parlare e scrivere della storia di Pontelongo, peccato che a nessuno sia venuto in mente che abbiamo un meraviglioso archivio storico ormai in uno stato di degrado in grado di scandalizzare chiunque. Se mancavano idee o non cera la possibilità di riordinarlo sarebbe bastato quantomeno mantenerlo in buono stato. Ora ci troviamo a doverlo salvare".
(Fe.Be.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - GIOVEDÌ, 06 MAGGIO 2010
PONTELONGO Cento anni di sport: un libro.
.
Sarà presentato domani sera, alle 21, negli stand che la pro loco ha allestito per il "Maggio pontelongano", il libro di Umberto Marinello dal titolo "Cento anni di sport". Oltre all'autore, interverranno il sindaco Fiorella Canova e l'assessore allo Sport, Fabio Magagnato.
(fe.be.)
-
IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 06 MAGGIO 2010
PONTELONGO Manifestazione in prefettura in difesa dello zuccherificio
.
PONTELONGO. I lavoratori dello zuccherificio hanno manifestato davanti alla Prefettura di Padova, sostenuti da Cgil, Cisl e Uil. Lo scopo era quello di riportare l'attenzione delle istituzioni sulla questione del settore dello zucchero dopo che nel decreto incentivi sono stati dichiarati inammissibili gli emendamenti presentati per lo stanziamento di 86 milioni di euro a sostegno del settore bieticolo-saccarifero. ?Gli aiuti nazionali sono stati erogati nel 2006, 2007 e 2008 mentre a tutt'oggi - sottolineano i sindacati - non sono ancora stati stanziati i 43 milioni per il 2009 e i 43 per il 2010. Avevamo ricevuto rassicurazioni dall'ex ministro dell'agricoltura Luca Zaia e dal verbale di una commissione parlamentare presieduta dall'onorevole Gianni Letta. I fondi dovevano entrare nella Finanziaria di quest'anno, poi nei suoi collegati, poi nel decreto incentivi, ma siamo ancora qui ad aspettare. La mancata erogazione di questi fondi - concludono i sindacati - produrrà danni sociali ed economici ai lavoratori?. La delegazione dello zuccherificio è stata ricevuta dal prefetto che ha manifestato il suo interessamento per una soluzione positiva della vicenda?.
(e.l.)

-
Il GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 5 Maggio 2010,
PONTELONGO Contributo regionale per la nuova illuminazione

.

Si realizza il progetto della nuova illuminazione nel centro urbano di Pontelongo. L'amministrazione comunale ha ricevuto dall'assessore regionale ai lavori pubblici, Massimo Giorgetti, un contributo di circa 320 mila euro per il rifacimento di alcune linee lungo le vie Villa del Bosco, Nova, Mazzini, viale della Stazione, vicolo della Libertà e sul piazzale della chiesa.?La spesa complessiva del progetto ammonta a quasi 400 mila euro - ha spiegato il sindaco Fiorella Canova - pertanto la quota rimanente di 80 mila euro sarà a carico dell'amministrazione che si avvarrà delle risorse economiche previste nel bilancio di previsione 2010?. Il progetto sarà innovativo e terrà conto delle disposizioni in materia di contenimento dell'inquinamento luminoso, del risparmio energetico e della tutela dell'ambiente. Il tutto compatibilmente all'impegno di spesa. ?La sistemazione dell'illuminazione in alcuni tratti particolarmente cruciali per la viabilità e percorribilità del paese - ha concluso il sindaco - sarà una chiara risposta al disagio subito per molti anni dalla comunità?.
(Fe.Be.)

-
IL GAZZETTINO di Padova - Lunedì 3 Maggio 2010
.
Preso nuovamente di mira il club sportivo "Serale" di Pontelongo. Poco dopo la chiusura di venerdì, intorno alle 4, qualcuno ha sparato sei colpi contro la porta d'ingresso del locale. Un atto intimidatorio, la cui unica spiegazione, a detta del titolare Alessandro Bregantin, potrebbe essere correlata alla politica di "scrematura" che si sta conducendo tra la clientela del club. ?Sono le ripercussioni della campagna che abbiamo intrapreso per tenere "pulito" il locale da tutte quelle persone che non cercano il divertimento sano e pulito". Lunica spiegazione che riesce a dare Alessandro Bregantin, giovane titolare del Serale club di Pontelongo, ai sei proiettili che qualcuno ha sparato contro la porta del suo locale è questa. ?Quindici giorni fa ignoti hanno tentato pure di dare fuoco alla mia auto - dice - Più che denunciare i fatti che, ci tengo a sottolineare, sono avvenuti allesterno del locale, non posso fare altro. Il mio parere è che questi siano i risultati del nostro impegno a garantire sempre e solo tranquillità, divertimento e buona musica a chi frequenta il locale. Per arrivare a ciò, ci puntiamo talvolta con coloro che non hanno sempre e solo buone intenzioni?. A garantire lordine nel circolo sportivo dove è stato ricavato il club contribuiscono anche il Comune e i carabinieri. ?A perseguire i nostri obiettivi ci aiutano lamministrazione comunale e le forze dellordine - conclude il titolare - Intendiamo dare un segnale forte per qualificare sempre di più larea a beneficio dellintero paese?.
(Fe.Be.)
-
IL GAZZETTINO di Padova - Lunedì 3 Maggio 2010
.
Spari nella notte contro il Serale di Pontelongo, il club sportivo di via Villa del Bosco che negli ultimi anni si è ricavato un ruolo di tutto rispetto nel panorama della "movida" padovana, ospitando nei fine settimana dj set, feste e serate a tema frequentate da decine di giovani. Dopo la chiusura, intorno alle 4 di venerdì, una o più mani ignote hanno sparato sei colpi contro la porta dingresso del locale.Un atto intimidatorio, la cui unica spiegazione, a detta del titolare Alessandro Bregantin, potrebbe essere correlata alla politica di "scrematura" che si sta conducendo tra la clientela del club: fuori i malintenzionati e i balordi, dentro solo la gente che vuole divertirsi in modo sano. Probabilmente qualcuno che era stato fatto allontanare per assicurare la tranquillità del resto dei clienti, non ha gradito il gesto. E ha espresso il suo disappunto puntando larma contro la porta del club dalla quale era uscito controvoglia poco prima. Sullaccaduto hanno aperto unindagine i carabinieri di Codevigo, i quali hanno pochi ma utili elementi per far luce sulla vicenda. In primis i bossoli, recuperati allalba di sabato mattina quando uno dei responsabili dellarea sportiva dove gravita il locale si è accorto dellaccaduto e ha avvertito il 112. Poi altri due episodi accaduti nei giorni e nelle ore precedenti latto, ma che non è detto siano ad esso correlati: una quindicina di giorni fa qualcuno aveva tentato di dare alle fiamme lauto di Bregantin, parcheggiata allesterno del locale; e proprio venerdì sera due avventori avevano litigato allinterno del club, al punto che era stato chiesto loro di uscire. Per il resto parlano i fatti. Alle 4 il locale ha chiuso i battenti. Alle 6 lamara scoperta. In quelle due ore di tempo qualcuno, probabilmente entrato con una motocicletta, come vorrebbero alcuni indizi, ha premuto il grilletto sei volte contro la porta dingresso e se nè andato. I danni alla struttura sono irrilevanti. Resta però lamaro in bocca per un gesto sgradevole, che stride con il divertimento sano e pulito promosso dal locale e apprezzato da sempre più giovani dellintera provincia.
Federica Bertaggia
-
IL GAZZETTINO di Padova - Lunedì 3 Maggio 2010
.
Nella notte di sabato 17 aprile, P.A., noto pregiudicato residente in paese, aveva tentato di dare fuoco allauto di Alessandro Bregantin, parcheggiata allesterno del disco pub Serale. Luomo era stato fermato da alcune persone e in seguito denunciato dai carabinieri di Agna, intervenuti sul posto con i colleghi del nucleo radio mobile di Piove di Sacco. Sul fatto è stata aperta unindagine, come del resto su quanto accaduto nella notte di venerdì scorso. Pare che quella sera tutto fosse iniziato da una discussione dovuta al fatto che luomo non aveva accettato di essere stato fatto allontanare dal locale. P.A., probabilmente alterato dai fumi dellalcol, non ci avrebbe più visto dalla rabbia e avrebbe voluto vendicarsi sul titolare del Serale dando fuoco alla sua auto. Fortunatamente qualcuno lo ha bloccato prima che le fiamme potessero propagarsi sullintera vettura, limitando i danni e i disagi.
(Fe.Be.)
-

IL MATTINO di Padova - LUNEDÌ, 03 MAGGIO 2010
Spari contro la porta del Serale.Proiettili anche contro unauto: forse è opera di clienti cacciat.E accaduto sabato Il presidente del circolo ?Via da qua i maleducati?
.
PONTELONGO. Colpi di pistola contro unauto parcheggiata nel piazzale del locale Serale e contro la porta delledificio che ospita lo stesso bar ristorante. E successo tra le 4.30 e le 6 di sabato mattina, nella fascia oraria in cui nel locale non cera nessuno. Quattro proiettili hanno colpito il lunotto e il portellone posteriore dellauto di un dipendente del bar mentre altri due si sono conficcati vicino alla porta dingresso del locale. A denunciare il fatto ai carabinieri è stato il presidente dellassociazione che gestisce il circolo che oltre al bar ristorante ha anche, nellarea esterna, campi da beach volley, bocce e una piccola piscina. Alessandro Bregantin, 32 anni, è arrivato alle 6 dopo che qualcuno lo Aveva avvisato degli spari e appena si è reso conto si quello che era successo ha telefonato al 112. ?La sera cera stata una lite fra due avventori - ricorda Bregantin - che erano stati allontanati dal locale. Non ho idea se gli spari siano collegati a quellepisodio. Purtroppo è un periodo in cui non cè un buon clima: dieci giorni fa qualcuno aveva tentato di dar fuoco alla mia auto. Il fatto è che da alcuni mesi - sottolinea il presidente del Serale - siamo impegnati ad applicare una politica piuttosto rigida nel locale. Non volgiamo persone che si comportano male, gente che si ubriaca o quantaltro. Per questo abbiamo allontanato diversi soggetti, perché volgiamo garantire un luogo di ritrovo tranquillo e sicuro. Credo che questo abbia infastidito qualcuno. Posso pensare che gli spari siano legati a questo, ma non posso dire di più perché elementi certi non ce ne sono?. I sei proiettili esplosi sono di una pistola semiautomatica calibro 9. Sono stati raccolti dallunità investigativa dei carabinieri del Radiomobile di Piove di Sacco che stanno svolgendo le indagini. ?Temo si tratti di un gesto intimidatorio - ammette Bregantin - ma non ci farà cambiare idea sul tipo di locale che vogliamo, per questo ci manterremo in stretto contatto con le forze dellordine per garantire la massima sicurezza.
(ELENA LIVIERI)
-
IL MATTINO di Padova - LUNEDÌ, 03 MAGGIO 2010
A Pontelongo colpi di pistola contro il bar
.
PONTELONGO. Due colpi di pistola contro la porta del bar ristorante ?Serale? e quattro contro lauto di un cameriere. E successo tra le 4.30 e le 6, quando il locale era ormai chiuso. A rivolersi ai carabinieri è stato Alessandro Bregantin, 32 anni, il presidente del circolo che oltre al bar ristorante gestisce anche i campi di beach volley e bocce e la piscina. Il sospetto è che si tratti della ?vendetta? di qualche cliente allontanato perché ubriaco o molesto. Poche ore prima, per esempio, erano stati cacciati due avventori protagonisti di una rissa.
E.LIVIERI

-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 1 Maggio 2010
L Ater mette sul mercato 11 appartamenti.

.

Lasta pubblica (con offerte segrete) si terrà il 26 maggio alle 9 e 30 nella sede padovana dellente, in via Raggio di Sole. Un bicamere in via Melette partirà da una base dasta un quarto piano: ingresso, soggiorno, cucina, due camere, ripostiglio, un bagno due verande, una cantina e uno stenditoio al quinto piano da 90 mila 400 euro. In città verranno poi messi "all'incanto" appartamenti in via Fuà e in via Perin. Interessati alla vendita alloggi a Saonara, Borogoricco, Limena e Pontelongo.
(Al.Rod.)
-
Il GAZZETTINO di Padova - Sabato 1 Maggio 2010
PONTELONGO Circolazione sospesa

.

Sospensione della circolazione, lunedì e mercoledì, in via Correzzola a Pontelongo. Nei due giorni prefissati, dalle 8 alle 19 il transito di veicoli sarà vietato all'altezza delle chiuse a causa dei lavori di pulizia, controllo e manutenzione ordinaria del manufatto.
(gl.c.)

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 93    utente sei il visitatore n°2617409 dal 1° gennaio 2010