Benvenuto nella Rete Civica del Comune di PONTELONGO (PD) - clicca per andare alla home page

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282
 Codice fatturazione elettronica: UFGV7W

cerca nel sito
motore di ricerca
HOME » Dai giornali locali | 2011 | Novembre 2011

clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

scritto da Amministratore   02/12/2011

Novembre 2011

 

 

IL GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 30 Novembre 2011,
PONTELONGO Festa e spettacolo alla Fiera di Sant'Andrea.
.
Fiera di Sant'Andrea dal sapore antico a Pontelongo. Come da tradizione, bancarelle e attrazioni per grandi e piccini oggi animeranno le vie del paese. E al calar del buio la festa continua con lo spettacolo Me mama me contava, messo in scena dal gruppo Voci della Saccisica, alle 21, sotto lo stand della pro loco. Per l'occasione si potranno gustare i piatti tipici della tradizione sia a pranzo che a cena e visitare la mostra storico-fotografica sull'industria saccarifera italiana.
(Fe.Be.)
-
IL GAZZETTINO di Padova - Mercoledì 30 Novembre 2011,
PONTELONGO Nuova rotatoria, c'è anche l'assessore Chisso
.
Taglio del nastro, stamane, per la nuova rotatoria alle porte di Pontelongo, lungo la regionale 516. All'inaugurazione dell'opera sarà presente anche l'assessore regionale alla Mobilità, Renato Chisso, insieme all'amministrazione comunale che ha promosso il progetto. L'iter che ha portato alla realizzazione dell'opera viaria è iniziato nel 2010, con la firma di un accordo di programma tra Regione e Comune per la messa in sicurezza del bivio tra la regionale e via dell'Indipendenza, appunto tramite la realizzazione di una rotatoria. Dopo mesi di lavoro, il cantiere che ha cambiato volto all'ingresso del paese, ora, è terminato. Mancano solo alcune rifiniture, come la stesura definitiva del manto stradale. Avverrà solo tra qualche mese - fanno sapere dall'amministrazione - quando le temperature saranno più miti e gli scavi e i sottofondi si saranno assestati. La segnaletica orizzontale rimarrà pertanto di colore giallo ad indicare che l'opera viaria sarà definitivamente completata con l'asfaltatura.
(Fe.Be.)
-

IL GAZZETTINO di Padova - Martedì 29 Novembre 2011,
PONTELONGO Sofisticato sistema anti taccheggio - Biblioteca super controllata
.
Rinnovata, potenziata con una sezione storica e con un'altra dedicata ai cd e ai dvd, ma soprattutto resa più sicura da un sistema antitaccheggio che protegge tutto il materiale contenuto nei suoi locali.La biblioteca di Pontelongo nell'ultimo anno è stato oggetto di una lunga serie di migliorie, messe a punto sia grazie all'impegno del Comune che a quello della Regione. Quest'ultima, in particolare, ha permesso la realizzazione di tre punti pubblici per l'accesso ad internet, compresa una postazione a disposizione degli utenti diversamente abili. Tra le altre novità che hanno interessato la biblioteca, già intitolata alla memoria di Luigi Bozzato, anche l'istituzione di una sezione dedicata ai cd e ai dvd, con oltre 200 titoli in catalogo, e di un'emeroteca fornita di 34 abbonamenti a quotidiani e riviste. Ma il fiore all'occhiello del polo culturale del paese è certamente l'istituzione, al suo interno, di una sezione storica con volumi di pregio relativi principalmente alle due guerre mondiali. A fronte di tutto ciò, l'amministrazione ha ritenuto opportuno dotare l'ingresso di un sistema antitaccheggio in grado di tutelare libri, computer e altro materiale messo a disposizione dalla biblioteca. Fortunatamente finora non abbiamo registrato episodi particolarmente spiacevoli - spiega il sindaco Fiorella Canova - Ma viste le migliorie apportate alla biblioteca, sia in termini di servizi che di patrimonio librario abbiamo ritenuto opportuno installare, in via preventiva, un sistema di sicurezza che garantisca i beni ma anche tutti gli utenti che quotidianamente la frequentano.
Federica Bertaggia
-
IL GAZZETTINO di Padova - Martedì 29 Novembre 2011,
Tre milioni di euro per lo sviluppo rurale.
.
Grandi opportunità in arrivo per lo sviluppo rurale del territorio. Grazie all'impegno del Gal "Antigo Dogado", infatti, nel 2012 saranno messi a disposizione, tramite bandi di concorso, circa tre milioni di euro per incentivare iniziative che mirano a valorizzare le attività della zona legate alla terra e alle tipicità del paesaggio. Un aiuto, in primo luogo, potrà arrivare alle aziende agricole che vorranno ammodernarsi tramite l'avvio di attività promozionali dei prodotti tipici. Un'altra iniziativa che sarà avviata nei prossimi mesi sarà la misura 323/A, con l'obiettivo di recuperare e riqualificare il patrimonio storico, architettonico e culturale dell'area del Gal. Il prossimo anno debutterà anche la misura 313, che è stata pensata per incentivare le attività turistiche attraverso la realizzazione di una serie di itinerari lungo il Bacchiglione, il Brenta, il canale Novissimo e anche la realizzazione di appositi pacchetti turistici e punti di accoglienza per pensati per i visitatori. Infine, saranno riaperti i bandi per gli agriturismo e le fattorie plurifunzionali. Per informazioni ulteriori www.galdogado.it.
(Fe.Be.)
-

IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 10 NOVEMBRE 2011
Nuovo progetto A PONTELONGO - Biogas sfruttando la barbabietola - Sarà realizzato dalla società proprietaria dello zuccherificio.
.
PONTELONGO Un impianto a biogas alimentato con i cosiddetti co-prodotti (melasso e polpe essiccate) derivati dalla barbabietola da zucchero e destinati sino ad ora principalmente all'alimentazione animale. Sarà realizzato dalla società Co.Pro.B., proprietaria dello zuccherificio, nel terreno di sua proprietà collocato vicino allo stabilimento, lungo l'argine del Bacchiglione. L'impianto servirà a produrre energia elettrica per lo zuccherificio, anche se l'operazione potrebbe avere risvolti positivi su più ampia scala. La Co.Pro.B. ha presentato il progetto a tutto il Consiglio comunale che, valutando la bontà dell'opera, ha votato all'unanimità il cambio di destinazione d'uso di una parte del terreno interessato, agevolando l'iter per la realizzazione dell'impianto. Si tratta del primo impianto a biogas - spiega l'assessore Roberta Bruscaglin - che sarà realizzato nel nostro territorio comunale. Collocato in un'area decentrata del paese, sarà un impianto che comunque, vista la natura del combustibile utilizzato, sarà anche poco impattante sull'ambiente in termini di emissioni nocive e maleodoranti. Da una stima della Co.Pro.B. l'utilizzo "in casa" dei sottoprodotti della lavorazione della barbabietola toglierà dalle strade oltre settecento mezzi pesanti l'anno, normalmente destinati al trasporto delle polpe. Una riduzione dei costi della logistica per l'azienda, ma con un risvolto positivo anche per la comunità, che vedrà diminuire il traffico pesante. A lungo termine - aggiunge l'assessore - ci potrebbero essere dei benefici per l'intero paese perché, con l'impianto a regime, una parte della produzione potrebbe essere utilizzata per riscaldare strutture pubbliche, come ad esempio gli impianti sportivi. La scelta di puntare su questi impianti è comunque chiara: cercare di arrestare l'abbandono della coltivazione della bietola rendendola nuovamente remunerativa, grazie ad impieghi alternativi a quello della produzione di zucchero.
Alessandro Cesarato
-
IL MATTINO di Padova - GIOVEDÌ, 10 NOVEMBRE 2011
PONTELONGO - Una nuova rotonda per rimediare alla vecchia rotonda.
.
PONTELONGO Un'ulteriore rotonda sulla Sr 516 per porre rimedio al pasticciaccio legato alla nuova rotatoria di viale Stazione e alla viabilità collegata dei quartieri limitrofi. E' questa una delle possibili soluzioni proposte all'amministrazione dal gruppo di minoranza Pontelongo 2000 per migliorare la viabilità complessiva del paese. Seppur con più di una riserva per com'è stata disegnata e realizzata - spiega il capogruppo Federico Ossari - la nuova rotatoria non è più in discussione. Non ci convince però la viabilità di scorrimento collegata. Siamo contrari soprattutto alla realizzazione della strada che collegherà via Gozzi con via Indipendenza. Questo collegamento, infatti, creerebbe un nuovo punto nero nella viabilità locale, soprattutto in previsione della realizzazione della nuova lottizzazione Foscarini. Le proposte della minoranza riguardano due aspetti. Da una parte, visto che via Gozzi sarà a senso unico in entrata, che l'uscita si realizzi sul tratto di strada a nord del quartiere, come peraltro praticato nelle settimane dei lavori. Dall'altra, l'opportunità di realizzare una rotatoria aggiuntiva sulla Sr 516, in corrispondenza dell'ingresso del magazzino del Molino Rossetto. Da uno studio fatto da tecnici da noi consultati - continua Ossari - non manca lo spazio per la realizzazione di questa opera. Considerando che la realizzazione della strada di collegamento tra via Gozzi e via Indipendenza non è ancora iniziata, proponiamo di stralciarne il progetto, dirottando le risorse sulla rotonda aggiuntiva.
(al.ces.)
-

IL GAZZETTINO di Padova - Giovedì 3 Novembre 2011,
Tante fiaccole nel buio - Mai più quest'incubo
.
Settecento fiaccole in un lungo pellegrinaggio di speranza. Una folla composta fattasi minuto dopo minuto sempre più numerosa, è partita ieri sera dal patronato della parrocchia di Ponte San Nicolò e ha raggiunto il punto della rotta arginale dove il Bacchiglione esondò. C'è poca voglia di sorridere nel lungo corteo che si avvicina al punto diventato simbolo del dramma, ma anche della rinascita. Teste basse, la memoria che corre inevitabilmente indietro di un anno. Un rosario di preghiera ha accompagnato la popolazione in questo toccante cammino. Presente il parroco, don Pierpaolo Peron che ha invitato la folla alla speranza e a credere in un futuro migliore. Tra la gente si sprecano i ricordi che fanno tornare alla luce momenti di grande tristezza e dolore. In cima al serpentone umano il sindaco Enrico Rinuncini con tutta l'amministrazione comunale e i comitati alluvionati del posto e dei comuni di Bovolenta e Casalserugo. Presenti anche i sindaci di numerosi comuni limitrofi tra cui Vittorio Meneghello (Bovolenta), Sabrina Rampin (Polverara), Elisa Venturini (Casalserugo), Fiorella Canova (Pontelongo) e l'assessore alle Acque fluviali Andrea Micalizzi in rappresentanza del comune di Padova. Visibilmente commosso, Rinuncini ha detto: Sono notti che non dormo, ho sentito la pressione in vista di questo terribile anniversario. Non so neppure io chi mi abbia dato la forza per non arrendermi in questo difficile anno di rinascita. Voglio dire grazie ad ognuno dei presenti e anche a coloro che stasera (ieri per chi legge) non sono qua, ma con piccoli grandi gesti hanno aiutato la comunità a rialzarsi dal dramma. Durante la cerimonia non sono mancati anche momenti di rabbia da parte di Rinuncini che ha ribadito il proprio disappunto per i ritardi della Regione nel predisporre i lavori di manutenzione degli argini del Bacchiglione e la pulizia dell'alveo del fiume. Non posso pensare che chi ci amministra non si renda conto del clima di terrore nel quale i miei concittadini devono vivere con la legittima paura che certe tragedie possano riproporsi. Desidero invitare gli organi preposti a velocizzare le operazioni di bonifica e dare al Genio civile i fondi economici necessari a proseguire i lavori. Ciò che più ha colpito della serata della memoria è stato comunque lo spirito positivo esternato dalle 700 persone che hanno presenziato all'evento commemorativo. Tra i più commossi i gestori della trattoria La Busa che si trova a pochi metri dalla rotta arginale e che un anno fa dovette patire in prima persona la furia incontrollata della piena del Bacchiglione. La cerimonia si è protratta per un paio d'ore, molte le idee e i suggerimenti reciproci tra residenti e rappresentanti dei comitati alluvionati. Un punto fermo ha accomunato tutti gli intervenuti: nessuno si è arresto, tutti, seppur a fatica vogliono tornare a vivere senza l'assillo del fiume, così affascinante nel suo scorrere, così diabolico quando in piena, un anno fa, ha seminato disperazione. A presidiare il corteo che ha partecipato alla fiaccolata i carabinieri della locale stazione e i volontari della Protezione civile.
-
IL MATTINO di Padova - Giovedì 3 Novembre 2011,
LA FIACCOLATA

.
PONTE SAN NICOLO' Hanno voluto trascorrere il primo anniversario dell'alluvione camminando a pochi metri dal fiume, così terribile in quei giorni d'angoscia. Ieri sera erano in 700 alla fiaccolata organizzata da comitati e parrocchia di Roncajette a un anno da dramma. Tra loro gli alluvionati dei 3 paesi colpiti dal Bacchiglione, Ponte San Nicolò, Casalserugo e Bovolenta (coi sindaci e i loro colleghi di Pontelongo, Polverara e Legnaro, più l'assessore padovano Micalizzi) e delegazioni di Monteforte D'Alpone e Caldogno, diretti a piedi fino a quel punto, all'altezza della discarica, da dove uscirono per quasi due giorni, a seguito della rotta di quella terribile notte, 150 mila litri d'acqua al secondo. A fianco dei cittadini colpiti, con fiaccole e rosario in mano, hanno sfilato gli abitanti delle località vicine non colpite e i residenti dell'altra sponda. Tutti uniti dalla preoccupazione per lo stato degli argini, in molti punti letteralmente sbriciolati dopo le piene del 2010. Decine le frane che, in caso di nuove piene, potrebbero cedere condannando il territorio a un'altra alluvione.Commossa Elisa Venturini, primo cittadino di Casalserugo che ha ricordato come i sindaci dei Comuni alluvionati stiano lottando con forza per il territorio. Qualche lamentela, nel corso della manifestazione, da parte di alcuni padovani: sostenevano che il Comune si sarebbe tenuto i soldi dei loro rimborsi. Ma scherziamo? E' una polemica gratuita - replica l'assessore Marco Carrai - I soldi che abbiamo già ottenuto e che potevamo distribuire li abbiamo già ripartiti, appena ne arriveranno altri faremo altrettanto. Andrea Canton
-

IL GAZZETTINO di Padova - Martedì 1 Novembre 2011,
Pontelongo Una nuova sede per la ProCiv.
.
Sindaci della Saccisica, autorità della Regione e della Provincia, rappresentanti dell'Arma e della Guardia di Finanza hanno partecipato, sabato mattina, alla cerimonia di consegna della ex casa del Genio civile, di via dell'Indipendenza a Pontelongo, ai volontari del gruppo locale della Protezione civile. Negli ultimi tempi abbiamo avuto modo di constatare l'importanza del lavoro svolto dai volontari in occasioni drammatiche, come il terremoto dell'Aquila o durante l'inondazione che ha colpito i territori vicini di Casalserugo e Bovolenta, l'anno scorso - ha ricordato il sindaco Fiorella Canova - ma i volontari hanno dimostrato il loro valore anche nell'ultimo mese, lavorando senza sosta per sistemare questo edificio, concesso in uso dalla Regione al Comune, e farne la propria sede.
(Fe.Be.)
-

link paese dello Zucchero paese dello Zucchero
Eventi e Appuntamenti
<< novembre 2017 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
 
 
Servizi interattivi
modulistica
contatti
mappa del sito
sms

 indirizzo: via Roma, 271 - 35029 Pontelongo (Pd)  telefono: 049/9775265  fax: 049/9775565  e-mail: segreteria@comune.pontelongo.pd.it  posta elettronica certificata: comunepontelongo.pd@legalmailpa.it  p.iva: 01833500281  cod.fiscale: 80009850282


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser   accessibilità  |  access key  |  mappa del sito  |  privacy 
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl © 2010

utenti connessi utenti connessi: 32    utente sei il visitatore n°2615562 dal 1° gennaio 2010